ForumAstronautico.it

Post recenti

Pagine: 1 2 3 4 [5] 6 7 8 9 10
41
NASA & settore aerospaziale USA / Re:Atlas V - GOES-S
« Ultimo post da robmastri il Ieri alle 11:57 »
Ci sono online più immagini di GOES-S e dei suoi strumenti che minuti da qui al lancio  :tease:

Qui, per esempio, siamo ancora al febbraio 2016 e vediamo l'installazione del sensore principale l'ABI (vedi sopra) sul satellite, nella clean room della Lockheed Martin, vicino a Denver



A dicembre 2016, si testano i pannelli solari



Qui, invece, a febbraio 2017, il satellite viene calato nella camera a vuoto





A giugno 2017 si testa il dispiegamento dell'antenna



Album flickr: https://www.flickr.com/photos/noaasatellites/albums/72157683430081284/with/35987267906/

Dicembre 2017: GOES-S lascia la Lockheed Martin



e questo è il C-5M Super Galaxy dell'USAF incaricato di trasportare il satellite dal Colorado alla Florida.



lo spazio non manca





4 dicembre: arrivo in Florida



e trasporto alla Astrotech Space Operations facility di Titusville



Spacchettamento:





Eccolo in tutta la sua imponenza



Gennaio 2018: montaggio sull'adattatore







Album flickr: https://www.flickr.com/photos/noaasatellites/albums/72157663341991848/with/24878623977/

Ci sono anche i relativi video:

Impacchettamento e partenza (timelapse)



Arrivo e trasporto (34 minuti! Consigliato solo per i "malati". Si può apprezzare quanto è distante la sede dell'Astrotech dal KSC)



Preparazione


42
SpaceX / Re:La NASA ha certificato il F9 per missioni scientifiche
« Ultimo post da Moon il Ieri alle 11:08 »
http://spacenews.com/nasa-certifies-falcon-9-for-science-missions/

Ma non stavano lavorando al block5 e alla certificazione per il volo umano ?
Una cosa non esclude l'altra  e comunque il primo volo (di test) con esseri umani della Dragon V2 sarà nel 2019.
43
SpaceX / Re:Futuri utilizzi del Falcon Heavy
« Ultimo post da Moon il Ieri alle 11:06 »
Se parli del peso...
Non è solo questione di peso, ma anche di aerodinamica. Come la stessa SpaceX ha detto, ci sono voluti anni di calcoli per quel che riguardava l'aerodinamica del Falcon Heavy e che essa non era la somma delle forze di tre Falcon 9 messi insieme. Non saprei cosa succederebbe con un Falcon Heavy con 4 booster al momento del Max Q.
Io rispondendo alla domanda sul pad  però , mi è chiaro che ci vorranno anni  per farlo se ci sarà la volontà ma dato che il BFR/BFS a mio parere è troppo futuristico non penso che alla Space X staranno con le mani in mano.
44
Roskosmos/Energia / Re:Nuovo lanciatore pesante russo
« Ultimo post da marcozambi il Ieri alle 10:26 »
Presidenti che firmano decreti e' diventato un meme, un rituale da PR, ultimamente.:mrgreen: Firmare un ordine esecutivo non costa niente. Quello che conta e' "seguire i soldi". Ricordate il bilancio sempre piu' magro di Roscosmos? La situazione economica russa lascia presagire tutto tranne un boost negli investimenti del settore spaziale.
Sarebbe anche interessante capire come questo presunto megalanciatore si sposi con il programma modulare Angara...
Se al mix aggiungiamo anche che entro 2/3 anni, con l'arrivo di Dragon2 e CST-100 la Russia potrebbe perdere i soldi dei "biglietti" degli astronauti USA lanciati con le Soyuz, questo annuncio diventa ancora piu' evanescecnte.
45
NASA & settore aerospaziale USA / Atlas V - GOES-S
« Ultimo post da robmastri il Ieri alle 10:18 »
Il prossimo lancio di ULA è in programma per giovedì 1° marzo alle 23.02 (ora italiana) dal LC 41 di Cape Canaveral AFS.

Un Atlas V in configurazione 541 (con fairing da 5 m, 4 booster laterali e Centaur con un motore) lancerà in orbita geostazionaria il satellite meteorologico GOES-S per conto della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration).

GOES-S, che in orbita assumerà il nome di GOES-17 e prenderà il ruolo di "GOES West" a 137° di longitudine,  è il secondo dei quattro satelliti di nuova generazione (la serie è denominata GOES-R come il primo elemento, lanciato il 20 novembre 2017. cf. qui: https://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25885.25 -  GOES T e GOES U dovrebbero essere lanciati rispettivamente nel 2019? e nel 2024).

Come gli altri, GOES-S è costruito da Lockheed Martin e pesa al lancio 5.192 kg (la massa "a secco" è di 2.857 kg). Sull'argomento si trovano così tante informazioni che fanno venire voglia di dedicarsi alla meteorologia   :happy: (questo, ricordo, è il sito di NOAA dedicato ai GOES-R: https://www.goes-r.gov/)

I principali strumenti a bordo sono 6.  2 sono puntati a Nadir (ossia alla terra):

- Advanced Baseline Imager (ABI) è lo strumento principale, che fornisce immagini della terra in 16 bande spettrali con risoluzione fino a 0,5 km. Scatterà una foto dell'intero emisfero occidentale ogni 15 minuti, ma possiede altri modi operativi fino alla ripresa, ad alta risoluzione, di aree di 1000x1000 km, ogni 30 secondi.

- Geostationary Lightning Mapper (GLM) è un sensore operante nel vicino-infrarosso destinato alla rilevazione dei fulmini.

2 guardano il sole:

- Extreme Ultraviolet and X-ray Irradiance Sensors (EXIS) monitorerà l'attività solare sulle zone alte dell'atmosfera.

- Solar Ultraviolet Imager (SUVI) è un telescopio che osserva il sole nella banda ultravioletta, tenendo d'occhio eruzioni, flares, ecc.

2 osservano l'ambiente dello spazio, fornendo dati utili alle attività astronautiche:

- Magnetometer (MAG) monitorerà le variazioni del campo magnetico della magnetosfera.

- Space Environment In-Situ Suite (SEISS) controllerà il flusso di protoni, elettroni e ioni pesanti nella magnetosfera.

In questa immagine si può vendere la loro collocazione:


Qui, invece, si possono ammirare in tempo reale le immagini di GOES-R (16), altrimenti detto "GOES East" (lanciato nel 2016): https://www.star.nesdis.noaa.gov/GOES/index.php

Questo è il poster ULA della missione



e questa è la pagina dedicata al volo https://www.ulalaunch.com/about/news-detail/2018/02/08/atlas-v-to-launch-goes-s (una buona occasione per andare a vedere il nuovo sito di ulalaunch.com, finalmente rammodernato, anche se non particolarmente originale).
46
Discussioni tecniche varie / Re:Curiosità sulla Deorbitazione
« Ultimo post da Gus il Ieri alle 09:41 »
Per quel che riguarda il punto due, da un punto di vista puramente matematico quello che conta non è tanto la forza quanto il delta-V, ovvero il cambiamento totale di velocità che il motore imprime al tuo sistema, poi per sapere quanto dV puoi usare l’equazione delle forze vive.
https://en.wikipedia.org/wiki/Vis-viva_equation
Ad esempio, se devi rientrare da un’ orbital circolare di 400 km (quota ISS), devi abbassare il tuo perigeo ad almeno 60km, secondo l’equazione delle forze vive:

La velocità dell’orbita circolare a 400 km è 7670 m/s, quella all’apogeo dell’ortbita 400x60 è 7560 m/s; quindi, se i calcoli sono corretti, ti serve un dv di circa 110 m/s. Grazie all’equazione del razzo:

puoi trovare che il tuo satellite deve avere un mass ratio (rapporto del sistema satellite + carburante e satellite a vuoto) di 0,045, ammettendo che l’impulso specifico del propulsore sia di circa 250 s. Sapere la forza, nel senso di spinta, ti serve solo per sapere quanto durerà l’accensione. Ti ho allegato qualche foto di un libro di meccanica orbitale sul trasferimento hohmann, spero ti possa aiutare.
Se vuoi spostarti da un’orbita all’altra il metodo più efficiente e quello di un trasferimento alla hohmann
https://wikimedia.org/api/rest_v1/media/math/render/svg/9db5b4589ff9a385687c2474c5aef823eeece133
Dal punto di vista dei calcoli si tratta solo di utilizzare due volte l’equazione delle forze vive.

Uhh! Perfetto per il punto 2!  Adesso ho capito come trattare l'aspetto matematico. Grazie DDD.

Gus, il tuo satellite vuoi che sopravviva al rientro nell'atmosfera o vuoi che effettui un rientro distruttivo? (es. a fine vita, per evitare che, rimanendo in orbita, funga esso stesso da detrito orbitale)

Penso che sarebbe un'ottima idea pensare di trattare le due situazioni, confrontandole anche a livello di spese per quanto riguarda il consumo di propellente.
47
Discussioni tecniche varie / Re:Curiosità sulla Deorbitazione
« Ultimo post da DDD il Ieri alle 09:27 »
Ad esempio, se devi rientrare da un’ orbital circolare di 400 km (quota ISS), devi abbassare il tuo perigeo ad almeno 60km
Sicuro? Non ne bastano 120-130? 60 km sono molto in basso e questo significherebbe far subire al satellite, durante il rientro, un elevatissimo carico di G, che potrebbe anche distruggerlo. Gus, il tuo satellite vuoi che sopravviva al rientro nell'atmosfera o vuoi che effettui un rientro distruttivo? (es. a fine vita, per evitare che, rimanendo in orbita, funga esso stesso da detrito orbitale)
Veramente ho detto un numero un po’ arbitrario... tutto dipende dal profilo di missione, se vuoi essere certo del rientro devi andare sicuramente sotto i 100 km
48
Sono in tanti, qui, a lavorare nel settore, ma la tua domanda "cosa fate esattamente a ingegneria ecc" è davvero un pò generica.
Tu dici che l'elettronica ti interessa. A che punto? mai montato qualcosa? bruciate le dita col saldatore? cercato di capire come funziona un qualche accidente?
O, se ti interessa l'informatica, conosci un linguaggio? mai litigato con gli indici di un file o con una chiamata a sistema?
Diversamente, la risposta è che a elettronica si impara a fare dispositivi elettronici, che ovviamente è una galassia di possibilità (dalla domotica all'avionica alle comunicazioni all'elaborazione digitale... guardati intorno). E così a informatica ed a aerospaziale.
Per tutti gli indirizzi ci sarà chi ha trovato facilmente, chi ha faticato, chi è andato all'estero. E qualunque specialità tu scelga, saranno poi le opportunità della vita ad indirizzarti verso un campo o l'altro.
49
Film & DVD / Re:DVD della Spacecraft Films
« Ultimo post da Spacewalker il Ieri alle 09:05 »
Il supporto non dovrebbe invecchiare così rapidamente.
E' indice di scarsa qualità.
È probabile.
Altro fattore non di poco conto, è la qualità stessa del lettore (meccanica, potenza del raggio, sistemi di correzione errore ecc.)
Ad esempio, spesso mi capita che i DVD delle varie stagioni di Star Trek (TOS) facciano fatica ad essere riprodotti sul DVD domestico ma vengano riprodotti tranquillamente sulla PS3 che è di fatto un Blue Ray.

Inviato dal mio BLN-L21 utilizzando Tapatalk

50
SpaceX / La NASA ha certificato il F9 per missioni scientifiche
« Ultimo post da lux il Ieri alle 08:42 »
http://spacenews.com/nasa-certifies-falcon-9-for-science-missions/

Ma non stavano lavorando al block5 e alla certificazione per il volo umano ?
Pagine: 1 2 3 4 [5] 6 7 8 9 10