Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Velocita' volo spaziale

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline blitzed

  • *
  • 1.730
Re:Velocita' volo spaziale
« Risposta #20 il: Mer 15/04/2015, 09:03 »


Il NERVA utilizza lo stesso principio di un reattore convenzionale in uso civile e navale.
OT Il tuo caso non è diverso. Hai una fonte di calore che devi raffreddare. Il calore lo trasformi in energia cinetica. Con così tanta energia ci fai muovere un motore elettrico.
Una tale fonte di energia applicata in ambito navale permetterebbe di scaricare tutti i propulsori diesel navali

Scusa ma non è quello che fanno già le navi nucleari? Non saranno diffusissime ma mi sembra che sia USA sia Russia sia altri Paesi (sicuramente la Francia) abbiano unità navali (oltre a sottomarini) a propulsione nucleare...il principio credo sia grossomodo sempre il medesimo, cosi come per i sommergibili.

 

Offline DDD

Re:Velocita' volo spaziale
« Risposta #21 il: Mer 15/04/2015, 09:29 »
Stiamo andando un po' off topic eh? Comunque, si, ci sono delle portaerei nucleari; questo è un elenco di tutte le portaerei in servizio, quelle nucleari sono identificate dal pennant number che comincia con CVN:
http://it.m.wikipedia.org/wiki/Lista_di_portaerei_in_servizio#Portaerei_in_servizio
Più la charles de grulle francese il cui numero comincia per R.
« Ultima modifica: Mer 15/04/2015, 09:32 da DDD »
 

Re:Velocita' volo spaziale
« Risposta #22 il: Mer 15/04/2015, 09:42 »
Sono tante le navi nucleari, anche le rompighiaccio. Ma il principio di funzionamento è  completamente diverso da quello che serve ad un vettore spaziale. Sulla terra basta ottenere energia cinetica e dopo il gioco è fatto dato che siamo sempre immersi in un fluido. Nello spazio serve una propulsione a getto. Questo è l' aspetto più interessante della propulsione nucleare che se qualcuno può spiegare in dettaglio lo apprezzerei molto.
Sent from my lumia
 

Offline Buzz

  • Beam me down, EDRS!
  • *
  • 7.561
    • EDRS Space Data Highway
Re:Velocita' volo spaziale
« Risposta #23 il: Mer 15/04/2015, 10:07 »
Nello spazio serve una propulsione a getto. Questo è l' aspetto più interessante della propulsione nucleare che se qualcuno può spiegare in dettaglio lo apprezzerei molto.
Ci sono due tipi di propulsione nucleare: Nuclear Thermal e Nuclear Electrical.

Il Nuclear Thermal è analogo alla propulsione chimica tradizionale: si scalda un propellente e poi si trasforma il calore in energia cinetica accelerando il propellente in un ugello. La differenza è che nella propulsione chimica il calore arriva da energia interna al propellente stesso (l'energia chimica di legame) e c'é quindi un limite teorico in termini di energia per chilogrammo di propellente ovvero nella temperatura che il gas può raggiungere. Invece nel nucleare termico il calore arriva da una reazione nucleare esterna, e quindi non c'è limite teorico alla temperatura del propellente, il che permetterebbe temperature molto più alte (ammesso che i materiali dell'ugello lo permettano), quindi velocità di uscita più alte e quindi impulso specifico maggiore.

Il Nuclear Electrical è invece analogo alla propulsione elettrica tradizionale, ovvero l'accelerazione del propellente avviene attraverso campi elettrici o elettromagnetici. La differenza è che la fonte di energia, invece di essere un pannello solare, è un reattore nucleare collegato a una turbina, il che permetterebe di avere molta più energia a disposizione in volumi e masse più ridotti.

In ogni caso il nuclear electrical ha il problema della massa del generatore (la turbina), quindi non potrà mai essere usato per un lancio, ma solo per trasferimenti orbitali, mentre invece il nuclear thermal potrebbe essere usato anche per i lanciatori

OT Il tuo caso non è diverso. Hai una fonte di calore che devi raffreddare. Il calore lo trasformi in energia cinetica. Con così tanta energia ci fai muovere un motore elettrico.
Una tale fonte di energia applicata in ambito navale permetterebbe di scaricare tutti i propulsori diesel navali con due vantagggi: aumento dell'autonomia, ergo risparmi colossali sul carburante, e cessazione pressoché totale dell'inquinamento atmosferico da parte dei mezzi navali.
Se poi le dimensioni del tuo apparato sono anche contenute... significa più spazio per il payload o per gli armamenti, navi più veloci e leggere... oltre alla sicurezza che non hai problemi di radioatttività. fine OT
Hai perfettamente ragione. Non credo che sia un caso se Lockheed Martin sta lavorando ai reattori a fusione compatti. Di sicuro a loro non interessa tanto il volo spaziale, quanto la possibilità di dare energia a navi e sommergibili ;)
« Ultima modifica: Mer 15/04/2015, 10:10 da Buzz »
Par l’espace, l’univers me comprend et m’engloutit comme un point; par la pensée, je le comprends. (Blaise Pascal).
An age is called Dark not because the light fails to shine, but because people refuse to see it. (James Michener)
 

Re:Velocita' volo spaziale
« Risposta #24 il: Mer 15/04/2015, 11:26 »
Molto chiaro Buzz!