ForumAstronautico.it

Tunnel di lava lunari per proteggere gli astronauti

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:Tunnel di lava lunari per proteggere gli astronauti
« Risposta #50 il: Mar 10/01/2017, 15:26 »
@paolo_a daccordo su quasi tutto quello che scrivi. Per il peso dell'escavatore, quelli terrestri vengono costruiti in acciaio pesante per motivi di limitazione dei costi; magari un escavatore lunare può essere costruito con parti in titanio più leggere. Oltre a considerare che occorre 1/5 di forza per sollevare un cucchiaio di terreno. Certo, un giocattolo che risulta non poco costoso. E che finora non si é mai visto nei prototipi NASA
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)

Offline paolo_a

  • *
  • 807
Re:Tunnel di lava lunari per proteggere gli astronauti
« Risposta #51 il: Mar 10/01/2017, 16:30 »
Certo che risulta costoso, anche per questo ho fantasticato un pò sul fatto di usarlo per spostare la base a zonzo sulla superfice: un mezzo così grosso potente e pesante va costruito duraturo, in modo che possa veramente spostarsi per lunghe distanze e servire a molte missioni.
La forza si risolve col titanio, il peso mancante (penso ad esempio a quando devi spingere un masso) eventualmente con cassoni riempiti di pietre:
Il problema principale resta quello delle rotture: non importa in quale materiale sia fatto, un dente si romperà sempre. E se la chiavetta si deforma nella sede bisogna mandare su uno armato di martello e cattive maniere per riparare il tutto.
(MER e un pò di sporcizia nel trapano insegnano)

Certo non si è mai visto fra i prototipi, però continuo a vedermelo più verosimile dell'aracnide ruotato che idealmente avrebbe dovuto spostar moduli per la base lunare, del fu Constellation Program..
« Ultima modifica: Mar 10/01/2017, 16:33 da paolo_a »
Holy shit
man walks on fucking moon!!

Re:Tunnel di lava lunari per proteggere gli astronauti
« Risposta #52 il: Mar 10/01/2017, 17:02 »
E se la chiavetta si deforma nella sede bisogna mandare su uno armato di martello e cattive maniere per riparare il tutto.

 :mrgreen: :mrgreen:
e con un pezzo di ricambio modulare
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)

Offline paolo_a

  • *
  • 807
Re:Tunnel di lava lunari per proteggere gli astronauti
« Risposta #53 il: Mar 10/01/2017, 17:30 »
Lavoro in cava: martello e cattive maniere risolvono problemi che neanche il russo di Armageddon. :rtfm:
Il ricambio modulare va bene quando devi cambiare una scheda stampata o un braccio robotico, ma se vogliamo fare una base permanente (e quindi interrarla o accomodarla in un tunnel) con macchinari pesanti ci va un fabbro/carpentiere sul posto, che riceverà istruzioni da terra per poi fare di testa sua :mrgreen:
Holy shit
man walks on fucking moon!!

Offline Bruno1

  • *
  • 76
  • Penguins in space !
Re:Tunnel di lava lunari per proteggere gli astronauti
« Risposta #54 il: Dom 29/10/2017, 16:24 »
Anche la JAXA sembra confermare l'esistenza di un tubo di lava  :
http://aliveuniverse.today/flash-news/spazio-astronomia/3191-luna-grotte-atmosfera

Citando la traduzione di Elisabetta "il tubo di lava integro sulle "Colline di Marius" sarebbe abbastanza grande da ospitare una delle maggiori città degli Stati Uniti"  :surprise:   ed e' collassato in diversi punti come testimoniano i buchi sulla superficie.

Interessante anche l'altra ricerca secondo la quale "la Luna aveva un'atmosfera, più spessa di quella attuale di Marte", forse c'e' ancora molto da scoprire riguardo il nostro satellite.

PS  :
"Detection of a 50-km long intact lava tube underground along a lava flow river "rille" on the Marius Hills of the Moon"
http://www.isas.jaxa.jp/en/topics/001159.html


« Ultima modifica: Dom 29/10/2017, 16:32 da Bruno1 »
Arch Linux, the user centric distro.