Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Fibre naturali e tute spaziali.

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Fibre naturali e tute spaziali.
« il: Gio 01/02/2018, 14:58 »
Oggi mi è stata posta una domanda che mi ha francamente spiazzato ed a cui non ho saputo rispondere.
Nei vari strati di tessuto che componevano le tute spaziali impiegate nel progetto Apollo ne esisteva qualcuno in qualche tipo di fibra naturale,o in cui la fibra naturale era presente in qualche percentuale,o tutti gli strati erano costituiti da fibre sintetiche?
E le attuali tute EMU contengono fibre naturali?

Bella domanda!  :thinking:
 

Re:Fibre naturali e tute spaziali.
« Risposta #1 il: Gio 01/02/2018, 15:21 »
La tuta del programma Apollo era la A7-A7L quindi



dal sito

https://www.wired.com/2011/02/pl_spacesuits_showdown/
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)
 

Re:Fibre naturali e tute spaziali.
« Risposta #2 il: Gio 01/02/2018, 15:26 »
C'era cotone a contatto con la pelle, solo lì



dal sito

https://airandspace.si.edu/multimedia-gallery/5219640jpg
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)
 

Re:Fibre naturali e tute spaziali.
« Risposta #3 il: Gio 01/02/2018, 16:17 »
A contatto con la pelle non c'era il cooling garnment?
O parliamo della fodera interna della tuta vera e propia?
 

Re:Fibre naturali e tute spaziali.
« Risposta #4 il: Gio 01/02/2018, 16:27 »
Aspetta..ti riferisci al Constant Wear Garment (CWG) ?

Ma questo era
Citazione
The Constant Wear Garment (CWG) is a one-piece cotton undergarment that is worn next to the skin and encompasses the entire body exclusive of the head and hands. It is worn during intervehicular (IV) command module operations for general comfort, to absorb perspiration, and to hold the biomedical instrumentation system.

It absorbs excessive body moisture and prevents the crewman's skin from becoming chafed by the pressure garment assembly. The CWG is donned and doffed through the front opening, which is kept closed by five buttons. The feet are covered by socks sewn to the legs of the CWG.

Waste management is accommodated without removing the CWG by a fly opening in the front and a buttock port in the rear. Snap fasteners attach the biomedical instrumentation belt.

Although the CWG may be worn under either the command module pilot or extravehicular (EV) pressure garments, it is normally used during IV phases of the mission or during EVA work from the command module.
Ora,a parte che questo indumento poteva essere integrato ma non faceva parte della tuta vera e propia,  il CWG veniva portato sotto la tuta di volo bianca che era portata in cabina,ed eventualmente durante le EVA dal modulo di comando (per capirci quella di Apollo 9 e quelle deep space di Apollo 15,16,17).
Non veniva quindi portata sulla luna.
Quindi presumo che durante le EVA lunari non c'era alcun strato in fibra naturale nella o sotto la tuta spaziale?
 

Re:Fibre naturali e tute spaziali.
« Risposta #5 il: Gio 01/02/2018, 16:48 »
Ogni membro dell'equipaggio Apollo aveva a disposizione 2 CWG, e si trattava di un indumento multiuso; si, era indossabile sotto la tuta A7L, ma non durante gli EVA lunari dove sulla pelle indossavano gli LCG (Liquid Cooling and Ventilation Garment)

Da:
https://en.wikipedia.org/wiki/Apollo/Skylab_A7L
« Ultima modifica: Gio 01/02/2018, 16:52 da Astro_Livio »
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)
 

Re:Fibre naturali e tute spaziali.
« Risposta #6 il: Gio 01/02/2018, 17:13 »
Strano, eh? Tutto sintetico anche allora.
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)
 

Re:Fibre naturali e tute spaziali.
« Risposta #7 il: Gio 01/02/2018, 17:40 »
Quindi anche oggi con le EMU,tutto sintetico.
Interessante.