Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« il: Dom 18/03/2018, 14:59 »
https://www.nasaspaceflight.com/2018/03/cislunar-station-new-name-presidents-budget/
Articolo interessante che parla degli aggiornamenti ( a mio parere moolto positivi) nel deep space gateway e nella missione EM-2. Scrivo sempre in chiacchiere astronautiche perché questo forum è molto severo :rtfm: ma se vi andasse bene potete pure spostare questo topic in quello di Sls/Orion.
Il programma ex Deep space Gateway ha cambiato nome in Lunar Orbital Platform, si è fatto più concreto e ha ricevuto una proposta di fondi di 500mln per il 2019.
Inoltre, novità più importante è stato proposto un lancio accelerato nel 2022 del PowerPropulsionElement, primo elemento del Lunar Orbital Platform, su un veicolo di lancio commerciale (Falcon heavy?)
Grazie a questo la missione Orion EM-2 prevista per il 2023 non sarebbe più un ripetersi del programma apollo ma come scritto nell'articolo EM-2 andrebbe anche ad attraccarsi al Lunar Orbital Platform.
Che ve ne pare?
 
Questo messaggio ha ricevuto 1 ringraziamenti.

Offline Ares Cosmos

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #1 il: Dom 18/03/2018, 18:03 »
Qiuando inizieranno ad assembleare i primi componenti della gateway comincerò a crederci veramente.
Visti e toccati di persona: A4, Apollo 10, Mir (mock up), Soyuz TM 34
Ares Cosmos, alias Starcruiser, alias PCC
 
Questo messaggio ha ricevuto 1 ringraziamenti.

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #2 il: Dom 18/03/2018, 23:13 »
Qiuando inizieranno ad assembleare i primi componenti della gateway comincerò a crederci veramente.

Troppe illusioni disattese, quoto AresCosmos in pieno.
"Please, dear God, don't let me fuck up." A. Shepard

ISAA member
BIS member

Stratogene
 

Offline sinucep

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #3 il: Dom 18/03/2018, 23:34 »
Scrivo sempre in chiacchiere astronautiche perché questo forum è molto severo :rtfm: ma se vi andasse bene potete pure spostare questo topic in quello di Sls/Orion.

haha, si hai ragione, ma fai bene a non darti per vinto! :-)
E' un forum un po' severo (almeno rispetto ad altri) però vale la pena anche all'inizio ti tirano un po' le orecchie.. Grazie per l'articolo!
Empty space is scale-invariant.
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #4 il: Dom 19/08/2018, 21:45 »
Vista la necessità di continuare la cooperazione internazionale maturata con l'esperienza dell'IS, le agenzie spaziali stanno facendo frequenti incontri per dar vita alla stazione cislunare (LOP-G)

Il sito http://russianspaceweb.com/spacecraft.html contiene molte notizie a riguardo, anche se le più recenti sono accessibili solo con password. (Qualcuno di voi ha accesso a tali contenuti?)

A supporto della stazione cislunare sono in arrivo, entro l'inizio degli anni venti, 3 navette in grado di trasportare almeno per una settimana quattro o più astronauti (Orion, Dragon 2 e la navetta russa)

Anche il mondo dei lanciatori super pesanti dai ritardatari SLS e Angara si sta allargando al FH e New Glann (tra alcuni anni) (e Soyuz 5???)

La progettazione della LOP-G è passata da una fase di contrazione fino all'osso durata fino a fine 2017 (eliminazione del modulo abitabile giapponese)

Ad una fase nuova che si è aperta subito dopo il successo del Falcon Heavy (febbraio 2018). A marzo nella proposta di bilancio della Nasa per il 2019 compare che il modulo propulsivo e di comunicazioni PPE sarà, tra alcuni anni, lanciato con un razzo commerciale. Ad aprile viene invece ripristinato il modulo giapponese, sempre attraverso un volo commerciale. E pare probabile che con voli commerciali nuovi moduli vengano aggiunti.

Questo è indirettamente confermato dal PPE che inizialmente si basava sul eHEAT (motore europeo a ioni) al motore AEPS (motore americano a ioni pensato per la missioni sugli asteroidi da 10 Kw)

Il nuovo sistema basato su quattro motori AEPS, ha un serbatoio da circa 5 t (prima era di 2 t) ed assorbe quasi tutta l'energia prodotta dai pannelli fotovoltaici (50Kw)

http://russianspaceweb.com/imp-ppb.html

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Advanced_Electric_Propulsion_System

Un po' di ottimismo
Cosa trasforma un progetto in realtà? I SOLDI, ed inizieranno ad arrivare in maniera cospicua nel 2019, data di lancio 2022.

Domanda:
Vista l'assenza di atmosfera lunare a cosa serve un sistema propulsivo che occupa quasi la totalità del peso di un modulo?
« Ultima modifica: Dom 19/08/2018, 23:45 da Baykanur »
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #5 il: Dom 19/08/2018, 21:51 »
ASPETTI FONDAMENTALI
Uso di un motore ad effetto Hall su una stazione spaziale

Studio degli effetti dell'assenza della magnetosfera sull'uomo. Vista l'assenza di detriti la protezione esterna è ridotta da 5 a 3 mm, da paura.

Base intermedia per la superficie lunare e possibilmente per l'estrazione di acqua. Per alcuni l'acqua andrebbe usata come scudo della stazione spaziale lop-g (non ha bisogno di serbatoi particolari) e poi usata in base alla necessita per ottenere carburante tramite elettrolisi

Modifica aggiornamenti vari sul LOP-G che ho trovato dopo il post:

http://www.moondaily.com/reports/Russia_may_use_ISS_Modules_in_Lunar_Gateway_Project_999.html
"La Russia potrebbe decidere di fermare la costruzione del suo segmento della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e di utilizzare i moduli ordinati per il progetto Lunar Orbital Platform - Gateway (LOP-G), una fonte nel settore spaziale e spaziale russo ha detto a Sputnik mercoledì .
"Dato che l'operazione ISS è prevista per essere terminata nel 2024 e il segmento russo non è ancora completato, ci sono proposte per completare la sua creazione [ISS] nella configurazione corrente, e i moduli ordinati [russo] saranno Utilizzato per espandere la partecipazione russa alla piattaforma Lunar Orbital - Progetto Gateway ", ha detto la fonte.
La fonte specificava che la proposta riguardava un modulo nodo con sei porte per l'attracco nonché un modulo scientifico ed energetico che poteva espandere significativamente lo spazio sulla stazione lunare."

***

http://www.kosmonautix.cz/2018/07/setkani-nasa-se-zajemci-o-stavbu-modulu-ppe/
"La NASA ha presentato una richiesta preliminare il 21 giugno alle proposte di partnership industriali per le partnership nella costruzione e nella gestione della Gateway orbitale lunare PPE Gateway. Mercoledì, 10 luglio, la Giornata industriale si è tenuta nel Centro NASA di Glenn, alla presenza di rappresentanti di 21 aziende. La NASA ha presentato il calendario previsto per ulteriori azioni nel corso della riunione. La scadenza per le proposte e le società che esprimono domanda preliminare scadrà il 20 luglio. Il rilascio della domanda finale è attualmente previsto per il 6 settembre, con un termine di nove settimane per la presentazione delle proposte definitive, all'incirca fino all'8 novembre. Il contratto dovrebbe essere aggiudicato al vincitore selezionato l'anno prossimo, forse a marzo. Il rilascio del modulo PPE su un trasportatore commerciale è previsto per il settembre 2022 al più tardi"
la spacex fa parte delle ditte invitate
tramite il link alla nasa ho trovato la prima domanda del questionario predisposto dall'agenzia spaziale americana:
"Why must the wet mass be less than 8 tons E.g., if commercial LV can support, okay if have more prop than minimums"

https://www.fbo.gov/index.php?s=opportunity&mode=form&tab=core&id=4781210cbae339981c6725ca248a34aa&_cview=0

***

l'articolo seguente fa la storia del modulo di rifornimento e comunicazioni (anche con la luna) europeo ESPRIT, inizialmente pensato per essere lanciato con un ariane 64, viene ampliato grazie al FH ed ora è progettato per rifornire non solo il PPE ma anche LANDER LUNARI
http://www.kosmonautix.cz/2018/05/zapoji-se-falcon-heavy-do-budovani-stanice-u-mesice/
"Proposta a partire dalla metà del 2017 ha ricevuto un preciso i contorni e si poteva vedere che l'ESA si è ridotto il già citato vasta gamma di opzioni. ESPRIT avrebbe dovuto trasportare apparecchiature di comunicazione appositamente progettate per rimanere in contatto con gli sbarchi sulla superficie della Luna. Inoltre, aveva un canale S separato per la comunicazione tra le navi. Inoltre era incluso un canale ad alta velocità per trasferimenti di dati ad alto volume sulla Terra. Il DSG potrebbe quindi servire come punto di ritrazione tra il Ground Control Center e le strutture della Luna attraverso ESPRIT."
dopo la proposta di utilizzo del falcon:
" esperti europei hanno suggerito che ESPRIT non dovrebbe essere rifornito di carburante solo dalla stazione DSG, ma potrebbe anche riempire i serbatoi del Lunar Lander"
« Ultima modifica: Lun 20/08/2018, 01:53 da Baykanur »
 

Offline Ares Cosmos

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #6 il: Lun 20/08/2018, 07:55 »
Mancano i link della NASA e dell'ESA.

Qualcuno scrive che Ares Cosmos sostiene questo:

https://www.filastrocche.it/contenuti/sara-vero/


Ragazzi, mi piace un mondo e la canticchio da quando mi succhiavo il pollice!  :yes:

Agli amministratori: se ho infranto qualche regolamento di copyright  :rtfm: cancellate pure senza pietà. :spank:
« Ultima modifica: Lun 20/08/2018, 07:58 da Ares Cosmos »
Visti e toccati di persona: A4, Apollo 10, Mir (mock up), Soyuz TM 34
Ares Cosmos, alias Starcruiser, alias PCC
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #7 il: Lun 20/08/2018, 08:12 »
 

Offline Ares Cosmos

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #8 il: Lun 20/08/2018, 08:16 »
Manca il resto, quello è la vera bistecca sulla griglia.
Visti e toccati di persona: A4, Apollo 10, Mir (mock up), Soyuz TM 34
Ares Cosmos, alias Starcruiser, alias PCC
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #9 il: Lun 20/08/2018, 08:36 »
Sarò un ''contabile'' ma per me, quando si parla di progetti pubblici, la sostanza  arriva con i bandi che spendono i soldi

Ed in questo caso si ha il bando per definire la concezione finale del modulo PPE ed assegnare la costruzione

Secondo me, ma posso sbagliarmi, sta proprio cambiando l'idea del come costruire la LOP-G con il SLS che potrebbe concentrarsi sul volo umano per l'assemblaggio finale (se non è robotico) e l'esplorazione. ed il FH (o altri) che si concentrano sul trasporto dei pezzi. Se i prossimi due voli del FH (previsti nei prossimi mesi) dovessero andare bene penso che potremo avere qualche annuncio ufficiale in tal senso.


AGGIUNTA
per maggiori dettagli sui bandi nasa (c'è anche un bando per un lanciatore con capacita lunare) rimando a questa pagina del forum
https://www.forumastronautico.it/index.php?topic=27379.msg306231#msg306231
« Ultima modifica: Lun 20/08/2018, 13:07 da Baykanur »
 
Questo messaggio ha ricevuto 1 ringraziamenti.

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #10 il: Mar 21/08/2018, 10:38 »
[...]
Domanda:
Vista l'assenza di atmosfera lunare a cosa serve un sistema propulsivo che occupa quasi la totalità del peso di un modulo?

Ripeto la domanda ed aggiungo una mia idea ma non vi pare una stazione di servizio od una nave spaziale vera e propria? assomiglia molto di più al progetto Lockheed per andare su Marte che alla ISS.
La configurazione della LOP-G è stranissima perchè NON HA LABORATORI. Nello specifico andando da sinistra a destra hai:
2 moduli in gran parte usati come serbatoio di xenon, di cui uno con motori ad effetto Hall per 50 kw (impulso specifico 2600), quando la sonda lunare smart-1 l'aveva da 1,5 kw (Is 1600), e l'altro in grado di rifornire anche lander lunari (e presumo anche di essere rifornito a sua volta)
3 moduli con "capacità abitabile" (2 con il supporto vitale)
1 modulo logistico
moduli vari per consentire l'attracco di varie navicelle (orion, lander lunari, cargo) e le passeggiate spaziale

la parte più interessante per me sono i moduli serbatoi che potenzialmente possono diventare anche 3 (per poter trasferire il carburante al PPE ed ai lander lunari deve poter riceverlo) ed i 3 moduli per sostentare l'equipaggio (pare di 4 persone) che visti i volumi sembra pensato per permanenze molto lunghe, ma per fare cosa?

Oltre a testare le tecnologie e la biologia umana nello spazio profondo, quale è lo SCOPO della stazione LOP-G e dei motori del PPE?
1 potrebbe essere una stazione di servizio e di communicazione per una base lunare, una sorta di nodo logistico, e questo è più o meno reso evidente dalle caratteristiche del modulo europeo ESPRIT.
2 potrebbe essere in grado di cambiare orbita, per esempio posizionarsi in Lagrange 1 se si dovesse decidere di fare una missione umana su Marte, e fungere da supporto al cantiere. Secondo voi il sistema propulsivo lo consentirebbe?
3 con l'aggiunta di alcuni moduli (in primis serve altro propellente, anche in orbita marziana) potrebbe essere la base per una missione umana su marte?

Alla fine ritorno sempre alla stessa domanda quanto sono potenti i motori? cosa riescono a fare? che capacità effettiva hanno in termini di carico e velocità?
Un sistema propulsivo di questa dimensione/potenza non è mai stato fatto ed, inoltre, l'impulso specifico è nettamente più alto dei razzi chimici, 2600 contro i 450 dell'idrogeno/ossigeno (RS25) e i 310 del cherosene/ossigeno (merlin 1D)

ho inserito lo schema della stazione LOP-G già postato da Zambianchi e lo schema della proposta della Lockheed Martin
« Ultima modifica: Mar 21/08/2018, 10:44 da Baykanur »
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #11 il: Gio 23/08/2018, 20:16 »
Leggendo la notizia sul sito della NASA si evince che i motori del PPE sono in grado di far cambiare orbita lunare alla stazione, non solo di tenerne la posizione

https://www.nasa.gov/feature/nasa-will-seek-partnership-with-us-industry-to-develop-first-gateway-element
 

Offline Ares Cosmos

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #12 il: Ven 24/08/2018, 07:25 »
La configurazione sembra il minimo per 4 persone che NON scenderanno sulla Luna. C'è un modulo extra buono per tutto.
Un grosso satellite lunare.
il fatto che assomigli al veicolo per il volo marziano è dovuto alla modularità. Non si tratta di un pezzo unico, ma di tanti pezzi assemblati.
Allora la configurazione è simile.
Tanto che, a mio giudizio, la modularità ritengo sia la chiave per l'accesso allo spazio. Come ho scritto altrove. Tanto che parlare di singoli veicoli finirà per non avere senso, perché modificando, aggiungendo o togliendo moduli, con lo stesso veicolo ci fai un astronave o una base orbitante, a seconda dell'uso.

Intanto ci sarebbe il propulsore orbitale.
Visti e toccati di persona: A4, Apollo 10, Mir (mock up), Soyuz TM 34
Ares Cosmos, alias Starcruiser, alias PCC
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #13 il: Ven 24/08/2018, 10:37 »
In alcune recenti interviste il presidente della NASA parla di costruire 2 stazioni spaziali stile LOP-G: la prima per permanenze medie di 1-2 mesi da mettere in orbita lunare, la seconda per permanenze lunghe in orbita marziana. Inoltre, afferma che la LOP-G grazie al modulo PPE è in grado di cambiare orbita e di spostarsi nei punti di Lagrange L1 e L2.
Tale affermazione trova riscontro pratico nel bando della NASA per lo sviluppo e la costruzione del PPE, in quanto viene prevista la possibilità di poterne acquistare più moduli.
In un articolo (niente di ufficiale) ho letto dell'aggiunta al PPE di un quinto motore da 13-15 kW portando la potenza complessiva a circa 65 kW

https://en.wikipedia.org/wiki/Delta-v_budget#cite_note-1

Controllando la variazione di velocità tra l'orbita lunare bassa e L1/L2 si vede che i motori del PPE riescono ad imprimere un delta-v pari a 0,64 km/s, o 0,6-0,8 a seconda della tabella.
Grazie al modulo europeo ESPRIT si puo rifornire la LOP-G in L1, ed inoltre, sostituendo il modulo logistico con un terzo serbatoio (per non incidere in maniera rilevante sulla massa della stazione, dovrebbe essere di 68 t) sarebbe probabilmente (???) in grado di arrivare in ORBITA MARZIANA. Questi sono i delta-v:
0,14 km/s per passare da L1/L2 a C3=0 (la velocità minima necessaria affinché un oggetto sfugga all'influenza gravitazionale terrestre)
0,60 km/s per passare da C3=0 a orbita di trasferimento marziana
0,90 km/s per passare dall'orbita di trasferimento marziana all'orbita marziana

Sicuramente la LOP-G, cosi come è progettata, non potrebbe affrontare il viaggio marziano mentre è abitata (andrebbe cambiato il supporto vitale, ed il viaggio sarebbe probabilmente molto lungo), ma in teoria potrebbe essere adattata per fungere da base avanzata da spostare in orbita marziana o verso un asteroide che transita vicino la terra (delta-v 0,8-2,0 km/s).

Cosa ne pensate? sarebbe fattibile? od ho scritto una fesseria? per quale motivo?

Grazie in anticipo per le risposte

 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #14 il: Ven 24/08/2018, 19:31 »
In alcune recenti interviste il presidente della NASA...

La NASA non ha un presidente, casomai un amministratore.
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #15 il: Sab 25/08/2018, 16:10 »
https://en.m.wikipedia.org/wiki/Solar_electric_propulsion

Un documento della NASA, la nota 10, afferma che si potrebbe partire dall'orbita bassa terrestre (LEO) con un motore solare-ionico con una potenza compresa tra 600 ed 800 kW, se l'impulso specifico è tra 2000 e 2500.
Il motore del PPE ha un Is più alto (2600) e potrebbe partire da L1 con un risparmio di 3,77 km/s come delta-v.
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.054
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #16 il: Sab 25/08/2018, 16:23 »
https://en.m.wikipedia.org/wiki/Solar_electric_propulsion

Un documento della NASA, la nota 10, afferma che si potrebbe partire dall'orbita bassa terrestre (LEO) con un motore solare-ionico con una potenza compresa tra 600 ed 800 kW, se l'impulso specifico è tra 2000 e 2500.
Il motore del PPE ha un Is più alto (2600) e potrebbe partire da L1 con un risparmio di 3,77 km/s come delta-v.

Si potrebbe anche arrivare su Alpha Centauri con un motore adeguatamente potente... mi sembra che 600-800 kW siano almeno un ordine di grandezza superiore alla potenza disponibile oggi (o in un domani vicino).
Evitiamo di confrontare studi di fattibilità, analisi con progetti esecutivi e/o operativi...
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #17 il: Mar 28/08/2018, 22:00 »
CONSIGLIO DI CONSULENZA DELLA NASA (NAC) ESPLORAZIONE E OPERAZIONI UMANE CMTE, 27-28 agosto 2018, si è riunito per discutere dei futuri piani della NASA.

https://spacepolicyonline.com/events/nasa-advisory-council-human-exploration-operations-cmte-aug-27-28-2018-ames-research-center-ca-webex/

Nel link c'è un resoconto, e nell'account collegato molte slide sul lop-g (architettura, funzioni e tempistica dei singoli moduli)

https://mobile.twitter.com/SpcPlcyOnline

Una di queste slide riguarda la tempistica del PPE che sarà discusso proprio in queste settimane. In modo da arrivare alla definizione definitiva del modulo a novembre ed all'assegnazione del contratto costruttivo a marzo 2019. Il lancio del modulo è previsto per il 2022 con un razzo privato (Falcon Heavy?).

Le missioni Orion previste sono 3 una ogni 2 anni a partire dal 2020. Solo l'ultima sarà con la versione potenziata del razzo SLS. Un quarto razzo è stato, aggiunto grazie ad un nuovo finanziamento, dedicato alla missione verso Europa, tempistica prevista 2022-23.
 

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #18 il: Mer 29/08/2018, 12:43 »
CONSIGLIO DI CONSULENZA DELLA NASA (NAC) ESPLORAZIONE E OPERAZIONI UMANE CMTE, 27-28 agosto 2018, si è riunito per discutere dei futuri piani della NASA.

https://spacepolicyonline.com/events/nasa-advisory-council-human-exploration-operations-cmte-aug-27-28-2018-ames-research-center-ca-webex/

Nel link c'è un resoconto, e nell'account collegato molte slide sul lop-g (architettura, funzioni e tempistica dei singoli moduli)

https://mobile.twitter.com/SpcPlcyOnline

Una di queste slide riguarda la tempistica del PPE che sarà discusso proprio in queste settimane. In modo da arrivare alla definizione definitiva del modulo a novembre ed all'assegnazione del contratto costruttivo a marzo 2019. Il lancio del modulo è previsto per il 2022 con un razzo privato (Falcon Heavy?).

Le missioni Orion previste sono 3 una ogni 2 anni a partire dal 2020. Solo l'ultima sarà con la versione potenziata del razzo SLS. Un quarto razzo è stato, aggiunto grazie ad un nuovo finanziamento, dedicato alla missione verso Europa, tempistica prevista 2022-23.

https://spacepolicyonline.com/news/gateway-gets-good-reviews-from-nac-committees/

I comitati NAC si sono espressi positivamente sul gateway (LOP-G)

Una cosa particolare è che il PPE sarà lanciato nel 2022, ma la proprietà e la gestione passerà alla NASA solo nel 2023
 

Offline isapinza

Re:Aggiornamenti Lunar Orbital Platform e EM-2
« Risposta #19 il: Mer 29/08/2018, 14:07 »
Non per smorzare il tuo entusiamo Baykanur ma penso che le frasi fondamentali nell'articolo da te linkato siano
..NASA’s concept for a lunar orbiting Gateway...
e
It is just a concept at this stage, however
 :stuck_out_tongue_winking_eye:


**edit**
typo
---> Se quello che dico può essere interpretato in due modi ed uno dei due ti fa arrabbiare...intendevo il terzo *grin*
 
Questo messaggio ha ricevuto 1 ringraziamenti.