Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10
1
GMES / Re:Rockot KM - Sentinel 3B
« Ultimo post da robmastri il Oggi alle 18:40 »
Potresti essere più chiaro per chi, come me, non conosce il colore di ogni singolo carburante?
Mi scuso se il mio ammiccamento aveva l'aria di saccenteria (in realtà volevo solo incuriosire e forse un po' ci sono riuscito :happy:).  Lo Zio ti ha già risposto fulmineamente e impeccabilmente; posso solo aggiungere che non è un caso che un razzo di derivazione militare (il Rockot è un SS-19 con il Briz-KM al posto della testata nucleare) usi questi combustibili. Idrazina (come noi impropriamente chiamiamo la UDMH) e tetraossido di diazoto sono propellenti ipergolici, cioè che si accendono per contatto, senza complicati meccanismi di accensione e inoltre si possono conservare a lungo nei serbatoi (non come il LOX superfreddo del Falcon, che va caricato pochi istanti prima del lancio).
2
C'è un comunicato stampa di Arianespace, dal quale si evince che il posticipo sarà piuttosto lungo, dal momento che la prossima missione Ariane 5 sarà la VA 244, con quattro Galileo, prevista per luglio. Il volo VA 243 partirà entro l'estate 2018 con un copasseggero (ancora da indentificare) diverso da GSAT-11. :surprise:

http://www.arianespace.com/press-release/launch-delay-for-va243/
3
Ottimo risultato, e ottimo articolo. Cos'è previsto, in futuro? Un DR3, finale, dopo il 2020?
4
Un atlante di quasi due miliardi di stelle: rilasciato il secondo catalogo della missione Gaia

La missione Gaia dell'ESA ha diffuso ieri il Data Release 2, che contiene misure di alta precisione su quasi un miliardo e settecento milioni di stelle della nostra galassia, frutto di 22 mesi di osservazione e mappatura del cielo: il più imponente atlante stellare sino ad ora realizzato.
Articolo completo: Un atlante di quasi due miliardi di stelle: rilasciato il secondo catalogo della missione Gaia
5
Il lancio, che era previsto per il 25 maggio, è stato posticipato a data da definire: ISRO ha voluto richiamare a Bengaluru (dove c'è l'ISRO Satellite Center) il proprio GSAT-11 per ulteriori verifiche.
Non sono stati dati dettagli sui problemi riscontrati, ma la perdita di contatto avvenuta con GSAT-6A potrebbe essere un indizio, pare che ISRO sospetti problemi con il sistema elettrico.
6
GMES / Re:Rockot KM - Sentinel 3B
« Ultimo post da Frred il Oggi alle 11:32 »
Il Rockot brucia dimetilidrazina asimmetrica (UDMH) e tetrossido di azoto (N2O4). I fumi contengono quindi una grossa quantità di ossidi di azoto, che sono rosso-bruni.
Incidentalmente, è lo stesso rosso-bruno dello smog sulle nostre città, prodotto da motori diesel e caldaie che bruciano male... precursore dell'acido nitrico, estremamente corrosivo.

Grazie, mi stavo documentando e tu hai risposto in tempi brevissimi.
7
Astrofotografia e Osservazione / Re:Galassie
« Ultimo post da Astro_Livio il Oggi alle 11:31 »
Grazie Zio che scontri affascinanti. Che eventi incredibili, di cui stiamo prendendo coscienza solo da pochi decenni.
Pure la via Lattea si scontrerà con Andromeda, a breve secondo i tempi cosmici.


A questo punto la storia dei pianeti del nostro sistema solare che si sono scambiati di posizione per il transito di una stella errante (oltre il confine dell'eliopausa) acquista un senso (?). E' un altro tassello del puzzle da ricostruire con oggetto "chi siamo, da dove veniamo".


PS: Il "modo professore", quando ci sono le competenze, non mi disturba!  :ok:
8
GMES / Re:Rockot KM - Sentinel 3B
« Ultimo post da IK1ODO il Oggi alle 11:09 »
Il Rockot brucia dimetilidrazina asimmetrica (UDMH) e tetrossido di azoto (N2O4). I fumi contengono quindi una grossa quantità di ossidi di azoto, che sono rosso-bruni.
Incidentalmente, è lo stesso rosso-bruno dello smog sulle nostre città, prodotto da motori diesel e caldaie che bruciano male... precursore dell'acido nitrico, estremamente corrosivo.
9
Astrofotografia e Osservazione / Re:Galassie
« Ultimo post da IK1ODO il Oggi alle 11:02 »
Si stanno fondendo, Livio. Sono galassie interagenti; stanno facendo un balletto cosmico che durerà centinaia di milioni di anni, e alla fine risulterà una galassia più grande, forse una ellittica, e grandi correnti di stelle espulse nello spazio fra le galassie.
Quando due galassie si scontrano le singole stelle, separate da grandi distanze, passano indisturbate attraverso il disco dell'altra galassia. Quelle che si scontrano realmente sono le nubi di gas e polveri delle due galassie, e le onde d'urto danno origine a nuove stelle. I buchi neri centrali alla fine si fonderanno, dando luogo a spaventose emissioni di energia gravitazionale.
Anche la nostra galassia è cresciuta incorporando altre galassie vicine o satelliti. Proprio ieri si diceva che i dati di Gaia confermano l'esistenza di correnti di stelle anche nei dintorni del Sole, con orbite giustificabili solo con l'incorporazione di altre galassie.
Oggi si possono fare simulazioni molto accurate della collisione di due galassie; su youtube è pieno. Ad esempio questa, che mi pare riprodurre abbastanza bene la situazione di NGC 3395/3396

E scusate il modo [professore=ON] :D


10
GMES / Re:Rockot KM - Sentinel 3B
« Ultimo post da Frred il Oggi alle 10:59 »

Il colore del fumo vi lascia qualche dubbio sulla natura dei propellenti?


Potresti essere più chiaro per chi, come me, non conosce il colore di ogni singolo carburante?
Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10