ForumAstronautico.it

[2013-05] Maggio 2013 I.S.S. Mission Log

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Luca

  • TFNG Team - Testicula tacta, omnia pericula iacta!
  • *
  • 7.031
    • https://plus.google.com/u/0/
    • @Spazionauta
    • ISAA Council Member
[2013-05] Maggio 2013 I.S.S. Mission Log
« il: Dom 20/07/2014, 20:52 »
Il primo giorno di Maggio, Hadfield ha preparato i microfoni per la caratterizzazione acustica degli ambienti dell'ISS e più tardi ha installato un nuovo hub Ethernet per payloads, aggiornando così il network locale dell'avamposto orbitale. Cassidy è ritornato all'esperimento CFE, mentre Marshburn, all'interno di Columbus ha sostituito le cinghie e pulito dai dedtriti il Modular Cultivation System dell'ESA. Questo dispositivo controlla un ambiente in cui vengono studiati microbi, piante, insetti e piccoli anfibi. Vinogradov ha raccolto dei campioni di acqua di condensa ed ha sostituito le coperture di alcuni fans del Segmento Russo, mentre Misurkin ha lavorato con l'esperimento Matrioska sull'esposizione alle radiazioni.

Il 2 Maggio, Marshburn e Cassidy hanno iniziato una sessione di due giorni con l'esperimento Integrated Cardiovascular, eseguendo degli ecocardiogrammi tramite la sonda Ultrasound 2. Questo esperimento studia l'atrofia cardiaca che si manifesta durante le missioni spaziali a lunga durata. Marshburn ha continuato con altri rilievi ecografici, questa volta per l'esperimento europeo Vessel che mira a riprendere immagini dei vasi sanguigni del soggetto, per rilevare dei cambiamenti nella pressione e nel loro spessore. Vinogradov e Misurkin hanno lavorato per due giorni con l'esperimento russo Sprut per il monitoraggio dello stato di idratazione del soggetto in condizioni di microgravità. Più tardi, entrambi i cosmonauti hanno proseguito con le operazioni di scarico del materiale dalla Progress 51.

Cassidy è tornato all'esperimento BASS il 3 Maggio ed Hadfield ha lavorato con lo studio BCAT prima di caricare del software in un nuovo laptop computer per il Materials Science Research Rack. I tre cosmonauti hanno preso parte ad un test medico, eseguendo delle comunicazioni di coordinamento nel caso di un'emergenza medica di bordo, inoltre sono state verificate le ubicazioni dei dispositivi medici di emergenza.

Dopo il consueto weekend di relativo riposo, che ha incluso la celebrazione della Pasqua Ortodossa il 5 Maggio, l'equipaggio di Hadfield ha continuato i preparativi per il proprio rientro sulla Terra. Questi hanno incluso la prima delle due prove di discesa con la Soyuz ed il test di tenuta di pressione delle tute Sokol, svoltosi il 6 Maggio.
Hadfield ha postato sul suo account di Twitter l'8 Maggio: “Mentre testavamo i propulsori della nostra Soyuz, potevamo sentirne il loro funzionamento e come scuotevano e piegavano l'intera Stazione.”
Cassidy ha continuato i suoi studi ecografici e con l'hardware BCAT, mentre Vinogradov ha lavorato con l'esperimento russo Uragan per l'osservazione della superficie terrestre.
Hadfield ha celebrato il “Music Monday”, eseguendo la canzone che ha scritto assieme al front man dei Barenaked Ladies, Ed Robertson, dal titolo “ISS (Is Somebody Singing?), dall'interno del modulo Kibo assieme a centinaia di studenti presenti presso l'Ontario Science Center. Il 7 Maggio, Cassidy e Marshburn hanno svolto altri due giorni di ulteriori tests con R2, il quale è stato comandato da terra per fargli aprire la copertura isolante di un pannello. Hadfield ha eseguito una procedura di aggiornamento di due giorni della videocamera NightPod dell'ESA, fornendo della migliorate immagini notturne della Terra.

Reboost con la Progress

La Progress 51 ha azionato i propri propulsori ancora una volta per 14 minuti e 18,7 secondi alle 06:51 GMT dell'8 Maggio, per innalzare l'orbita della Stazione prima dell'arrivo della prossima Soyuz con il suo equipaggio. Hadfield e Marshburn hanno partecipato all'esperimento Pro K mentre  Cassidy ha lavorato all'interno del nodo Tranquility sostituendo una valvola selettore per l'aria nel Carbon Dioxide Removal Assembly (CDRA). Vinogradov ha raccolto dei campioni superficiali nel modulo Zvezda per determinare eventuali contaminazioni microbiche, mentre Romanenko ha lavorato con l'esperimento Matrioska. L'equipaggio ha potuto godere di una giornata di riposo, il 9 Maggio, in onore del Victory Day russo.

Spacewalk d'emergenza
Attorno alle 15:30 GMT del 9 Maggio, Hadfield ha chiamato il controllo di missione di Houston riferendo che un flusso continuo di “fiocchi “ era visibile muoversi dal traliccio P6. I dati confermavano la presenza di una perdita di ammoniaca nei pressi della Pump Flow Control Subassembly (PFCS). L'ammoniaca viene impiegata per refrigerare i canali di alimentazione che forniscono energia elettrica ed ogni pannello solare ha il suo canale refrigerante indipendente. Si tratta della stessa unità che tentarono di riparare Williams ed Hoshide nel Novembre del 2012.

La NASA ha comunicato che il circuito avrebbe cessato di funzionare entro 48 ore e benché l'equipaggio non si trovasse in pericolo, si sarebbe persa ridondanza nel sistema di refrigerazione.
Il 10 Maggio, l'astronauta americano Terry Virts e la collega italiana Samantha Cristoforetti hanno provato delle procedure  e delle tecniche per ovviare alla perdita, operando nel Neutral Buoyancy Laboratory del JSC, anticipando la spacewalk del giorno seguente.

Cassidy e Marshburn hanno lasciato la camera di equilibrio Quest alle 12:44 GMT del 11 Maggio, dirigendosi verso il traliccio P6, dove hanno ispezionato e rimosso il dispositivo PFCS, del peso di 118 kg, stivandolo su di un supporto, non avendovi trovato segni visibili di perdite e sostituendolo con uno di ricambio che era stato sistemato da altri colleghi lì vicino, sullo stesso traliccio. A questo punto il controllo di missione si è messo ad operare sulla nuova pompa, mentre gli spacwalkers si sono messi alla ricerca di eventuali perdite di “fiocchi” ammoniaca.
Cassidy e Marshburn hanno concluso la loro uscita dopo cinque ore e mezza, alle 18:14 GMT. Sarà necessario parecchio tempo per monitorare la parte sostituita per determinare l'arrestarsi della perdita di ammoniaca.
Si può di certo dire che la NASA è stata fortunata ad avere contemporaneamente a bordo dell'ISS i due spacewalkers, infatti Cassidy e Marshburn conoscevano bene quel componente del complesso spaziale, avendo svolto congiuntamente alcune EVAs nello stesso sito, durante la missione STS-129 nel 2009.

Ritorno sulla Terra
Uno degli ultimi compiti di Hadfield è stata l'esecuzione della sua ormai celeberrima cover del classico di David Bowie “Space Oddity”, che è stata applaudita dallo stesso autore inglese. Al termine della missione, Hadfield ha raggiunto quasi il milione di follower su Twitter e molto probabilmente è da considerarsi l'astronauta più attivo di sempre nel suscitare l'interesse della gente comune verso le attività spaziali.

Il 12 Maggio, Vinogradov ha preso il comando del complesso spaziale dalle mani di Hadfield, durante la consueta cerimonia di passaggio di consegne ed il giorno seguente, alle 23:08 GMT la Soyuz TMA-07M/33S, con a bordo il suo Comandante Romanenko oltre ad Hadfield e Marshburn, si è staccata dal modulo Rassvet, sancendo ufficialmente l'inizio dell'Expedition 36.

La Soyuz ha eseguito la sua de-orbit burn alle 01:37 GMT del 14 Maggio. Il modulo di discesa è atterrato sotto un cielo terso alle 02:31 GMT (8:31 locali), portando a termine una missione durata 145 giorni, 14 ore e 19 minuti. Hadfield ha descritto la discesa come una “cavalcata” e Marshburn ha detto ai reporters di “raccomandare vivamente” un viaggio a casa a bordo di una Soyuz.

Il 16 Maggio, Cassidy ha lavorato con l'esperimento Binary Colloid Alloy Test-4 (BCAT-4), che studia la formazione di cristalli in soluzioni contenenti microscopici campioni sospesi nel liquido. Egli ha anche predisposto le procedure per lo studio Seedling Growth della NASA, che studia gli effetti della microgravità sulla crescita delle piante. Vinogradov e Misurkin hanno partecipato all'esperimento della NASA chiamato Interactions, per lo studio dell'impatto delle differenze personali, culturali e nazionali fra i membri dell'equipaggio.

Il giorno seguente, Cassidy ha continuato con l'esperimento della NASA Burning and Suppression of Solids (BASS), che svolge indagini sulle modalità di combustione dei materiali solidi in microgravità ed ha lavorato con l'Amine Swingbed, che invece è un dimostratore tecnologico di un sistema di rimozione del biossido di carbonio dall'aria, più piccolo e più efficiente. Secondo quanto dichiarato dal suo Principal Investigator, Jeff Sweterlitsch, l'esperimento “sta funzionando senza problemi, stiamo già rimuovendo il biossido di carbonio.” Vinogradov e Misurkin hanno lavorato nel modulo Zvezda, testando un pannello di controllo in preparazione all'arrivo dell'Automated Transfer Vehicle-4 (ATV-4) “Albert Einstein”.

Piccolo aggiustamento
I propulsori della Progress 51 sono stati azionati per 15 minuti e 4 secondi alle 02:21 GMT del 17 Maggio per innalzare la quota della Stazione di 4,02 km collocandola su di un'orbita di  421,1 x 410 km in vista dell'arrivo della prossima Soyuz con equipaggio. Nel frattempo, l'equipaggio dell'ISS ha trascorso il weekend del 18-19 Maggio comunicando con le proprie famiglie, riordinando gli ambienti della Stazione, e svolgendo le consuete due ore e mezza di attività fisica per prevenire la perdita di massa muscolare e di densità ossea tipiche dei viaggi spaziali a lunga durata.

Vinogradov e Misurkin, hanno dedicato la maggior parte della settimana del 20 Maggio allo smontaggio di uno dei tappeti rotanti. Essi lo hanno quindi riposto assieme al Vibration Isolation System (TVIS) nel modulo Zvezda sostituendolo con il nuovo TVIS giunto in orbita con la Progress 51. Cassidy ha trascorso la giornata del 20 Maggio lavorando il Combustion Integration Rack (CIR) nel modulo Destiny. Il CIR permette l'osservazione e lo studio in sicurezza della combustione di vari materiali nello spazio ed è parte di un sistema più grande denominato Fluids and Integration Facility che alloggia anche il Fluids Integrated Rack.

Il 21 Maggio, l'equipaggio ha svolto una prova di emergenza di routine, della durata di 50 minuti, simulando una perdita di ammoniaca all'interno del complesso, rifugiandosi nelle proprie Soyuz, e chiudendo i portelli fra esse e la Stazione. Di seguito è stato discusso l'esito dell'esercitazione con i teams di terra.
Nell'ambito del programma Crew Earth Observation (CEO),l'equipaggio ha trascorso il resto della giornata fotografando Damasco, Sarajevo, e le inondazioni in Mozambico.

Il giorno seguente, i responsabili della NASA hanno annunciato che gli ingegneri avevano riportato alla completa funzionalità il sistema di alimentazione dell'ISS che aveva manifestato una perdita di refrigerante il 9 Maggio. Si era resa necessaria un'EVA di emergenza due giorni dopo, per sostituire la pompa dell'ammoniaca risolvendo così il problema. Nel frattempo, Cassidy ha continuato con il Capillary Flow Experment (CFE) per lo studio delle modalità di risalita dei fluidi lungo una determinata superficie in microgravità.

Il 23 Maggio, Cassidy ha lavorato con l'esperimento a lungo termine Synchronised Position Holld, Engage, Reorient, Experiment Satellites (SPHERES). Egli ha preparato i satelliti delle dimensioni di una palla da basket per le finali della competizione Zero Robotics Middle School, che si terranno in Agosto. Il concorso mette in competizione gli studenti delle scuole medie e superiori offrendo loro l'opportunità di ideare del software per la gestione di operazioni complesse come docking, assemblaggi e volo in formazione. Vinogradov ha lavorato con l'esperimento russo KPT-10 Kulonovsky Kristall, che osserva le dinamiche di sistemi di microparticelle cariche elettricamente sottoposti a campi magnetici in microgravità. Il Comandante della Stazione ha svolto inoltre delle manutenzioni di routine nel modulo Zvezda.
Cassidy è tornato all'esperimento Seedling Growth il 24 Maggio, ha ispezionato alcuni racks scientifici nel laboratorio europeo Columbus ed ha scattato delle dettagliate fotografie dell'Alphs Magnetic Spectrometer-02 (AMS-02) per permettere ai teams di terra di analizzarne il suo stato. Misurkin ha svolto alcune manutenzioni programmate, che hanno compreso la pulizia del sistema di ventilazione e la sostituzione di alcuni filtri nel Segmento Russo della Stazione.

A pieno regime
Il 26 Maggio presso il Cosmodromo di Baikonur, si è svolto il rollout della Soyuz TMA-09/35S e del suo vettore dal loro hangar, con destinazione il Gagarin Launch Pad. L'equipaggio, formato dal comandante della Soyuz Fyodor Yurchikhin alla sua quarta missione, dalla Dr.ssa Karen Nyberg alla sua seconda missione e dal rookie Maggiore Luca Parmitano dell'Agenzia Spaziale Europea, ha partecipato ai consueti rituali pre-lancio.
I cosmonauti sono stati svegliatialle 12:01 GMT del 28 Maggio (18:01 locali) e sono stati trasportati al building 254 per la procedura di vestizione delle tute. Alle 17:31 GMT sono saliti sul bus diretto al launch pad.
La Soyuz ha effettuato un lancio perfetto alle 20:31 GMT del 28 Maggio.

Le riprese televisive hanno mostrato l'equipaggio salutare dall'interno del Descent Module, oltre a due bamboline usate a mò di talismano appese nella cabina, che hanno iniziato a galleggiare quando l'astronave ha raggiunto le condizioni di microgravità orbitali. La capsula è stata collocata su di un'orbita iniziale di 230,1 x 189,9 km e di seguito ha concluso per la seconda volta nella storia, la manovra di aggancio veloce all'ISS di una Soyuz abitata, compiendo l'operazione in sei ore anziché nei consueti due giorni, andando ad agganciarsi al modulo russo Rassvet, con addirittura sei minuti di anticipo, alle 02:10 del 29 Maggio.
Dopo altre due ore, alle 04:14 GMT, sono stati aperti i portelli ed il complesso spaziale è tornato ad avere un equipaggio di 6 componenti.
Durante la cerimonia di benvenuto, l'attenzione è stata focalizzata dal look di Cassidy, con la testa rasata ed un vistoso pizzetto, in onore del collega italiano Parmitano.

Il 30 Maggio, l'equipaggio ha continuato a scaricare il materiale dalla Progress 51 iniziando ad occuparsi anche di quello della Soyuz appena arrivata. Cassidy ha svolto la sua undicesima sessione  di tredici previste, con l'esperimento BASS e Nyberg ha svolto un check sulle perdite della linea di alimentazione dell'azoto della camera di combustione del Multi-purpose Small Payload Rack situato all'interno del modulo giapponese Kibo. Vinogradov ha ripreso il suo lavoro con l'esperimento Kulonovskiy Kristall e Misurkin si è concentrato sull'esperimento sulle radiazioni Matryoshka. Parmitano ha postato su Twitter le sue prime impressioni sulla sua esperienza spaziale, ammettendo di desiderare di avere una migliore vena poetica per descrivere il primo tramonto osservato dall'orbita.

Nyberg ha completato la misurazione dell'isolamento termico della Gradient Heating Furnace (GHF) all'interno di Kibo, il 31 Maggio. Si tratta di una fornace a vuoto che contiene tre blocchi riscaldanti. Essa viene usata per esperimenti sulla crescita di cristalli di elevata qualità. Parmitano ha usato un flussimetro per rilevare la circolazione dell'aria nel US Segment della Stazione. Misurkin ha lavorato con l'esperimento per l'osservazione terrestre Relaksatsiya, che studia le reazioni chemioluminescenti nell'atmosfera e Vinogradov e Yurchikhin hanno continuato a scaricare la Progress 51 e la Soyuz rispettivamente.


Fonte: Spaceflight Magazine/British Interplanetary Society

Foto (C) di NASA/JSC/KSC

1) (10 Maggio 2013) Terry Virts (in primo piano) e Samantha Cristoforetti (sullo sfondo) hanno testato nella piscina del Neutral Buoyancy Laboratory del Johnson Space Center, le procedure e le tecniche in supporto all'imminente attività extraveicolare che avrebbero tenuto il giorno seguente i colleghi sull'ISS, per la riparazione del circuito di refrigerazione ad ammoniaca.

2) (11 Maggio 2013) Chris Cassidy (SX) e Tom Marshburn durante le riparazioni del circuito di refrigerazione dell'ISS.

3) (29 Maggio 2013) Luca Parmitano fa il suo ingresso nell'International Space Station.
« Ultima modifica: Lun 01/09/2014, 21:55 da Luca »
Luca Frigerio
 - Socio e Consigliere ISAA
 - STRATOSPERA PROJECT Supporter