ForumAstronautico.it

Seconda eiezione PIU' VELOCE mai avvenuta? Mach 2.67 a 18.000 metri

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Qualcuno ha forse letto la notevole esperienza toccata al collaudatore russo Alexander Konovalov nell'Agosto 1981?

Lo si è venuto a sapere (mi sembra) grosso modo nell'estate 1999, e solo nel numero di Marzo 2000 di "Air Force Monthly" è arrivato un articolo al riguardo  -  all'epoca io l'acquistavo in modo ormai discontinuo, e l'avventura trascritta dal giornalista Alan Dawes è riportata (leggermente modificata) in questo link:

http://www.flightgear.dk/mach26eject.htm

Probabilmente superata solo dall'involontaria uscita da un SR-71 a Mach 3.18 e quasi 24.000 metri nel Gennaio 1966.  Quella volta un catastrofico incidente portò alla frantumazione, vera e propria, dell'aereo e causò la morte di un aviatore  -  l'altro (il pilota) sopravvisse.
Qui invece si trattò di un'eiezione voluta e correttamente eseguita, e anche se il seggiolino eiettabile KM-1M non arriva agli estremi limiti come può fare l'ancor migliore K-36 (entrambi della Zvezda), nella circostanza si comportò impeccabilmente.

Buona visione  ,   Frank.

Offline paolo137

  • *
  • 2.759
  • I'm just here so I don't get fined
Meno male: temevo fosse un post di mia moglie... :undecided: :oops:
Death Wears Bunny Slippers
Il tenente Ripley non era sul LM

Meno male: temevo fosse un post di mia moglie... :undecided: :oops:
in che senso?  :help:
« Ultima modifica: Gio 22/01/2015, 16:48 da ScullyLover »

Ehm penso che sia un gioco di parole tra eiezione ed .....
e cmq sempre di eiezione si tratta...

 :grin: :grin: :grin: :grin: :death: :death:

Sarebbe interessante un raffronto tra la forza del windblast che ha agito sul pilota Russo all'attimo dell'uscita dall'abitacolo, con quella che quasi demolì il pilota collaudatore della North America Aviation, F. Smith nel Febbraio 1955 all'uscita da un F-100 Super Sabre che filava giù in verticale verso il mare.
Lasciando da parte per il momento il fatto dell'abbigliamento/equipaggiamento, che pure ha importanza:

*  Per Konovalov:  tuta pressurizzata VKK-6M, tuta condizionata VK-3M, casco ermetico a pressione GSh-6A, e seduto su un KM-1M ad alte prestazioni;
*  Per Smith:   tuta di volo leggera assolutamente standard, salvagente B-5, casco standard "aperto" (forse un P-4 con visore abbassabile?),  seduto su un seggiolino di tipo balistico PRIVO di pacco-razzi    -  non paragonabile affatto al seggiolino sovietico.

Quindi   - non considerando il fattore Protezione Passiva -   mi domandavo se un lancio a più di Mach 2.6 nell'atmosfera dei 18.000 metri, sottopone a più sforzo o a meno sforzo di un lancio "solo" a Mach 1.08  nell'aria densa dei 1.500 metri.
Quasi certamente Smith non si sarebbe massacrato come invece gli toccò, se avesse indossato indumenti paragonabili a quelli di Konovalov.  Ma, per il rimanente?
Qualche Expert del forum sa rispondere?  Thanks!   Frank.