ForumAstronautico.it

Re:“Astrosamantha – La donna dei record nello spazio” il docu-film

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Sarebbe bastato far rileggere il "copione" a qualcuno che avesse qualche conoscenza sull'argomento per evitare errori veramente imbarazzanti, come quello sulla nuova "zona di lancio" americana e soprattutto aver qualche consiglio su come dare un senso alla "trama".

Infatti. Bastava un po' di buon senso (o d'umiltà) a suggerire la necessità di un consulente decente,  e non credo che il problema fosse economico, visto che avrebbero potuto trovare anche semplici volontari all'altezza...

Aggiungo un'altra piccola delusione: immaginavo di potermi godere sul grande schermo quelle immagini meravigliose della vista che si gode dalla ISS, qualcosa nel film c'era ma troppo poco, e i video delle riprese terrestri troppo accelerate. I vostri video timelapse sono cento volte meglio  :yes:

Offline RikyUnreal

  • SpaceHumor & IU4APB
  • *
  • 4.554
  • Deeply Fallen In Love
    • http://www.facebook.com/RikyUnreal
    • https://plus.google.com/113216210094336701508
    • @RikyUnreal
    • Il mio sito
Tranquilli, spero di avere presto l'occasione di consolarmi con questo

« Ultima modifica: Gio 03/03/2016, 10:00 da RikyUnreal »
  

il 50% di me ha provato una cosa... e l'altro 50% tutt'altra.
Mi spiego meglio.

Da appassionato di astronautica, da conoscitore, non perfetto, della missione di Samantha, il docu-film non mi è piaciuto, ma perché, e forse le aspettative erano tante, avrei preferito vedere ed approfondire le attività addestrative o la giornata tipo sulla Stazione Spaziale, come ad esempio come programmano la giornata, che attività ed esperimenti fanno, come passano il tempo libero, un tour della ISS (anche se già visto, ma guardato sul grande schermo sarebbe stato tutt'altro!) etc.
L'intervista a Ceresola mi aveva a portato a navigare con l'immaginazione... forse troppo!
Me lo immaginavo che la maggior parte del film era tratta dal video passato qualche mese fa... ma mi immaginavo qualcosa di più...

L'altro 50% vedeva però l'attività divulgativa del film.
Ieri, solo noi dell'associazione di astronomia eravamo in 20, insieme a noi c'erano altre 40 persone, ed ho potuto vedere, con grande stupore, molte famiglie con i propri figli.
Interessati e curiosi!
In sala non volava una mosca!

Anche qui c'era però qualche imperfezione... mi è capitato di sentire "Papà ma che cosa hanno detto?" ed il papà purtoppo ha dovuto inventare la risposta... specialmente durante i dialoghi in inglese, russo... potevano scriverci due sottotitolini...

Davide "Ciccio" Cirioni
A.V.D.A. Vigevano
www.avdavigevano.com
-------------------------------
Tessera ISAA n°107

Offline fil0

  • Operations Officer
  • *
  • 8.861
    • https://google.com/+FilippoMagni
    • @fil0
Ho trovato il prezzo del biglietto (11€) non proporzionato alla qualità del montaggio e della narrazione; come già fatto notare, mi hanno deluso in particolare la mancanza di cura nel montaggio e nella logica della narrazione: stacchi drastici, effetti sonori e musiche un po' casuali, inserti video di bassa qualità (EVA, training di sopravvivenza...), mancanza di sottotitoli o descrizione degli intervistati.
Ho apprezzato invece le scene girate in Russia e quelle un po' più personali, per così dire quelle meno di rappresentanza, che comunque riprendono quanto già mostrato nel documentario televisivo.
« Ultima modifica: Gio 03/03/2016, 15:30 da fil0 »
Filippo Magni
ISAA member: n. 50

Offline Saimoncis

  • *
  • 1.857
  • Accendi! ...Io controllo se funziona!
Andati anche noi...
Non sappiamo bene cosa e perchè ma siamo usciti un pochino delusi.
Ma rileggendo qua concordo su tutto quello già detto.

Peccato per Sam X248, che di sicuro sbircerà questo thread.
A Fermo il biglietto almeno era setteuroecinquanta.
 :)

ps: certo che non ci accontentiamo mai, eh? Sempre critici...  :nerd:
Cènt cò, cènt cràp, cènt cùl, dusènt ciàp!