ForumAstronautico.it

Mattoni di Luna Attraverso il progetto RegoLight

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline lux

  • *
  • 174
Mattoni di Luna Attraverso il progetto RegoLight
« il: Gio 04/05/2017, 21:42 »
http://www.asi.it/it/news/mattoni-di-luna

con video

http://www.esa.int/spaceinvideos/Videos/2017/03/3D-printing_moondust_bricks_with_focused_solar_heat

un mattone  in 5 ore ..  su tutto va per il verso giusto, serve poi una economia di scala.. senno' addio speculazione edilizia  :mrgreen:
Ma .. non e' quello che avevano fatto vedere , quando avevano presentato il progetto moon village. In quel caso parlavano di stampanti 3D ben piu' grosse
con le quali ricoprire di regolite degli habitat artificiali.

Con questi "mattoni" si potrebbe risolvere la problematica delle radiazioni ?
 
 
L' universo è un mondo fantastico

Re:Mattoni di Luna Attraverso il progetto RegoLight
« Risposta #1 il: Ven 05/05/2017, 20:28 »
Ben pressati e soprattutto ben impacchettati in involucri protettivi... la regolite lunare è estremamente tagliente e i residenti di queste "case lunari" non devono assolutamente inalarne le particelle. Anche considerando che l'interno dell'"edificio" andrebbe adeguatamente pressurizzato, e quindi le particelle di regolite resterebbero in sospensione nell'aria. L'eventuale inalazione di particelle di regolite potrebbe avere conseguenze disastrose.

Re:Mattoni di Luna Attraverso il progetto RegoLight
« Risposta #2 il: Ven 05/05/2017, 20:54 »
Ma credo che più che altro la regolite farebbe da rivestimento esterno.
Ipotizzando un modulo metallico o un igloo gonfiabile Bigelow,la regolite andrebbe a rivestire la struttura,neanche direttamente,ma a contatto di qualche ulteriore strato esterno.

Offline lux

  • *
  • 174
Re:Mattoni di Luna Attraverso il progetto RegoLight
« Risposta #3 il: Sab 06/05/2017, 10:42 »
Ben pressati e soprattutto ben impacchettati in involucri protettivi... la regolite lunare è estremamente tagliente e i residenti di queste "case lunari" non devono assolutamente inalarne le particelle. Anche considerando che l'interno dell'"edificio" andrebbe adeguatamente pressurizzato, e quindi le particelle di regolite resterebbero in sospensione nell'aria. L'eventuale inalazione di particelle di regolite potrebbe avere conseguenze disastrose.

oh.  si ..  sentivo dire che sono altamente tossiche ..  ma tanto anche ...
L' universo è un mondo fantastico

Offline lux

  • *
  • 174
Re:Mattoni di Luna Attraverso il progetto RegoLight
« Risposta #4 il: Sab 06/05/2017, 10:45 »
Ma credo che più che altro la regolite farebbe da rivestimento esterno.
Ipotizzando un modulo metallico o un igloo gonfiabile Bigelow,la regolite andrebbe a rivestire la struttura,neanche direttamente,ma a contatto di qualche ulteriore strato esterno.

che e' il progetto che citava worner...
cmq a parte la regolite.. si parlava anche del suolo marziano.   non che magari fosse meno tossico eh... ma anche in quel caso credo che servirebbero delle "camere" interne da pressurizzare
L' universo è un mondo fantastico

Offline IK1ODO

  • *
  • 5.634
  • Don't Panic
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Mattoni di Luna Attraverso il progetto RegoLight
« Risposta #5 il: Sab 06/05/2017, 12:34 »
Ho fatto una domanda sulla polvere lunare a Charles Duke, una settimana fa. Gli ho chiesto se è un fastidio o un vero problema. Lui dice che è un vero problema, perchè si attacca a tutto per attrazione elettrostatica, non essendoci in giro molecole d'acqua. Immagino che in un ambiente abitativo la cosa possa essere tenuta sotto controllo con airlocks che effettuino una pulizia delle tute a lama d'aria, e con opportuni umidificatori all'interno.
Le macchine che dovranno lavorare la regolite avranno anche altri problemi: la polvere è altamente abrasiva, essendo i granuli a spigoli vivi. Comunque l'esperimento dei mattoni cotti al Sole è molto interessante.
It is difficult to make predictions, especially about the future (Niels Bohr)

Offline lux

  • *
  • 174
Re:Mattoni di Luna Attraverso il progetto RegoLight
« Risposta #6 il: Sab 06/05/2017, 16:31 »
Ho fatto una domanda sulla polvere lunare a Charles Duke, una settimana fa. Gli ho chiesto se è un fastidio o un vero problema. Lui dice che è un vero problema, perchè si attacca a tutto per attrazione elettrostatica, non essendoci in giro molecole d'acqua. Immagino che in un ambiente abitativo la cosa possa essere tenuta sotto controllo con airlocks che effettuino una pulizia delle tute a lama d'aria, e con opportuni umidificatori all'interno.
Le macchine che dovranno lavorare la regolite avranno anche altri problemi: la polvere è altamente abrasiva, essendo i granuli a spigoli vivi. Comunque l'esperimento dei mattoni cotti al Sole è molto interessante.

si si... Un vero problema.   Quasi una piaga.

http://gaianews.it/scienza-e-tecnologia/spazio/la-luna-e-tossica-23132.html#.WQ3dh4epVDs

L' universo è un mondo fantastico