ForumAstronautico.it

La scelta più difficile della mia vita: iniziare fisica a 26 anni?

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Salve a tutti, malgrado studio/lavoro/sono terribilmente appassionato di astronomia, non ho mai scritto su questo forum, prometto che cercherò di trovare il tempo di rendermi attivo.

Sarò breve, descrivendo me stesso. Le passioni per la meteorologia, l'astronomia e i terremoti sono le mie più grandi fin da sempre. Ho cercato di rendere la prima il mio lavoro, scrivendo su praticamente tutti i più importanti siti meteo nazionali, ed iscrivendomi subito dopo il liceo al corso di laurea in fisica a Torvergata. Per vari motivi, non è andata bene, essenzialmente perché dal secondo anno ho iniziato a lavorare proprio in uno di questi siti, con un contratto fisso.
Terminata con un tonfo la mia carriera in questi siti, anche se al tempo stesso ho continuato a curare il mio sito, scienzenotizie . it, dandomi anche molte soddisfazioni come il raggiungimento dei 101k su facebook ed i 5 milioni di accessi (no spam, non è mio interesse) mi sono iscritto al corso di laurea in scienze politiche, per proseguire questa mia passione nel campo della comunicazione online (non prendendo volutamente scienze della comunicazione, giudico questo percorso di laurea troppo monotematico a differenza di scienze politiche).
Ho continuato ad usare il telescopio, scrivere di divulgazione scientifica e soprattutto occuparmi di meteorologia, quando un anno fa la mia passione per la scienza è esplosa di nuovo in modo fragoroso, iniziando a collaborare con astronomitaly, la rete del turismo astronomico italiano, nell'ambito sia marketing che divulgativo (creo eventi e molto spesso io stesso, armato di celestron C8 non mio, vado a fare serate di divulgazione in campagna, montagna, agriturismi o cantine).

Da qui la decisione di proseguire scienze politiche fino al termine della laurea (mancano tantissimi esami, ma questo che sta iniziando per me sarà il sesto anno complessivamente trascorso all'uni, anche se come avrete intuito, tre anni non li ho praticamente fatti, due dei quali erano di "pausa lavoro") e forse la mia intenzione di ritentare fisica successivamente. So a cosa vado incontro, so la matematica quanto è difficile. Ho sempre amato la matematica, ed ho superato qualche esame nel mio primo anno a fisica (inglese, laboratorio di fisica 1, laboratorio di calcolo numerico, scritto di geometria), anche se la matematica di fisica non è quella liceale (concluso nel 2012, un'era fa). Il problema è che io dovrei concludere scienze politiche più o meno entro maggio 2019. Il 25 inoltre parto tre mesi per la Tunisia per un master Torno Subito in mediazione culturale per imparare francese ed arabo.

Quando finirò scienze politiche avrò già compito probabilmente 26 anni. Vale la pena ricominciare da capo il percorso universitario a questa età? Che prospettive? Consigli? Storie simili? Ho comunque oltre due anni per pensarci bene.

P.S. sono molto abile nel trovare lavoro, ho un buon cv, so molto bene l'inglese ed ho esperienze di lavoro su più campi (marketing, giornalismo, comunicazione, meteorologia, terzo settore). Ho la possibilità di fare carriera in astronomitaly. Ma nella vita non si può mai sapere. Ed ho timore del futuro.

P.S. 2. Visto che dovrei finire scienze politiche a metà del quarto anno, stavo pensando che non sarebbe una cattiva idea fare il master SIOI in istituzioni e politiche spaziali, coniugherebbe le mie passioni per marketing, astronomia e scienze politiche. A livello di tempistiche calza bene. Conosco bene la SIOI ed ho partecipato a Roma a tante esperienze di simulazioni diplomatiche. Ma vale la pena? Sono oltre 4000 euro di spesa.
Il master è questo, ditemi che ne pensate https://www.sioi.org/attivita/formazione-internazionale-master-corsi/master-politiche-spaziali/

Scusate, ho parlato una cifra!

Cieli sereni
« Ultima modifica: Sab 21/10/2017, 16:32 da knopflertemporalesco »

Ciao.
Io ti parlo da uno che nella vita ha fatto confusione; sono riuscito ad iscrivermi a Chimica Industriale, poi sono passato ad Economia e Commercio, e poi ho iniziato a lavorare perché mi cercavano nel settore commerciale, non terminando gli studi. Ma adesso me ne pento. E così anche dopo: da responsabile commerciale a commerciante, ad artigiano, ed ora informatico.
Il mio consiglio: prima di tutto, piglia una laurea. Finisci un percorso. Non fare come me, tutto parziale. Si forse (dicono) é sinonimo di intelligenza, ma non paga  :grin:
26 anni sono ancora pochi, puoi fare ancora tutto. Ma non farlo tutto assieme, é dispersivo. Concentrati su una cosa fino in fondo, quella che ti piace di più e dove ci sono più prospettive di lavoro nel paese dove vuoi risiedere. Perché anche il paese dove si lavorerà, é un bel dilemma ah beh veh
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)