ForumAstronautico.it

NASA Kilopower

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline IK1ODO

  • *
  • 5.816
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
NASA Kilopower
« il: Lun 20/11/2017, 09:37 »
La NASA continua lo sviluppo di un reattore nucleare a fissione in grado di alimentare un habitat (ad esempio) marziano.
Il reattore è un progetto scalabile, con potenze di uscita da alcuni kW a centinaia di kW o forse MW.
Il reattore è molto compatto, alimentato a uranio arricchito, circondato da un riflettore di neutroni in berillio e moderato con una singola barra di carburo di boro. Il raffteddamento è tramite tubi di calore (heath pipes), che alimentano motori Stirling (forse sei), ognuno con un'uscita nell'ordine del centinaio di W.
Verrà testato sotto vuono nel deserto del Nevada.

Further info on https://www.nasa.gov/directorates/spacetech/feature/Powering_Up_NASA_Human_Reach_for_the_Red_Planet :) c'è anche un filmato, piuttosto pubblicitario.

Sperando di vedere di nuovo la scritta



sul pannello di controllo di un veicolo spaziale ;)
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Offline Biduum

  • *
  • 6.320
  • MiniMe
Re:NASA Kilopower
« Risposta #1 il: Lun 20/11/2017, 10:45 »
Questa notizia riporta in auge l'annuncio di qualche tempo fa (parecchio) di Loockheed Martin per un reattore compatto/portatile.

Offline IK1ODO

  • *
  • 5.816
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:NASA Kilopower
« Risposta #2 il: Lun 20/11/2017, 12:05 »
Mi sembra tutto ancora sperimentale, ma almeno la sperimentazione va avanti. Puntano a un TRL di 5.
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:NASA Kilopower
« Risposta #3 il: Lun 20/11/2017, 14:00 »
Questa notizia riporta in auge l'annuncio di qualche tempo fa (parecchio) di Loockheed Martin per un reattore compatto/portatile.

Lockheed voleva o quantomeno annunciava di voler sviluppare un reattore a fusione però, uno stellarator se non sbaglio.
La tecnologia per un reattore compatto e le sfide tecniche da affrontare per ottenerla possono senza dubbio portare a risultati e vantaggi importanti in altri campi, però essendo di natura molto pratico non posso fare a meno di domandarmi che senso abbia per la Nasa impegnarsi in questa sfida col budget risicato che ha.
Prima bisogna riuscire a portare sulla superficie qualcosa di più grosso di una tonnellata.