ForumAstronautico.it

Eccesso di positroni nei raggi cosmici

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline DOOOOD

  • *
  • 209
Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« il: Mer 22/11/2017, 09:12 »
Vi segnalo un bell'articolo che spiega in maniera chiara perchè nel 2008 la rilevazione di positroni in eccesso nei raggi cosmici ha suscitato scalpore, e perchè l'analisi delle emissioni di una coppia di pulsar (completata in uno studio molto recente) ha portato a scartare l'ipotesi più accreditata che siano proprio le pulsar le responsabili dei positroni in eccesso.

Lasciando aperta la strada a teorie più audaci su materia oscura ed altro..

https://oggiscienza.it/2017/11/21/antimateria-eccesso-raggi-cosmici-possibile-origine-esotica/
« Ultima modifica: Mer 22/11/2017, 10:22 da DOOOOD »
« A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi Gamma
« Risposta #1 il: Mer 22/11/2017, 10:21 »
Occhio al titolo: i raggi cosmici (essenzialmente protoni) e i raggi gamma (fotoni) sono cose piuttosto diverse.
La faccenda è molto intrigante, sprattutto lo spettro di energia dei positroni non è quello atteso. Si cominciano ad eliminare candidati come le pulsar vicine; è un campo che richiede anni di acquisizione dati e studi, ci va molta pazienza.
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Offline DOOOOD

  • *
  • 209
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #2 il: Mer 22/11/2017, 10:23 »
grazie, ho corretto!

parlavo di raggi cosmici (o meglio ne parla l'articolo)
« A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #3 il: Sab 25/11/2017, 13:23 »
Una oscurità, l'ignoranza, che chiama in causa un'altra oscurità, la materia oscura, frutto della prima.
Ormai la materia oscura è sinonimo di "non sappiam che pesci prendere". Ma è così difficile dire "non sappiamo rispondere"?

Per cronaca:
http://www.media.inaf.it/2017/09/07/fotoni-assioni-prl/
« Ultima modifica: Sab 25/11/2017, 13:27 da Peter Pan »
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #4 il: Sab 25/11/2017, 14:28 »
Per ora degli assoni non v'è alcuna traccia, almeno non di quelli solari - http://cast.web.cern.ch/CAST/
Tutti cercano disperatamente una nuova fisica che renda conto delle osservazioni, ma gli indizi sono molto deboli.
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #5 il: Dom 26/11/2017, 22:57 »
Pochi giorni fa un astronomo svizzero, Andre Maeder, ha pubblicato su The Astrophysical Journal uno studio secondo il quale - superando il concetto dell'invarianza di scala nel vuoto cosmico - si potrebbero derivare i fenomeni che hanno indotto ad ipotizzare materia ed energia oscura, rimanendo nell'alveo del modello standard delle particelle.
In buona sostanza, le componenti "oscure" non esisterebbero, restando sufficiente la fisica conosciuta a spiegare tali fenomeni.
Allo stato, a parte l'articolo pubblicato http://iopscience.iop.org/article/10.3847/1538-4357/aa92cc ho trovato un solo riferimento su http://www.universoastronomia.com/2017/11/24/tesi-rivoluzionaria-materia-ed-energia-oscura/

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #6 il: Lun 27/11/2017, 01:51 »
Interessante, si avvicina molto alla radice dei miei dubbi. :-D
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!

Offline DOOOOD

  • *
  • 209
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #7 il: Lun 27/11/2017, 08:25 »
Pochi giorni fa un astronomo svizzero, Andre Maeder, ha pubblicato su The Astrophysical Journal uno studio secondo il quale - superando il concetto dell'invarianza di scala nel vuoto cosmico - si potrebbero derivare i fenomeni che hanno indotto ad ipotizzare materia ed energia oscura, rimanendo nell'alveo del modello standard delle particelle.
In buona sostanza, le componenti "oscure" non esisterebbero, restando sufficiente la fisica conosciuta a spiegare tali fenomeni.
Allo stato, a parte l'articolo pubblicato http://iopscience.iop.org/article/10.3847/1538-4357/aa92cc ho trovato un solo riferimento su http://www.universoastronomia.com/2017/11/24/tesi-rivoluzionaria-materia-ed-energia-oscura/

lo scrivo 'sottovoce', ma sono sempre stato molto scettico verso materia oscura/energia oscura (la citazione scelta in firma è indicativa) e da anni esamino (riassunti di) teorie alternative al modello standard che possano spiegare le osservazioni senza ricorrere a questi due enti aggiuntivi.

Questa di Maeder sembra promettente, ma bisogna vedere che riscontro avrà dalla comunità scientifica..

« A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #8 il: Lun 27/11/2017, 08:52 »
Le evidenze per qualcosa che faccia la funzione della materia oscura sono fortissime; quasi altrettanto per l'energia oscura. Vedremo come verrà accolto l'articolo di Maeder. Ho cercato un preprint, ma non l'ho trovato. Ho anche paura che sia un pò troppo tecnico per un non-fisico.
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #9 il: Lun 27/11/2017, 23:07 »
Vedremo come verrà accolto l'articolo di Maeder. Ho cercato un preprint, ma non l'ho trovato. Ho anche paura che sia un pò troppo tecnico per un non-fisico.

Molto nascosto, ho reperito su Arxiv il preprint qui https://arxiv.org/pdf/1710.11425.pdf
Come da te correttamente intuito, da non fisico ho dovuto gettare la spugna dopo l'interessante introduzione.
Un commento per non addetti ai lavori si trova poi sul sito dell'Università di Ginevra: https://www.unige.ch/communication/communiques/en/2017/cdp211117/

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #10 il: Mar 28/11/2017, 09:05 »
Sì, già il concetto stesso di invarianza di scala mi trova impreparato. Bisognerà che qualcuno ce lo spieghi.
Un'altra cosa che non mi è chiara è se Maeder faccia qualche previsione verificabile. A quel punto diventerebbe davvero interessante.
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Offline DOOOOD

  • *
  • 209
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #11 il: Mar 28/11/2017, 09:42 »
Sì, già il concetto stesso di invarianza di scala mi trova impreparato. Bisognerà che qualcuno ce lo spieghi.
Un'altra cosa che non mi è chiara è se Maeder faccia qualche previsione verificabile. A quel punto diventerebbe davvero interessante.

essendo un concetto anche solo matematico sono più preparato xd pensa ai frattali..

https://it.wikipedia.org/wiki/Invarianza_di_scala

Introducendo l'invarianza di scala per lo spazio vuoto come ipotesi (un ipotesi sensata direi, visto che nello spazio vuoto non c'è nulla per definire una scala...quindi supporre l'invarianza sembra lecito), Maeser giunge alla conclusione che l'Universo accelera l'espansione con dei passaggi teorici che francamente non ho capito (e quindi esclude l'energia oscura dal suo modello fisico) ... questo è il sunto molto semplicistico del suo primo articolo già pubblicato da mesi

Nel lavoro che avete linkato invece, sempre ferma questa ipotesi di invarianza, dimostra che la materia oscura non è necessaria per spiegare le velocità orbitali delle galassie ellittiche , e tutta una serie di fenomeni che giustificavano INDIRETTAMENTE l'esistenza della Materia Oscura

Devo ancora provare a leggermi il nuovo lavoro, ma sicuramente non andrò molto oltre l'abstract

« A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #12 il: Mar 28/11/2017, 10:13 »
Hai ragione dooood, conosco l'invarianza di scala dei frattali, non capivo cosa c'entrasse con lo spazio vuoto. Dopo... mi perdo :)
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #13 il: Gio 30/11/2017, 22:07 »
Pubblicati su Nature i risultati della prima misurazione del flusso di elettroni e positroni cosmici di altissima energia, nell'ambito della ricerca sulla elusiva materia oscura.
I dati provengono dalla collaborazione cino-italo-svizzera che ha progettato il satellite Dampe, partito il 17 dicembre 2015 dalla base di lancio cinese Jiuquan Satellite Launch Center nel deserto del Gobi, e che orbita a una quota di circa 500 km.
L'analisi mostra un repentino decrescere del flusso di elettroni e positroni ad energie superiori a 0.9 TeV, come illustrato oggi nell'articolo Media INAF http://www.media.inaf.it/2017/11/30/materia-oscura-i-primi-dati-della-missione-dampe/
Tutte le opzioni restano pertanto sul tavolo, staremo a vedere...

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #14 il: Gio 07/12/2017, 22:59 »
L'ipotesi di Maeder comincia a riscuotere,  se non consenso, quantomeno seria attenzione da parte della comunità degli astrofisici.
Oggi su Media INAF è stata pubblicata una lunga intervista-commento al cosmologo Carlo Burigana https://www.media.inaf.it/2017/12/07/maeder-invarianza-scala/

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #15 il: Gio 07/12/2017, 23:44 »
È molto interessante, Maeder...
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Online sinucep

  • IZ3VJQ
  • *
  • 1.202
  • IZ3VJQ
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #16 il: Sab 09/12/2017, 04:03 »
Un paio di domande (da 1000 punti ciascuna):

1) ha senso parlare di "tempo vuoto" come si può parlare di spazio vuoto?
2) si può parlare di spazio-tempo vuoto?
3) secondo quanto dice Madeer anche il tempo sarebbe scala invariante?
4) e lo spazio-tempo sarebbe scala invariante?
Empy space is scale-invariant.

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #17 il: Sab 09/12/2017, 17:37 »
Francisco,

se leggi Rovelli, il tempo non esiste. E' una proprietà emergente dello spazio. Se leggi "La fisica del nulla. La strana storia dello spazio vuoto" di James Owen Weatherall scopri che non si può mai parlare di spaziotempo vuoto. E se il tempo (che non esiste) è una proprietà dallo spaziotempo stesso, sarà invariante pure lui :)

Il punto è che non capisco come Maeder passi dalle invarianze di scala ai problemi coscmologici. Dopo tre righe mi perdo.
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #18 il: Sab 09/12/2017, 18:02 »
Non vorrei sforare, ma i dati sull'espansione dell 'universo, non derivano da uno shift verso il rosso dominante negli oggetti lontani? Al punto che dall'orizzonte dell'universo arriva solo infrarosso?
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #19 il: Sab 09/12/2017, 18:16 »
sì, certo, e allora?
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #20 il: Sab 09/12/2017, 18:33 »
Mi sono sempre chiesto: il fotone ha vita infinita in assenza di interazioni?
Per il nostro modello ok, ma in realtà come possiamo esserne sicuri?
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #21 il: Sab 09/12/2017, 18:51 »
Per il fotone il tempo non esiste, è fermo. Per quel che ne sappiamo non decade in alcun modo. C'è la possibilità che si trasformi in ipotetici assoni in presenza di forti campi magnetici, ma esperimenti come CAST non hanno trovato nulla - https://en.wikipedia.org/wiki/CERN_Axion_Solar_Telescope
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #22 il: Sab 09/12/2017, 21:02 »
Be', possiamo essere sicuri che ha una vita di almeno tredici miliardi di anni. Per noi sarebbe come l'infinito. Ma se perdesse naturalmente frequenza fino a dissolversi dopo aver percorso i fatidici 13,x miliardi di anni luce? La mappa infrarossa del campo lontano misura 13By in ogni direzione? Ovviamente entrerebbe in gioco anche l'effetto Doppler, ma come componente supplementare.
Ipotesi che è stata sicuramente esclusa alle origini della spettroscopia, ma confesso la mia ignoranza.

« Ultima modifica: Sab 09/12/2017, 21:06 da Peter Pan »
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!

Online IK1ODO

  • *
  • 5.819
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #23 il: Sab 09/12/2017, 21:15 »
So che è stata esclusa con ottimi motivi, ma sinceramente non ricordo il dettaglio. Era l'ipotesi della "luce stanca".
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:Eccesso di positroni nei raggi cosmici
« Risposta #24 il: Sab 09/12/2017, 21:28 »
Thx, controllo.
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!