Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

La composizione chimica della Luna

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline IK1ODO

La composizione chimica della Luna
« il: Dom 24/03/2013, 16:30 »
Le teorie correnti sull'origine della Luna parlano dell'impatto di un planetoide contro la Terra, a velocità relativamente bassa. L'impatto staccò una grande massa di magma dalla crosta terrestre, e spedì in orbita i detriti. Questo materiale si condensò poi a formare il nostro satellite.
La Luna, si sa, è stata modellata da grandi impatti asteroidali, circa 3,5 miliardi di anni fa, mentre si stava raffreddando. Questi impatti hanno sfondato la crosta lunare, creando i cosidetti mari, che non sono altro che bacini riempiti di lava basaltica risalita dall'interno, a più riprese.
La superfice lunare è quindi fatta essenzialmente di anortositi, minerali relativamente leggeri che formano le montagne e gli altipiani lunari; e basalti, più pesanti e scuri, che formano i mari. Normalmente i basalti raccolti dagli astronauti delle missioni Apollo contengono inclusioni di gas, segno dell'attività vulcanica che li ha creati. Ecco due campioni:





La composizione delle rocce lunari è stata studiata molte volte, dal vivo grazie ai campioni raccolti e portati a terra, e dall'orbita lunare, tramite spettroscopia.
Da Terra è difficile fare cose del genere (specialmente con mezzi amatoriali), ma esaltando i colori di una fotografia si possono riconoscere le diverse zone. In particolare, i mari appaiono più rossastri o bluastri in funzione del contenuto di titanio nel basalto: blu se il contenuto supera il 7%, rossi se è meno del 2%, e poi via via per i gradi intermedi. Invece gli altopiani appaiono grigi, con le striature più chiare delle eiezioni ("eiecta") dagli impatti meteorici che hanno creato i grandi crateri recenti come Ticho.

Questa è una fotografia della Luna del 21 marzo, ripresa da Rivalta (TO). 106 pose di 1/640" a 400 ISO, poi addizionate con Avistack2 e processate con Registax6. Telescopio SW200/800, duplicatore di focale, Nikon D300s.



Il grande cratere al centro è Copernicus, il mare più azzurro alla destra è il Mare della Tranquillità, quello rossastro più in alto è il Mare della Serenità.
« Ultima modifica: Dom 24/03/2013, 19:15 da quasar »
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein
 

Offline Luca

  • TFNG Team - Testicula tacta, omnia pericula iacta!
  • *
  • 7.111
    • https://plus.google.com/u/0/
    • @Spazionauta
    • ISAA Council Member
Re:La composizione chimica della Luna
« Risposta #1 il: Dom 24/03/2013, 17:12 »
Grazie Marco!
Luca Frigerio
 - Socio e Consigliere ISAA
 - STRATOSPERA PROJECT Supporter
 

Offline IK1ODO

Re:La composizione chimica della Luna
« Risposta #2 il: Dom 24/03/2013, 17:22 »
Grazie Marco!

Grazie Luca, le domeniche di pioggia inducono ai post scientifici ;)
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein
 

Offline isapinza

Re:La composizione chimica della Luna
« Risposta #3 il: Mer 27/03/2013, 17:27 »
Grazie Marco!
---> Se quello che dico può essere interpretato in due modi ed uno dei due ti fa arrabbiare...intendevo il terzo *grin*
 

Offline IK1ODO

Re:La composizione chimica della Luna
« Risposta #4 il: Mer 27/03/2013, 17:36 »
Grazie Marco!

Ho fatto anche un post sul nostro blog, vedi http://circolopineroleseastrofilipolaris.blogspot.it/2013/03/la-composizione-chimica-della-luna.html
Ho scoperto che qualcuno ha pensato che io abbia colorato a manina i mari... ma no! ho solo esaltato il colore esistente, aumentando la saturazione. Insomma, la Luna è colorata, anche se non ce ne accorgiamo.
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein
 

Offline Ares Cosmos

Re:La composizione chimica della Luna
« Risposta #5 il: Gio 28/03/2013, 07:43 »
Lo dissero anche quelli di Apollo 8.
Visti e toccati di persona: A4, Apollo 10, Mir (mock up), Soyuz TM 34
Ares Cosmos, alias Starcruiser, alias PCC