ForumAstronautico.it

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10
1
 @Marco il motivo ci sarà sicuramente, sarebbe interessante capirlo  :yes:.

Per Marte sono stati ipotizzati degli estrattori atmosferici di metano per il refueling dei serbatoi, e quindi i thruster relativi debbono pur essere costruiti prima o poi; ma non credo che questa sia stata una motivazione alla base della scelta.
2
SpaceX / Falcon 9 - Koreasat 5A
« Ultimo post da Lupin il Ieri alle 22:21 »
Lancio previsto il 30 ottobre alle 19:34 GMT dalla rampa 39A di Cape Canaveral. Finestra di due ore e 24 minuti.

Static Fire programmato per il 26 ottobre.

Primo stadio nuovo (1042) e atterraggio su OCISLY. Il satellite sarà piazzato in GTO.

Il satellite è stato costruito da Thales Alenia Space su piattaforma 4000B2 ed ospita i più grandi particolari mai stampati 3D in Europa. Si tratta dei supporti in alluminio per le antenne della telemetria e della ricezione dei comandi. I supporti misurano 45 x 40 x 20 cm.

https://www.thalesgroup.com/en/worldwide/space/press-release/thales-alenia-space-build-koreasat-7-and-koreasat-5a-satellites

https://www.thalesgroup.com/en/worldwide/space/press-release/koreasat-5a-and-7-telecom-satellites-include-largest-3d-printed-parts

Il satellite verrà posizionato a 113 gradi Est prendendo il posto di Koreasat 5 (lanciato nel 2006 con uno Zenit 3SL) ed è equipaggiato con 36 transponder in banda Ku.

http://www.ktsat.net/coverage-map/

Il satellite ha lasciato l'aeroporto di Nizza lo scorso 4 ottobre arrivando a Cape Canaveral il giorno successivo.









3
NASA & settore aerospaziale USA / Re:È morto Paul Weitz
« Ultimo post da carmelo pugliatti il Ieri alle 22:18 »
Mi spiace moltissimo.
Gran equipaggio e grande missuone quella di Skylab-2 (Skylab-1 era il lancio del laboratorio).
4
NASA & settore aerospaziale USA / È morto Paul Weitz
« Ultimo post da Lupin il Ieri alle 22:12 »
Oggi ci ha purtroppo lasciati, all'età di 85 anni, l'astronauta Paul Weitz protagonista di due missioni spaziali fra gli anni '70 e '80.

Si tratta del quinto decesso quest'anno che quindi supera i quattro decessi del 2016.

Con la scomparsa di Weitz rimane in vita il solo Joseph Kerwin della prima missione abitata del laboratorio Skylab

RIP.

http://www.erienewsnow.com/story/36661377/astronaut-paul-weitz-dies-at-age-85-namesake-of-harbor-creek-high-stadium?clienttype=generic&smartdevicecgbypass
6
Galileo / Re:L’Ariane 6 lancerà i satelliti Galileo
« Ultimo post da Lupin il Ieri alle 21:50 »
Evviva.

7
AstronautiNEWS / Re:Bigelow ed ULA insieme in orbita lunare
« Ultimo post da henry il Ieri alle 20:48 »
sembra una buona soluzione se si vuol davvero ritornare sulla Luna.
8
Un altra considerazione necessaria è quella relativa alla durata di una missione su un avamposto in orbita lunare.
Non so se siano state fatte ipotesi in merito,ma secondo me a lume di naso un equipaggio non resterebbe lassù così tanti mesi come sulla ISS..non avrebbe senso una missione di sette mesi o di un anno,anche per il problema radiazioni.
Ricordiamo inoltre che questi avamposti non sarebbero occupati in permanenza come la ISS,ma verrebbero chiusi tra una missione e l'altra.
Di conseguenza un modulo gonfiabile che offrisse una buona schermatura sarebbe idoneo ad ospitare in sicurezza un equipaggio per uno-tre mesi.
9
Se gli strati sono divisi da materiale ad alto contenuto di idrogeno (come lo e' l'acqua e molte schiume poliuretaniche) allora e' efficace perche' genera meno radiazioni secondarie rispetto ai "grossi" nuclei degli atomi metallici.

Appunto.
Consideriamo poi la ricerca su nuovi materiali e schiume atte alla schermatura,che potrebbero venire in aiuto nel respingere le radiazioni.
E tutto questo farebbe già parte della struttura del modulo,un modulo perdipiù inflatabile (con tutti i vantaggi del caso).
Se si usasse un modulo metallico queste schermature dovrebbero essere sovraposte alla superfice del modulo,aggiungendo peso (peraltro è probabile che in questo caso gli strati sarebbero meno numerosi).
10
AstronautiNEWS / Re:Bigelow ed ULA insieme in orbita lunare
« Ultimo post da Peter Pan il Ieri alle 17:55 »


Che alla fine la Bigelow costruisca con i suoi moduli la deep space gateway(o futura stazione spazaile lunare) per conto della NASA?

Me lo auguro.
I dati sono sul piatto da anni:
1. Minor rapporto peso/volume
2. Occupano meno volume al momento del lancio
3. Maggiore resistenza contro i detriti
4. Maggiore schermatura alle radiazioni.

Mi sembra che non ci sia confronto con i metallici standard.
Trovo semplicemente assurdo non pensare di utilizzarli. Ovviamente la cautela impone un impiego graduale, che passi da architetture ibride.




Inviato dal mio ZTE A2017G utilizzando Tapatalk

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10