Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Dove sono loro ?

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pilgrim1

  • *
  • 5.335
Re:Dove sono loro ?
« Risposta #175 il: Ven 24/02/2017, 19:13 »
Su alcuni di questi concetti è bello allora anche flatlandia
"Please, dear God, don't let me fuck up." A. Shepard

ISAA member
BIS member

Stratogene

Re:Dove sono loro ?
« Risposta #176 il: Ven 24/02/2017, 19:24 »
non sempre, prendi gli aztechi loro facevano scorribande per prendere ostaggi cui immolare il cuore pulsante al dio sole

Io non sono sicuro che possa esistere una società senza matematica di tipo fiorente. E cmq non é così, i sacerdoti Atzechi erano detentori di una matematica formidabile, gestivano il calendario e le semine e le scorribande le facevano per regolare le nascite etc
Oggi guardavo un documentario sul canale Focus, il quale sosteneva che l'uomo é inferiore come sensi e prestazioni fisiche agli altri animali: non ha artigli, zanne, velocità, etc. Eppure ha preso il sopravvento netto. Quindi, su un pianeta con delle forme di vita, non c'é storia: quella che sviluppa il ragionamento logico prende il sopravvento.
« Ultima modifica: Mer 21/03/2018, 12:19 da Astro_Livio »
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)

Offline Lucio

  • *
  • 239
Re:Dove sono loro ?
« Risposta #177 il: Mar 28/02/2017, 15:48 »
Vi allego il link di un articolo interessante che da una spiegazione sensata del perché non si vedono macchine autoreplicanti in giro per la galassia.

https://il13mocavaliere.wordpress.com/2017/02/26/letica-degli-esploratori-dello-spazio-profondo/

Re:Dove sono loro ?
« Risposta #178 il: Mar 28/02/2017, 18:14 »
Probabilmente le prime sonde auto-replicanti ad incontrare una razza aliena,saranno le nostre...in un lontano futuro.

Offline DOOOOD

  • *
  • 291
Re:Dove sono loro ?
« Risposta #179 il: Gio 16/03/2017, 12:11 »
per gli appassionati del genere:

Citazione
Abstract

We examine the possibility that fast radio bursts (FRBs) originate from the activity of extragalactic civilizations. Our analysis shows that beams used for powering large light sails could yield parameters that are consistent with FRBs. The characteristic diameter of the beam emitter is estimated through a combination of energetic and engineering constraints, and both approaches intriguingly yield a similar result that is on the scale of a large rocky planet. Moreover, the optimal frequency for powering the light sail is shown to be similar to the detected FRB frequencies. These "coincidences" lend some credence to the possibility that FRBs might be artificial in origin. Other relevant quantities, such as the characteristic mass of the light sail, and the angular velocity of the beam, are also derived. By using the FRB occurrence rate, we infer upper bounds on the rate of FRBs from extragalactic civilizations in a typical galaxy. The possibility of detecting fainter signals is briefly discussed, and the wait time for an exceptionally bright FRB event in the Milky Way is estimated.

uno studio pubblicato da poco scaricabile qui: https://arxiv.org/abs/1701.01109

la visione di gigantesche vele planetarie e lo studio sulle frequenze necessarie per sospingerle è interessante, ed un po' inquietante
« A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »

Offline DOOOOD

  • *
  • 291
Re:Dove sono loro ?
« Risposta #180 il: Mer 21/03/2018, 09:36 »
http://www.media.inaf.it/2018/03/21/segnali-alieni-equazione-drake/

link ai commenti su uno studio circa la copertura di segnali elettromagnetici emessi da ipotetiche civiltà ET nella nostra galassia.
Viene proposta una sorta di limite superiore al limitedi N (numero civiltà che trasmettono) in base alle rilevazioni finora andate a vuoto ed all'estensione della Galassia

Pre print: https://arxiv.org/abs/1802.09399v2
« A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »

Offline IK1ODO

  • *
  • 6.241
  • S = -k log (W)
    • https://www.facebook.com/marco.bruno.927980
    • https://plus.google.com/113260597352108277456/posts
Re:Dove sono loro ?
« Risposta #181 il: Mer 21/03/2018, 11:05 »
scaricato, grazie
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein

Re:Dove sono loro ?
« Risposta #182 il: Mer 21/03/2018, 16:41 »
http://www.media.inaf.it/2018/03/21/segnali-alieni-equazione-drake/

link ai commenti su uno studio circa la copertura di segnali elettromagnetici emessi da ipotetiche civiltà ET nella nostra galassia.
Viene proposta una sorta di limite superiore al limitedi N (numero civiltà che trasmettono) in base alle rilevazioni finora andate a vuoto ed all'estensione della Galassia

Pre print: https://arxiv.org/abs/1802.09399v2

Interessantissimo grazie.
Continuo a pensare che,al netto di una relativa diffusione di forme di vita complesse, l'apparire su un pianeta di vita inteligente non sia poi così frequente.
Se ci pensate in milioni di anni sul nostro pianeta è apparsa un unica specie inteligente: la nostra.
Se in un certo delicato periodo del nostro sviluppo  vi fosse stata una di quelle periodiche estinzioni di massa che ogni tanto accadono,o se i dinosauri non si fossero estinti,la terra non avrebbe ospitato nessuna specie inteligente.
Finora i paleontologi non hanno trovato alcun esemplare che ragionevolmente avrebbe potuto evolversi in  "sapiens" (il miglior candidato era un certo piccolo dinosauro,che tuttavia in ogni caso non avrebbe mai sviluppato un cervello paragonabile al nostro).
Esistono con ogni probabilità migliaia di mondi ospitanti forme di vita variegate e complesse,nessuna delle quali inteligente.
Ma anche in caso in cui vi fossero specie senzienti su qualche pianeta non è scontato che sviluppino una forma di civiltà tecnologica complessa .
Noi l'abbiamo sviluppata da poco più di cento anni,e potevamo benissimo non svilupparla mai se la storia avesse preso una piega diversa e fossero prevalse altre logiche geopolitiche o religiose.
La tecnologia non è scontata; Nel III secolo AC,nel mondo Ellenistico  (il mediterraneo e l'oriente grecizzato dopo le conquiste di Alessandro) vi fu una rivoluzione scientifica e tecnologica (si veda "La Rivoluzione dimenticata", del Professor Lucio Russo).
Questa civiltà era in grado di realizzare meccanismi molto complessi e sofisticati come il famoso "calcolatore di Antykitera",ma anche di ideare macchine a vapore,automi,navi di dimensioni imponenti,fari,rudimentali pile elettriche,specchi e lenti di varia natura e dare vita a teorie scientifiche che sarabbero state "riscoperte" soltanto secoli dopo.
Se la rivoluzione scientifica del III secolo AC non innescò una civiltà tecnologica complessa ciò fu dovuto a contradizioni interne alla società Ellenistica ed alla conquista dei (allora) primitivi ma fortissimi Romani.
Una civiltà tecnologica evoluta sul nostro pianeta poteva non nascere affatto; pure avremmo avuto civilizzazioni umane sofisticate,complesse,ricche di arte e cultura  ma non tecnologiche.
Lo stesso potrebbe benissimo accadere ad altre specie inteligenti su altri pianeti: ad un dato momento della loro storia potrebbero aver abortito una civiltà tecnologica o semplicemente potrebbero non averla mai sviluppata.
Forse non è tanto la vita ad essere rara nell'universo,ma piuttosto civiltà inteligenti con società a tecnologia avanzata.

Offline Moon

  • "Houston, we've had a problem here"
  • *
  • 576
  • one, zero All engines running We have a lift-off
Re:Dove sono loro ?
« Risposta #183 il: Mer 21/03/2018, 18:32 »
Un ipotetica civiltà aliena avanti di secoli/millenni come potrebbe comunicare superando il limite della velocità della luce per comunicare con le loro astronavi? creare delle mini distorsioni spazio-temporali(i warp) per far passere le informazioni e riceverle da un punto al altro della galassia/universo?
"Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l'umanità."Neil Armstrong 1969
"Da quassù la Terra è bellissima, senza frontiere né confini"
Jurij Gagarin 1961