ForumAstronautico.it

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10
1
In arrivo un lancio russo in stile "indiano". Infatti, il Soyuz 2.1a, dotato di upperstage Fregat M, che decollerà da Baikonur (pad 31/6) il 14 luglio prossimo sarà diretto in orbita polare eliosincrona (come il PSLV) e trasporterà una vagonata di mini e nanosatelliti.

Il payload principale sarà  Kanopus-V-IK 1, del peso di 473 kg.
Kanopus-V (la V sta per "Vulkan") è una famiglia di satelliti per l'osservazione della terra a scopi civili (cartografici, ambientali, monitoraggio delle risorse e di disastri naturali) realizzati da NPO VNII Elektromekhaniki per conto di Roscosmos. Il primo satellite di questo tipo (Kanopus-V 1, per l'appunto) è stato lanciato il 22 luglio del 2012. Il secondo, più volte rinviato, è stato successivamente modificato e potenziato, diventando Kanopus-V-IK, dove IK sta per "Infra Krasny", ossia infrarosso. Infatti ai 3 payload di cui era originariamente dotato (1 camera pancromatica, con una risoluzione di 2,5 m e 2 camere multispettrali) è stato aggiunto un sensore ad infrarosso, per il rilevamento di incendi (risoluzione di 5 m) ed altro.

Ecco un rendering di come saranno alloggiati tutte e 77 sotto il fairing (Kanopus è quello in cima, quella cosa rotondeggiante alla base è l'upper stage Fregat):



Ed ecco l'elenco dei 76 compagni di Kanopus:

2) Flying Laptop - 120kg - Germania  (University of Stuttgart) - Dimostratore
3) WNISAT-1R - 40 kg - Giappone - Osservazione dei ghiacci artici e dell'atmosfera
4) NORSAT-1 - 30 Kg - Norvegia - Tracking navale
5) NORSAT-2 - 15 Kg - Norvegia - Tracking navale
6) TechnoSat - 18 kg - Germania (Technical University of Berlin) - Dimostratore
7-9) CICERO-1/2/3 - cubesat 6U - USA - Osservazioni climatiche e meteorologiche
10-11) Corvus-BC 1/2 - cubesat 6U - USA - Imaging multispettrale
12-15) Perseus-O 1/2/3/4 - cubesat 6U - Russia - Imaging multispettrale
16-17) MKA-N 1/2 - cubesat 6U - Russia - Imaging multispettrale
18) NanoACE - cubesat 3U - USA - Dimostratore
19) Mayak - cubesat 3U - Russia  (Moscow Polytechnic University) - Dimostratore
20) Iskra-MAI- 85 - ? - Russia (Moscow Aviation Institute) - Educativo
21) Ekvador UTE-YuZGU - ? - Russia (Kursk South-Western State University) - Educativo
22-69) Flock 2k 1/.../48 - cubesat 3U - USA (Planet Labs) -  Osservazione della terra
70-77) Lemur-2 42/..../49 - cubesat 3U - USA - Meterologia e tracking navale

Un buon numero di questi satelliti (non si sa bene quali) fanno parte della Missione 11 di ISILaunch (la sussidiaria per i lanci di cubesat di ISIS).

Tra le cose degne di nota di questo volo c'è il cubesat Mayak, un progetto finanziato attraverso il crowdfunding, promosso da Alexander Shaenko, ingegnere aerospaziale che ha lavorato all'Angara, che ha coinvolto l'università di Mosca e una serie di studenti, appassionati di making, entusiasti di astronautica (tipo chi sta leggendo  :tease:), per dimostrare che lo spazio è diventato più vicino e oggi è possibile per un gruppo di amici e lanciare  un vero satellite.

маяк, in russo significa "beacon", "faro". Se tutto andrà secondo i piani il cubesat, una volta in orbita, rilascerà una "vela" a forma di tetraedro con lati di 4m2 che servirà per dimostrare una tecnica di deorbiting. La vela, però, è realizzata in un materiale metallico fortemente riflettente, con lo scopo di rendere visibile il satellite ad occhio nudo. In teoria, dovrebbe apparire in cielo come un oggetto di magnitudine -10 (!)  :nerd: Staremo a vedere. Eccone, per ora, una rappresentazione artistica:



Il 9 giugno scorso Roscosmos ha annunciato l'arrivo di Kanopus-V-IK 1 a Baikonur.



(Il container di sinistra ha l'emblema del produttore, NPO VNIIEM)

Da Roscosmos e da Baikonur ci arrivano anche le immagini inedite della preparazione dell'upperstage e del suo trasporto al luogo in cui sarà rifornito di propellenti. Da vedere per gli amanti del genere. Assolutamente da non perdere è l'originalissimo sistema propulsivo del vagone che si vede verso la fine.  :tease:

2
CNSA / Re:Lunga Marcia 5 Y2 - Shijian 18
« Ultimo post da robmastri il Oggi alle 07:40 »
Video (accelerato) del rollout

3
Dragon / Re:Falcon 9 - Dragon CRS-11
« Ultimo post da Lupin il Oggi alle 06:45 »
Nel frattempo è stato attivato NICER.

4
Dragon / Re:Falcon 9 - Dragon CRS-11
« Ultimo post da robygun il Oggi alle 06:26 »
Fa tanto funerale vichingo, mancano solo le fiamme..
5
Dragon / Re:Falcon 9 - Dragon CRS-11
« Ultimo post da Lupin il Oggi alle 01:21 »
Wow!
6
Dragon / Falcon 9 - Dragon CRS-11
« Ultimo post da _nick_ il Oggi alle 00:23 »
Hanno dovuto sospingere ROSA via dal braccio della stazione perché non si richiudeva più.

7
Dragon / Re:Falcon 9 - Dragon CRS-11
« Ultimo post da Lupin il Oggi alle 00:02 »
Confermati tre test totali di srotolamento. Comunque anch'io sapevo del l'impossibilità di srotolarlo più di una volta. Boh?
8
Area studenti - spazio accademico / Re:ingegneria robotica?
« Ultimo post da Acris il Ieri alle 22:49 »
Michael, non è che devi infierire se uno ci mette tre anni a finire il liceo!  :badmood:

Io ce ne ho messi due...  :oops:
9
SpaceX / Re:Falcon 9 - BulgariaSat-1
« Ultimo post da Astro_Livio il Ieri alle 22:15 »
Sarebbe stato bello vedere il filmato dell'atterraggio al cardiopalma.  :nerd:

 
Conclusioni (imho of course): a pochi secondi dal touchdown, il software si è avveduto che la traiettoria puntava off-target, e sono stati azionati correttori di spinta laterale, che hanno bruscamente deviato verso destra lo stadio.

E' per questo che Musk ha citato il colpo di vento, il software non deve "avvedersi" nell'ultimo tratto, la correzione é continua e costante
10
SpaceX / Re:Falcon 9 - BulgariaSat-1
« Ultimo post da fullguns il Ieri alle 21:38 »
In attesa del responso dalla telemetria, tre immagini sembrano indicative della modalità di discesa:
- a pochi secondi dall'appontaggio, l'inequivocabile forma circolare impressa dai retrorazzi nella zona di mare a sinistra della chiatta;
- la posizione finale dello stadio, inusualmente e decisamente decentrata, sulla parte destra del ponte;
- l'evidente "strisciata" lasciata dai gas combusti da sinistra a destra  sul ponte.

Conclusioni (imho of course): a pochi secondi dal touchdown, il software si è avveduto che la traiettoria puntava off-target, e sono stati azionati correttori di spinta laterale, che hanno bruscamente deviato verso destra lo stadio.
SE davvero questa fosse la ricostruzione corretta, un plauso va ai progettisti dei sistemi di controllo e ai programmatori del software che gestisce il rientro!
Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10