Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10
1
Non esplode nulla, tanto per cominciare. Per farlo la sua atmosfera dovrebbe essere d'ossigeno (comburente) e la vita dell'astro sarebbe piuttosto breve perché il primo fulmine naturale o la caduta di un micrometeorite trasformerebbe l'astro in una massa d'acqua con atmosfera di anidride carbonica, ovvero penso ad un astro d'acqua gassata. :embarrassed:

In natura Titano è un coacervo di idrocarburi solidi, liquidi e gassosi, quindi la sua fisica può essere comparata ad un astro di petrolio, che è un idrocarburo.

Ma suppongo che se potesse esplodere, una comune navicella non potrebbe atterrare, o esploderebbe, giusto?
E lo stesso pianeta non potrebbe esplodere completamente, se il mare di petrolio esplodesse?
2
Funziona anche da dispositivo Mobile?
3
Sì Rob, le affermazioni dei complottisti sono un'occasione per approfondire molti dettagli tecnici e storici del programma Apollo. Ma mi riferivo specificamente ed esclusivamente al commento di Max sulle motivazioni dei complottisti.

Per dare il buon esempio chiudo con queste considerazioni non tecniche invitando a proseguire la discussione sugli interessanti aspetti tecnici.
4
NASA e aerospazio USA / Re:Jim Bridenstine sul futuro della NASA
« Ultimo post da Ares Cosmos il Oggi alle 10:38 »
Può essere vero forse solo per i russi, ma non per gli americani.
Ogni accordo comporta movimento di denaro. Sono troppe le persone che vedono questi movimenti, negli USA.
5
Max, a differenza dei complottisti, ti sei posto il dubbio, ti sei informato, hai verificato ed alla fine sei arrivato all'unica conclusione possibile da solo. Noi ti abbiamo al più confermato o reso possibile rafforzare la tua idea che alla fine, il complottismo si basa appunto solo su congetture e prove inconfutabili per profani.
Certo non tutti sanno dove andare a trovare le foto originali e principalmente UFFICIALI, la fonte su cui basare qualsiasi discorso e che idealmente sono le uniche accettabili in un qualsiasi tribunale, in caso di controversie legali.
Qualsiasi discorso con un complottista si conclude sempre con l'idea che è tutto mascherato e che tu sei un fesso perché credi alla versione ufficiale. Loro sono i tipi tosti, tu sei lo psicopatico.
Se ci fai caso loro descrivono tutta la faccenda con toni da fumetto per adolescenti, la realtà, umana aggiungo io, è ben diversa e troppo articolata per essere inventata.

Chiudo con una riflessione: si dice che nessun avvocato divorzista saprebbe immaginare una situazione da divorzio, per quanto esperto. Le dinamiche umane messe in moto dal Programma Apollo, al suo interno, sono tali per cui nessun bravo romanziere riuscirebbe a replicarle. Eppure, chi come me vive o ha vissuto in un grande ente, come la NASA, informandosi sui piccoli e grandi eventi umani si rende conto che la realtà non è quella dei fumetti complottistici. E' questo un aspetto spesso trascurato, a mio parere molto più convincente, delle foto, delle prove tecniche e dei presunti crimini.

I complotti lunari sono una bella trama per un romanzo di Sf buttata via.   
6
Condivido quanto affermato nei tre interventi che mi hanno preceduto, ma mi pare di capire che Max abbia solo desiderio di capire meglio le cose per sé, più che di convincere altri.

Per questo, in tema di foto in ombra impossibili e di relativi esperimenti, gli/ti segnalo quest'altro post del "solito" Attivissimo:

https://attivissimo.blogspot.com/2014/09/nvidia-sbugiarda-i-lunacomplottisti-ma.html

Anche le tute degli astronauti funzionavano da "telo bianco riflettente".
7
Sono totalmente d'accordo con Pherosnike e Amoroso. Cercare di ribattere alle obiezioni di questo tipo è puro tempo perso.
9
Poi non capisco cosa ci sia di assurdo in foto come questa e le successive
Le obiezioni dei complottisti non sono una questione affrontabili sul piano tecnico ma su quello delle scienze umane come la psicologia, la sociologia, l'antropologia e la psichiatria.
10
Mi piacerebbe fare un esperimento: andare in un piccolo teatro con pareti nere, stendere un telo grigio chiaro su tutta la scena, accendere il PAR più potente e fotografare un soggetto in ombra con il PAR fuori dall'inquadratura.
Chi proclama il complotto troverebbe sicuramente qualcosa per dirti che ad Hollywood sono stati più bravi di te. Non ne vieni fuori. Io non ci perderei tempo più di tanto, chi ha paura di pensare che l'uomo sia in grado di fare grandi cose non lo ammetterà mai.
Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10