Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #80 il: Sab 24/10/2009, 13:18 »
ISS Daily Report  Giovedì 22 Ottobre 2009

Nicole Stott continua il suo lavoro al FIR (Fluids Integrated Rack) - immagine - installando l'attrezzatura e gli accessori per il supporto alle attività scientifiche, un lavoro lungo e laborioso.

Nel modulo SM, Suraev ha speso circa 4 ore in lavori di manutenzione al sistema Russo del controllo termico, SOTR Thermal Control System. Ha eseguito un drenaggio del liquido refrigerante e controllato la pressione su punti specifici delle varie valvole. Dopo i dovuti test di verifica, ha ripristinato il circuito del SOTR.

Jeff e Nicole si sono dedicati alla loro esercitazione per la manovra Shuttle RPM (R-bar Pitch Maneuver), provando a fotografare la Terra dagli oblò che verranno usati per eseguire l'RPM.

Come parte delle prove per COLBERT, Stott, Thirsk e Williams hanno eseguito degli esercizi "brevi" per una serie di tarature strumentali.

- alle 12:00, Nicole ha eseguito una prova generale per testare una eventuale comunicazione di emergenza. Con l'apparato VHF sono stati eseguiti contatti di prova con White Sands, Mosca, Eurocom in Monaco e Jcom a Tsukuba.
- alle 1:35 pm, DeWinne, Thirsk e Williams hanno partecipato ad un evento PAO TV mettendosi in contatto con gli ospiti, insegnanti e genitori, dei 1500 studenti presso la Power River School in British Columbia - Canada. Evento sponsorizzato dall'agenzia CSA, era inoltre presente anche la madre di Bob Thirsk e uno dei sui professori universitari.
« Ultima modifica: Sab 24/10/2009, 13:20 da Argonauta »
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #81 il: Sab 24/10/2009, 13:22 »
ISS Daily Report  Venerdì 23 Ottobre 2009

Oggi, la Stott si è dedicata all'Express Rack4 presente in Kibo, su cui ha installato cavi di collegamento e configurato il nuovo payload DECLIC (Device for the Study of Critical Liquids & Crystallization) che occupa ben due vani del rack.

Bob Thirsk ha invece lavorato al sistema antincendio FDS (Fire Detection & Suppression) di Nodo-1, ripulendo moduli e sensori e verificando che alcuni dispositivi, non fossero ostruiti da sporcizia o altro.
Difatti lo stesso Thirsk, ispezionando il sistema di ventilazione intermodulare lì vicino, ha trovato la griglia del filtro ostruita da un materassino di lanuggine e particelle di cibo. Ma in questo caso, essendo la griglia posta sull'ingresso di aspirazione tutto ciò è prevedibile, e fa parte dei controlli programmati.

All'interno dellUS Airlock Nicole ha terminato una serie di ricariche delle cartucce METOX (che servono all'interno delle tute EMU, come pure nello stesso Airlock, ad assorbire l'anidride carbonica).

Oggi sono state eseguite una multitudine di collegamenti verso Terra:
* Maxim Suraev si è collegato con Mosca e Huston per un rendiconto sul materiale portato dalla Progress e che stanno stivando a bordo.
* Stott, Williams, Thirsk e DeWinne con NASA Crew Science Officer hanno discusso per mezz'ora su attività, avanzamenti e osservazioni sui payload scientifici.
* gli stessi sono poi passati per il controllo di Huston per discutere con gli specialisti dello stato della situazione dei materiali immagazzinati e le eventuali problematiche.
* DeWinne in collegamento con lo staff ESA e il team che segue il Columbus, per un aggiornamento sulla situazione generale del Laboratorio europeo.
* lo stesso DeWinne ha supportato un collegamento PAO TV scambiando quattro chiacchiere e saluti con i partecipanti della prima conferenza EU-ESA sulla esplorazione spaziale dell'uomo, presenti in Praga. Il collegamento era moderato da Mr. Claudie Haignière ex-astronauta ESA, due volte ministro e attuale presidente della Cité des Sciences et Industries in Paris. La conferenza vuole essere il primo passo di una visione europea in questo campo ed è diretta conseguenza del 5° Space Council tenuto nel Settembre 2008.
La conferenza è una sessione di "brainstorming" ad alto livello politico, dove i ministri avranno la possibilità di presentare le prime linee guida di ESA e della UE, per una politica di sviluppo in materia di esplorazione.
* l'intero equipaggio si è collegato con il direttore di volo per il regolare report settimanale sullo status del volo ISS.
* non sono mancati collegamenti con gli studenti della CEM IV, scuola in Senegal, con gli studenti di una scuola in Belgio e di una scuola secondaria nei territori del nord in Canada.

Avatar:
Thirsk ha chiesto una ripetizione della sessione con Avatar Explore.
Avatar è un interessante esperimento canadese (CSA) che vuole sviluppare un software robotico di comunicazione, autonomo. Questo software permette a Thirsk, a bordo della ISS, di interagire da remoto sui controlli di un rover robotizzato sulla superficie di Marte, ovviamente una simulazione chiamata Mars Emulation Terrain. Il simulatore si basa sul tempo tecnico di andata e ritorno dei comandi, tipici delle operazioni interplanetarie e per questo motivo tutte le interazioni sono condotte off-line. Per valutare la telemetria del rover in ingresso e quindi dare una risposta sulle azioni da intraprendere, Thirsk usa una interfaccia GUI che gli permette di interagire in diversi modi che non solo tramite la tastiera in cui inserire dati manualmente.

MELFI-2
le ricerche guasti di questi giorni ha portato ad un risultato positivo e il freezer è tornato ad essere pienamente operativo.

Ku-Band, perdita di segnale:
Mercoledì scorso, durante la notte, il sistema di trasmissione di bordo Ku-Band ha cessato di trasmettere durante il periodo LOS (Loss of Signal). Dopo alcuni ripetuti tentativi di On/Off, il sistema è tornato ad operare in modo nominale. La Stazione è restata senza Ku-Band per quasi 6 ore, e da Terra, via S-Band hanno analizzato quale poteva essere la causa. Al momento però, le indagini sono ancora in corso.
 

Offline faustod

  • *
  • 4.285
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #82 il: Sab 24/10/2009, 21:24 »
Immagini Roscosmos del Modulo Poisk in preparazione a Baikonur.
Poisk (MIM-2/MRM-2) verrà lanciato il 10 Novembre con un vettore Soyuz-U.
« Ultima modifica: Sab 24/10/2009, 21:26 da faustod »
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #83 il: Dom 25/10/2009, 20:37 »
ISS Daily Report  Sabato 24 Ottobre 2009

Oggi a contorno delle operazioni di routine e home cleaning, sono state eseguite numerose attività di tipo VolSci (Voluntary Weekend Science).

Tra queste c'era anche SODI-IVIDIL (Selectable Optical Diagnostics Instrument/Influence of Vibration on Diffusion in Liquids - influenza della vibrazione sulla "diffusione" nei liquidi). Un interessante esperimento canadese. Infatti, senza problemi di "galleggiabilità" considerato l'ambiente in microgravità le molecole possono essere studiate in un modo nuovo, riuscendo a isolare processi  che altrimenti sarebbero oscurati dalla gravità. L'esperimento usa la vibrazione e la termodiffusione per apprendere di più, dai movimenti molecolari. A questo scopo all'interno del MSG i campioni di liquido vengono scossi, riscaldati e raffreddati.
Con SODI, un sofisticato strumento ottico, vengono misurate temperatura e concentrazione molecolare. Purtroppo sotto altri aspetti la Stazione genera parecchie microvibrazioni secondarie e spurie (ronzii del sistema di ventilazione, macchine per esercizi, la rotazione dei pannelli solari, ecc.) sono vibrazioni indesiderate, ma per le quali non si può fare altrimenti. Per cercare di risolvere questo problema, il Canada ha sviluppato una tecnologia chiamata MVIS, che utilizza attuatori magnetici per lievitare gli esperimenti, ed evitare le vibrazioni generate dalla Stazione.

Alle 11:10 am EDT, DeWinne si è collegato usando l'equipaggiamento Kenwood con Belayr Pathfinders at Dartmouth/Halifax - Canada (Link)
 

Offline faustod

  • *
  • 4.285
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #84 il: Mer 28/10/2009, 21:02 »
Immagini della Soyuz TMA-17 in preparazione al lancio di Dicembre. :happy:
 

Offline faustod

  • *
  • 4.285
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #85 il: Ven 30/10/2009, 12:57 »
Da Baikonur immagini della Progress-M/MRM-2(Poisk) in preparazione al lancio del 10 Novembre.
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.026
  • Ringraziato: 12 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #86 il: Ven 30/10/2009, 17:11 »
HTV-1 è posizionato e pronto per il rilascio.
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Offline faustod

  • *
  • 4.285
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #87 il: Ven 30/10/2009, 18:02 »
Qui: http://asx.bb-f.jp/YAC/jaxa.asx la diretta del rilascio di HTV-1.
 

Offline faustod

  • *
  • 4.285
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #88 il: Ven 30/10/2009, 18:33 »
HTV-1 è stato rilasciato dal braccio meccanico della ISS.
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #89 il: Dom 01/11/2009, 15:03 »
ISS Daily Report  Domenica 25 Ottobre 2009

Domenica tranquilla, tutti i membri dell'equipaggio hanno avuto a rotazione il loro settimanale collegamento privato. A parte le normali ispezioni di routine non sono state eseguite particolari attività.
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #90 il: Dom 01/11/2009, 15:07 »
ISS Daily Report  Lunedì 26 Ottobre 2009

DeWinne ha lavorato al Columbus cercando di sistemare il materiale nei rack per fare un po' di spazio, ed ha estratto l'ESA FWED (Flywheel Exercise Device). Questo attrezzo sviluppato a Brema in Germania è un attrezzatura per esercizi fisici che presenta uno sviluppo lineare e sfrutta l'energia di due volani. Anche questa attrezzatura, come le altre, ha lo scopo di rallentare la degradazione muscolare. I due volani funzionano secondo il principio dello "Yo Yo" ed è un attrezzo estremamente compatto e con capacità multiruolo. L'attrezzo resterà all'interno di Columbus e ha una vita operativa di 10 anni.

Dopo aver sistemato l'attrezzatura per le riprese video, Nicole e DeWinne hanno lavorato con RoBoT trainer per simulare il rilascio/separazione di HTV.
Sempre in quest'ambito Bob Thirsk ha ripassato le operazioni da eseguire con il braccio SSRMS attraverso il software POC DOUG (Portable Onboard Computers/Dynamic Onboard Ubiquitous Graphics) il software che fornisce la rappresentazione grafica della stazione e di come si muovono nelle tre dimensioni i bracci robotici, anche in tempo reale.

Nicole ha poi raccolto il materiale che servirà per l'operazione di sostituzione del filtro del serbatoio di pre-trattamento urine e di alcune condotte. Procedono inoltre i test intensivi del nuovo COLBERT che al momento funziona alla perfezione, su cui si sono alternati DeWinne, Thirsk e Williams .

Problema UPA:
Sabato scorso 24/10 a seguito della quotidiana operazione di trasferimento urine da EDV al sistema US UPA la quantità nel serbatoio ha subito delle variazioni a distanza di un'ora dall'operazione. Tra l'altro non si sono verificati riflussi in senso opposto, sembra infatti che ci sia un ammanco di 8-10 lbs di materiale pre-trattato. Pertanto al momento UPA e WHC (Waste & Hygiene Compartment) sono off-limits fino alla valutazione degli specialisti da Terra. L'equipaggio ha inoltre eseguito una ispezione visiva dei connettori e nelle parti interne al rack ma senza rilevare tracce di perdite.

Esperimento MDS:
per 24 ore verrà tolto il "silenziatore" (una mascherina che protegge le gabbiette dal rumore della Stazione) per permettere più precise misurazioni di umidità (ritenuta troppo alta) e per vedere se non è lo stesso schermo a favorirla.
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #91 il: Dom 01/11/2009, 15:10 »
ISS Daily Report  Martedì 27 Ottobre 2009

Dopo che ieri ha eseguito la raccolta di piante dalla greenhouse (in questo caso l'esperimento è Russo), Suraev è andato avanti con l'attivazione di un ulteriore modulo "serra" in cui è stata seminata dell'insalata di varità Mizuna (evidentemente quella che si presta meglio, per varie ragioni, a queste genere di colture).

Romanenko ha invece eseguito una IFM (inflight maintenance) al sistema di controllo termico a circuito chiuso del modulo SM. Ha sostituito il gruppo pompa con una nuova e poi ha eseguito i dovuti test, in collegamento con gli specialisti a Mosca.

Con la messa in uso del nuovo sistema per esercizi fisici FWED, Thirsk ha piazzato in Columbus un sensore remoto del sistema IWIS. Come si sa, IWIS (Internal Wireless Instrumentation System) è il sistema che monitora l'integrità e la sollecitazione strutturale della ISS. Lo scopo è di raccogliere dati dinamici dalle sollecitazioni che trasmetterà alla Stazione una volta che FWED verrà usato con regolarità.
Per quanto riguarda COLBERT, se da un punto di vista meccanico funziona in modo nominale, resta il problema di comunicazione dati con il suo associato Laptop. Nicole ha iniziato una serie di test.

La Stott e Williams hanno avuto altre 3 ore da dedicare alle operazioni cargo di HTV immagazzinando dell'altro materiale.

- alle 2:15 pm EDT, DeWinne, Thirsk, Williams e Stott hanno condotto una teleconferenza di circa mezz'ora in collegamento con gli specialisti che seguono ULF3 (missione STS-129)
- alle 5:30 am EDT, DeWinne ha eseguito un collegamento radioamatoriale con gli studenti del centro scientifico Copernicus di Varsavia, Polonia.

Problema UPA:
la teoria perseguita per il problema accaduto all'UPA, è che il liquido "perduto" si sia fermato nell'unità DA (Distillation Assembly). Comunque prima di un qualsiasi troubleshooting, si aspetterà la sostituzione del RFTA prevista per il 29/10. Successivamente verrà tentata l'individuazione del blocco con una procedura ancora in fase di studio. La sostituzione di RFTA dovrebbe inoltre prevenire ricadute in UPA del materiale che resta, qualora venisse eseguito un flussaggio/lavaggio del gruppo di distillazione DA.
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #92 il: Dom 01/11/2009, 15:14 »
ISS Daily Report  Mercoledì 28 Ottobre 2009

Suraev, continua a lavorare nel modulo SM sul sistema di navigazione satellitare ASN-M, rimuovendo i moduli dal loro posto e assicurandoli in modo provvisorio alla struttura. Successivamente ha ripulito la parte retrostante e cercato di ottimizzare la disposizione dei vari componenti. Lo scopo è quello di favorire le condizioni termiche e facilitare le future operazioni di manutenzione. ASN-M è l'equivalente del sistema americano GPS, ed è servito lo scorso anno per l'attracco del cargo ATV.

Williams ha lavorato alla preparazione di 6 Laptop T61p che serviranno alla transizione di aggiornamento all'interno di USOS.
All'interno di Columbus, DeWinne ha eseguito il collaudo dell'accelerometro IWIS piazzato di recente, e che servirà a valutare le sollecitazioni che FWED potrebbe trasmettere alla Stazione.

Nicole ha dedicato ulteriori attenzioni all'esperimento italiano MDS (Mice Drawer System) eseguendo alcune altre letture dei livelli di rumorosità che giungono alle gabbiette dei topolini. Infatti è stata tolta la maschera silenziatrice, che potrebbe creare umidità accessiva all'interno dell'habitat. I livelli di decibel determinati a suo tempo senza il filtro acustico erano di circa 58,2 dBA che è comunque inferiore al livello (continuo) di 65 dBA che sulla ISS, richiede l'uso di protezioni.

Nell'US Airlock, la Stott ha terminato tutta una serie di ricariche di batterie che serviranno per le EVA con l'arrivo di STS-129. Inoltre Williams ha dedicato un'oretta alle operazioni di preparazione del materiale in rientro e da imbarcare sullo Shuttle. Bob Thirsk invece ha fatto gli ultimi preparativi all'interno di HTV, ha controllato soprattutto che il materiale stipato non abbia la possibilità di muoversi liberamente causando eventuali squilibri che vadano ad interferire sull'assetto di HTV in fase di separazione e allontanamento.

- alle 3:10 am EDT, Thirsk si è messo in contatto radioamatoriale con gli studenti della scuola della comunità di Sherbrooke, Victoria - Australia.
- alle 10:35 am, Romanenko e Suraev hanno inviato un messaggio PAO TV, con i saluti allo staff dell'università di Stato in Russia.
- alle 3:35 pm, DeWinne, Stott, Williams e Thirsk hanno partecipato ad un evento educational via PAO TV, che è stato organizzato dalla agenzia canadese CSA con il patrocinio del ministro all'educazione presso Mount St. Vincent University in Halifax, Nova Scozia - Canada. I presenti erano circa un centinaio di persone tra studenti, insegnanti e genitori.

Avviso detriti:
si prevede una congiunzione con un detrito spaziale di un COSMOS 2421 (oggetto 33755) a cui è stato attribuito un livello rischio significativo. La tracciatura prevede un primo TCA (Times of Closest Approach - Tempo/Distanza di Sfioramento) per il giorno 30/10 alle 12:10 am EDT, 5 minuti dopo il rilascio di HTV. Un secondo TCA è previsto per lo stesso giorno alle 1:42 pm.
Potrebbe essere richiesta una manovra DAM ma questa non interferirebbe con le attività di rilascio di HTV, potrebbe invece influire sui prossimi lanci, STS-129, Soyuz 21S ecc.
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #93 il: Dom 01/11/2009, 15:18 »
ISS Daily Report  Giovedì 29 Ottobre 2009

Jeff Williams ha lavorato in US Airlock alla preparazione delle EMU per le attività extraveicolari. Ha quindi iniziato dalle Nr. 3006 e 3011 controllando connettori ombelicali, batterie, controllo del circuito chiuso di raffreddamento e filtri.

Nicole è sempre alle prese con MDS, in questo caso ripristinando acqua e cibo per i tre occupanti ancora vivi. Per quanto riguarda le prove in corso è stato deciso, in accordo con gli scienziati italiani, di rimuovere definitivamente il filtro acustico delle gabbiette che sembra essere la causa di una elevata umidità all'interno dell'habitat. Questa operazione dovrebbe migliorare la qualità ambientale dei tre topolini. Le misurazioni acustiche hanno registrato inoltre valori accettabili di rumorosità con una sola eccezione, in cui è stato superato il tetto limite di 1,9 dBA.

Con l'avvicinarsi della data di rilascio di HTV, Williams ha riposizionato parte della strumentazione e un accelerometro del sistema IWIS in Kibo. DeWinne ha inoltre riposizionato un Laptop preso da Columbus all'interno della stazione di comando di SSRMS e l'ha configurato per le specifiche necessità. Thirsk invece, si è occupato di preparare l'attezzatura per le riprese video.

Insomma l'equipaggio sta eseguento i passaggi finali per l'operazione che domani vede la partenza di HTV, in particolare :
* aggancio di HTV con il braccio SSMRS alle ore 9:30 am da parte di Thirsk e Williams
* installazione dell'unità CBM CPA (il controller del sistema di attracco alla porta Nadir di Nodo-2)
* esecuzione di vari collegamenti all'interno di Kibo
* ultimi ritocchi in HTV, asportando tutte quelle parti che possono essere usate come parti di ricambio a bordo della Stazione.

Il portellone di HTV è stato poi chiuso alle 1:30 pm e successivamente verranno man mano disconnessi tutti gli apparati presenti nel vestibolo tra HTV e portellone di Nodo-2, quali condotte aria, cavi di alimentazione dati e energia. La massa trasferita in HTV è pari a 728 Kg circa che ha comportato un certo lavoro di calcolo da parte degli specialisti giapponesi di Tsukuba.

Alle 9:15 am EDT, Nicole ha avuto una teleconferenza con gli specialisti per discutere l'inventario di bordo e relative problematiche di stoccaggio a bordo.

Avviso detriti:
ulteriori calcoli sul percorso dell'oggetto 33755 hanno abbassato il livello di rischio al punto tale da non rendere necessaria nessuna manovra DAM. Tuttavia per evitare problemi ad HTV, il rilascio del cargo viene fatto slittare di una orbita, alle 1:00 pm invece che alle 12:05 pm EDT.

Problema OGA:
il sistema Oxygen Generator Assembly, sta manifestando lo stesso problema di 2 mesi fa, con un incremento del delta pressione sulla pompa acqua ORU. La sostituzione della pompa ORU a fine Agosto aveva risolto il problema ma evidentemente solo in modo momentaneo, tant'è che l'anomalia sta facendo esattamente lo stesso percorso registrato in precedenza. L'idea è di sostituire di nuovo la pompa ed installare un filtro nuovo il prossimo Lunedì 2/11. Notare che tutto ha funzionato al 100% fino a due giorni fa.
 

Offline faustod

  • *
  • 4.285
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #94 il: Lun 02/11/2009, 13:00 »
Ancora immagini di Progress M-Poisk in allestimento. :happy:
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #95 il: Lun 02/11/2009, 23:11 »
ISS Daily Report  Venerdì 30 Ottobre 2009

Sayonara HTV.
Il cargo giapponese HTV è stato sganciato con successo alle 11:18 am EDT e rilasciato dal braccio SSRMS alle 1:32 pm, seguito dalla accensione dei thrusters alle 2:11 pm.

In precedenza Nicole, Thirsk e DeWinne avevano completato le ultime attività:
* disconnettendo l'ultima power line.
* installando la copertura termica su HTV e sul portellone di Nodo-2.
* chiudendo il portellone di Nodo-2
* depressurizzando il vestibolo e verificando per 30 min eventuali perdite
* rimuovendo/ritraendo i bulloni di attracco del sistema CBM
* separando fisicamente HTV dalla ISS con SSRMS.
* traslando HTV nella sua posizione di rilascio

Successivamente l'equipaggio ha monitorato l'allontanamento del cargo con i suoi circa 200 items e 728 Kg di materiale che andrà bruciato con il rientro in atmosfera..

Romanenko si è poi dedicato del sistema KURS-P all'interno di SM. Ha lavorato su vari collegamenti per supportare le operazioni di docking sulla porta Zenith di SM. Qui infatti andrà collegato MRM2 che verrà lanciato il 12/11 da una Soyuz-U. Ricordiamo che MRM2 è un modulo gemello di DC-1 (Pirs) e fornirà un quarto boccaporto di accesso oltre alla funzione airlock e ambiente per payload scientifici.

Williams si è occupato del problema che gravita attorno al sistema di depurazione delle urine (in particolare tra EDV-U e US WHC) eseguendo un riempimento del nuovo RFTA (Recycle Filter Tank Assembly). Ma a seguito di alcuni tentativi da remoto, non si sono avuti dati incoraggianti. Se la funzionalità non verrà recuperata si prevede un ulteriore intervento per il prossimo Lunedì.
WHC resta ancora fuori servizio.

Maxim Suraev ha speso circa 2 ore per le riprese di un video chiamato “News from Zero Gravity” per la televisione russa TV Tsentr. Questo canale televisivo sta infatti lanciando un nuovo palinsesto basato su scienza e tecnologia, uno dei primi episodi riguarda proprio la Stazione Internazionale. Al termine delle riprese la voce narrante, forse con toni un po' troppo enfatizzanti, dice più o meno:

"... Ora sapete come si vive qui. La realtà è che c'è un sacco di lavoro nello spazio. Ci sono molti esperimenti e studi scientifici su cui stiamo lavorando per il bene di tutta l'umanità. Un esempio è l'esperimento Rusalka, in cui vengono misurate con precisione, i livelli di anidride carbonica nell'atmosfera del nostro pianeta . Nell'esperimento Uragan, stiamo lavorando su procedure che ci possano aiutare a prevedere lo sviluppo delle risorse naturali e disastri provocati dall'uomo. L'esperimento Vaktsina ha lo scopo di indagare proteine utili anche per i potenziali vaccini contro l'AIDS, e per altre malattie sulla Terra e nello spazio. Presto, un nuovo modulo di ricerca sarà aggiunto al segmento russo della ISS, in modo da ampliare e accrescere il programma scientifico russo. Non dimenticate, stiamo lavorando qui per il bene del nostro pianeta, per la nostra fragile Terra. Buona fortuna a tutti voi ... "
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #96 il: Lun 02/11/2009, 23:19 »
ISS Daily Report  Sabato 31 Ottobre 2009

Oggi giornata di weekend e ci si dedica alle attività del programma VolSci (Voluntary Weekend Science). Ad esempio Thirsk si è fatto carico dell'esperimento BCAT-5, che esplora il mondo dei colloidi che sono particelle sospese in un liquido o gas. Sono comuni in sostanze di uso quotidiano come la pittura, il latte e anche nel dentifricio. Dal momento che queste particelle sono ben visibili in un ambiente senza peso, possono essere studiate con una precisione senza precedenti.

Bob Thirsk dopo averne fatto richiesta, ha eseguito come VolSci un'altra sessione di Avatar Explore, un interessante esperimento canadese per la guida di rover planetari da remoto.

Un VolSci intrapreso da DeWinne, riguarda un esperimento ESA, riguardo la stabilità di schiume che avevamo già visto qui in precedenza.

UPA, aggiornamento:
dopo gli insuccessi di ieri e fino a quando UPA non sarà attivo, l'equipaggio eseguira le operazioni al WHC (Waste & Hygiene Compartment) con dei contenitori "a mano" giusto in attesa che Lunedì si possa risolvere il problema. A Terra nel frattempo, elaborando i dati in loro possesso sembra che DA (Distillation Assembly) non sia in grado di pompare fluidi in modo ottimale.

MDS aggiornamento:
Dopo una paio di settimane di relativa routine, uno dei topolini ha deciso di averne abbastanza e ha iniziato a fare i capricci pasticciando con il distributore di cibo e mescolando tutto ciò che si trovava nella gabbietta sottraendo ulteriore tempo all'equipaggio. Il team dei veterinari della NASA in collaborazione il team MDS Italia ha ringraziato Nicole per le cure, la pazienza e le azioni di contenimento a fronte dei "disastri" del topolino. Episodio a parte i tre occupanti continuano a stare in salute.
 

Offline faustod

  • *
  • 4.285
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #97 il: Mar 03/11/2009, 20:59 »
Immagini dell'inserimento di Progress M-Poisk nel fairing del lanciatore Soyuz-U.
Foto Roscosmos/Sergeyev/CC "Sud"
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #98 il: Mar 03/11/2009, 22:52 »
ISS Daily Report  Domenica 01 Novembre 2009

Domenica tranquilla, di routine.

Jeff Williams ha dato il suo supporto al trattamento di contromisure biomediche chiamato “Bisphosphonates” ingerendo la sua pillola di Alendronate (esperimento con lo scopo di accertare se questa classe di farmaci sono in grado di inibire il riassorbimento osseo).

Thirsk tra le varie faccende si è incaricato di chiudere le protezioni agli oblò di Destiny e Kibo in vista del test (da remoto) di controllo delle strutture della Stazione monitorato dal sistema IWIS. Per eseguire il test IWIS verranno infatti accesi i thrusters di SM e durante i test, l'assetto della Stazione resterà in volo libero.

Oggi per tutti i 5 ingegneri di volo è prevista la loro Private Family Conferences scaglionata a rotazione nell'arco della giornata.
 

Offline Argonauta

  • *
  • 1.372
Re:Soyuz TMA-16 / Expedition 21 MISSION LOG
« Risposta #99 il: Mer 04/11/2009, 23:41 »
ISS Daily Report  Lunedì 02 Novembre 2009

Oggi, DeWinne e Nicole hanno continuato le attività sul nuovo rack MSRR1 (Materials Science Research Rack 1). DeWinne ha alimentato il Laptop che fa parte dell'equipaggiamento del rack ed ha installato la prima unità/cartuccia scientifica nel MSL (Materials Science Laboratory), Nicole ha documentato con video e fotografie. Ricordiamo che questo è un rack scientifico avanzato, con un sofisticato sistema di controreazione per annullare le vibrazioni trasmesse dal funzionamento della Stazione, alla struttura del rack.

Continua anche il troubleshooting all'OGS (Oxygen Generator System) a cui Williams e la stessa Nicole hanno lavorato per disattivarlo temporaneamente, spostare di nuovo ALTEA per un più favorevole accesso posteriore e sostituire la pompa acqua ORU (Orbit Replaceable Unit) con una revisionata. Attività accessorie sono state lo spurgo, la rotazione parziale del rack per verificare che non ci fossero perdite occulte. Seguirano ulteriori test prima della messa in servizio.

Romanenko e Suarev in vista di una possibile evacuazione di emergenza della Stazione nel bel mezzo del periodo invernale, hanno prelevato 6 giubbotti di protezione termica dal magazzino in FGB e li hanno imbarcati sulle due Soyuz TMA-15 e TMA-16. Questi giubbotti invernali, vengono preparati in questo periodo dell'anno per eventuali atterraggi in Russia o Kazakhstan.

Dopo che Nicole ha attivato la minicam per la registrazione video, lei e Williams hanno lavorato nell'US Airlock per fare spazio alle operazioni EVA della spedizione ULF-3, svuotando di tutto ciò che è superfluo e/o non certificato per l'uso in ambiente depressurizzato.

Romanenko ha speso un paio d'ore muovendosi attraverso FGB, SM e DC-1 compartment eseguendo un check per valutare lo spazio disponibile per il materiale in arrivo con MRM2.
Romanenko ha inoltre eseguito un lungo giro di ispezione dello scafo interno di SM per verificare la presenza di eventuale umidità, depositi di sporcizia, muffa, corrosioni e/o altre manifestazioni anomale. Si è trattato di controllare dietro ben 6 pannelli e il vano nascosto del tapis roulant TVIS (luogo in cui in passato, erano stati scoperti dei depositi). L'ispezione della superficie dello scafo, che è rivestita con un primer di colore verde scuro, viene fatta con tovaglioli/straccetti puliti, strofinando le zone in questione e se richiesto, inviando un dettagliato resoconto agli specialisti a Terra. L'attenzione viene posta soprattutto alle variazioni di colore, alle eventuali cavità e porosità e se si trova qualcosa di simile, devono essere misurati nella loro "profondità" (in questo caso il metodo più semplice è prendere il calco con una gomma da masticare - chewing gum). Ovviamente tutto andrebbe opportunatamente documentato con foto ad alta risoluzione.

DeWinne, è andato alla ricerca lungo i vari ripostigli della Stazione di due PPRV (Positive Pressure Relief Valve) che servirebbero per l'installazione di Nodo-3 (Tranquillity) in arrivo con la mission 20A del prossimo anno. Se Frank riuscisse a trovarle, sarebbe un'ottima occasione per recuperare spazio in una missione già parecchio affollata.

Nicole ha continuato i suoi test relativi ai problemi di comunicazione tra COLBERT e il suo Laptop caricando un nuovo batch file per tentare di ritrovare i dati persi la scorsa settimana durante la sessione di collaudo. Se funziona gli specialisti avranno la possibilità di passare in rassegna i dati e quindi di poter dare il via libera all'uso dell'attrezzo da parte dell'equipaggio.

- alle 12:00 pm EST, Thirsk ha supportato un evento PAO TV organizzato da CSA presso la sede della stessa Agenzia in Longueuil, Quebec con gli impiegati, i colleghi e amici dello stesso Robert Thirsk. Moderatore d'eccezione è stato il presidente della agenzia spaziale canadese Mr. Steve MacLean, coadiuvato da Julie Payette e dal comandante di STS-127 Mark Polansky.

IWS Thruster Test:
questa mattina è stato eseguito con successo (da remoto) l'accensione dei motori di SM (4 test di 2 impulsi ciscuno) per la verifica tramite IWIS della risposta strutturale della ISS. Al termine dei test il controllo di assetto dalla condizione di volo libero, è tornato sotto USOS.