Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

X-37B è decollato per la sua terza missione segreta

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:X-37B è decollato per la sua terza missione segreta
« Risposta #20 il: Gio 13/12/2012, 17:41 »
Si IK10DO, logicamente e' un brevetto che per adesso per varie ragioni viene tenuto ben custodito nei particolari.

No... non è come pensi. Tutti i brevetti sono volutamente criptici sui dettagli. Se una cosa deve essere segreta non viene brevettata, e basta. Questo, come tanti, è dettagliato quanto basta da impedire la registrazione di un brevetto simile, e lacunoso quanto basta per rendere difficile la copiatura dell'oggetto. Tutto normale.



Senza dubbio non brevetti un segreto,  senza dubbio non divulghi i particolari di un brevetto all 100% altrimenti ti copiano (senza pagarti), , però forse mi sono espresso male io con quel : per adesso ma non intendevo certo dire che un domani la Nasa ci svela per filo e per segno come si costruisce il TUFROC (senza pagare), ma che magari piano piano esce qualche nuovo dettaglio come spesso accade in queste cose .
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:X-37B è decollato per la sua terza missione segreta
« Risposta #21 il: Gio 13/12/2012, 18:12 »
Poichè il minishuttle in questione viene sempre lanciato all'interno di un'apposita ogiva, e quindi lo scudo termico non è sottoposto a "stress" particolari durante la fase di ascesa, penso proprio che non vada incontro agli stessi problemi che incontrava lo Shuttle NASA.
Il motivo per cui lo Shuttle doveva cambiare le pistrelle del TPS non erano gli stress durante il lancio, ma il fatto che erano proprio state progettate come "one time only" ;)


Se quello che tu affermi fosse vero, dopo ogni missione avrebbero dovuto cambiare tutte le piastrelle del rivestimento; da quel che mi risulta, se non danneggiate, le piastrelle rimanevano belle che attaccate alla struttra dello Shuttle.
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:X-37B è decollato per la sua terza missione segreta
« Risposta #22 il: Gio 13/12/2012, 18:15 »
Un quesito che mi "frulla" nella testa: se durante il lancio ci fosse stato un malfunzionamento e il vettore fosse esploso, anche l'OTV sarebbe andato perso? Non è che i militari lo hanno fornito di qualche sistema per un'eventuale fuga in caso di disastro?
 

Offline blitzed

  • *
  • 1.730
Re:X-37B è decollato per la sua terza missione segreta
« Risposta #23 il: Gio 13/12/2012, 19:37 »
Il motivo per cui lo Shuttle doveva cambiare le pistrelle del TPS non erano gli stress durante il lancio, ma il fatto che erano proprio state progettate come "one time only" ;)


Se quello che tu affermi fosse vero, dopo ogni missione avrebbero dovuto cambiare tutte le piastrelle del rivestimento; da quel che mi risulta, se non danneggiate, le piastrelle rimanevano belle che attaccate alla struttra dello Shuttle.

Io sapevo che tra una missione e l'altra venissero cambiate un certo numero di tiles (un centinaio? di più?) in virtù dei danni subiti...
 

Offline Buzz

  • Beam me down, EDRS!
  • *
  • 7.561
    • EDRS Space Data Highway
Re:X-37B è decollato per la sua terza missione segreta
« Risposta #24 il: Ven 14/12/2012, 10:12 »
Io sapevo che tra una missione e l'altra venissero cambiate un certo numero di tiles (un centinaio? di più?) in virtù dei danni subiti...
Si è giusto, sbagliavo io. Ma quelle sostituite non erano "solo" per lo stress durante il lancio, ma anche per danni subiti in orbita (e.g. debris) o al rientro. E cmq anche se non tutte venivano sostituite, di sicuro andavano tutte ispezionate una ad una, che è quello che portava via un sacco di tempo...

Su questo basavo la mia domanda: lo Shuttle era si riutilizzabile, ma a costi e tempi biblici... mi sembra di capire che per l'X-37 le cose siano ben diverse :)
Par l’espace, l’univers me comprend et m’engloutit comme un point; par la pensée, je le comprends. (Blaise Pascal).
An age is called Dark not because the light fails to shine, but because people refuse to see it. (James Michener)
 

Offline corgius

Re:X-37B è decollato per la sua terza missione segreta
« Risposta #25 il: Ven 14/12/2012, 11:16 »
Io sapevo che tra una missione e l'altra venissero cambiate un certo numero di tiles (un centinaio? di più?) in virtù dei danni subiti...
Si è giusto, sbagliavo io. Ma quelle sostituite non erano "solo" per lo stress durante il lancio, ma anche per danni subiti in orbita (e.g. debris) o al rientro. E cmq anche se non tutte venivano sostituite, di sicuro andavano tutte ispezionate una ad una, che è quello che portava via un sacco di tempo...

Su questo basavo la mia domanda: lo Shuttle era si riutilizzabile, ma a costi e tempi biblici... mi sembra di capire che per l'X-37 le cose siano ben diverse :)

se non altro è più piccolino...
giuseppe corleo

...The Gods Themselves...
 

Re:X-37B è decollato per la sua terza missione segreta
« Risposta #26 il: Ven 14/12/2012, 11:50 »
Io sapevo che tra una missione e l'altra venissero cambiate un certo numero di tiles (un centinaio? di più?) in virtù dei danni subiti...
Si è giusto, sbagliavo io. Ma quelle sostituite non erano "solo" per lo stress durante il lancio, ma anche per danni subiti in orbita (e.g. debris) o al rientro. E cmq anche se non tutte venivano sostituite, di sicuro andavano tutte ispezionate una ad una, che è quello che portava via un sacco di tempo...

Su questo basavo la mia domanda: lo Shuttle era si riutilizzabile, ma a costi e tempi biblici... mi sembra di capire che per l'X-37 le cose siano ben diverse :)

se non altro è più piccolino...

Si infatti, credo che come numero di piastrelle siamo almeno 1 ordine di grandezza sotto, se non di più. Il che vuol dire un tempo di ispezione che si misura in giorni anziché in settimane (sempre partendo dal presupposto che abbiano bisogno delle stesse "cure" di quelle dello shuttle, cosa della quale non sarei così sicuro).
Matteo Carpentieri