Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

MSL si avvicina ad una svolta decisiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online sinucep

MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« il: Ven 07/06/2013, 19:41 »
Pasadena, California. La missione della NASA Mars Science Laboratory si sta avvicinando al suo più grande punto di svolta dall'atterraggio de rover Curiosity nel cratere Gale, la scorsa estate.

Curiosity sta terminando le indagini all'interno di una zona più piccola di un campo da football dove ha lavorato per 6 mesi e presto passerà alla modalità distance-driving per dirigersi in un'area a circa 8 chilometri di distanza, ai piedi del monte Sharp.

Nel mese di maggio il rover ha eseguito la perforazione di una roccia e tramite i suoi strumenti ha analizzato la polvere ottenuta impiegando complessivamente una settimana, cioè circa un quarto del tempo necessario per la prima perforazione.

Nessuna ulteriore perforazione è prevista nella zona Glenelg in cui Curiosity è entrato lo scorso autunno come prima destinazione dopo l'atterraggio. Per raggiungere la destinazione successiva, il monte Sharp, il rover verrà guidato in un viaggio di molti mesi in direzione sud-ovest.

"Non sappiamo quando arriveremo a destinazione" ha detto il Mars Science Laboratory Project Manager Jim Erickson del Jet Propulsion Laboratory. "Questa è una vera e propria missione di esplorazione e il fatto che il monte Sharp sia il nostro obiettivo finale non significa non ci soffermeremo ad osservare cose interessanti lungo la strada".

Studiando le immagini del monte Sharp scattate dall'orbita e quelle prese il lontananza da Curiosity, gli scienziati hanno notato molte stratificazioni e ritengono di trovarvi prove che permetteranno di capire come l'ambiente marziano sia cambiato e si sia evoluto.

Già in questa prima parte della missione si è raggiunto l'obiettivo scientifico principale. Le analisi della polvere di roccia estratte dal primo target chiamato John Klein hanno dimostrato che l'antico ambiente del cratere Gale presenta condizioni favorevoli per la vita microbica: ingredienti elementari essenziali, energia e acqua stagna né troppo acida e né troppo salata.

Il rover team ha scelto una roccia simile, Cumberland, come secondo obiettivo di perforazione per verificare le scoperte relative al sito John Klein. Gli scienziati stanno analizzando i risultati delle analisi di porzioni di campioni prelevati nel nuovo sito.

Per quanto riguarda la campagna di perforazione a Cumberland, operazioni che hanno impiegato un giorno o più a John Klein potrebbero essere combinate in sequenza in un solo giorno di comandi. "Abbiamo utilizzato l'esperienza acquisita durante la nostra prima campagna di perforazione oltre a nuove funzionalità (per esempio nell'immagazinare i campioni) per rendere la seconda campagna molto più efficiente" ha detto il sampling activity lead Joe Melko del JPL. Si è imparato inoltre a far eseguire a Curiosity più operazioni concatenate prima del controllo del ground team.

Il team scientifico ha scelto tre obiettivi per brevi osservazioni prima di lasciare il sito Glenelg: il confine tra un area di fango indurito e una di arenaria, un affioramento di stratificazioni chiamato Shaler e un affioramento "bucherellato" chiamato Point Lake.

Secondo Joy Crisp del JPL, vice project scientist della missione "Shaler potrebbe essere il deposito sedimentario di un fiume. Point Lake potrebbe avere origine vulcanica o sedimentaria. Uno sguardo più da vicino a questi siti potrebbe farci comprendere meglio come i campioni che abbiamo raccolto durante le perforazioni si relazionano al cambiamento che ha subito l'ambiente".

Fonte: Jet Propulsion Laboratory

Articolo originale in lingua inglese: http://mars.jpl.nasa.gov/msl/news/whatsnew/index.cfm?FuseAction=ShowNews&NewsID=1480
« Ultima modifica: Sab 08/06/2013, 01:25 da sinucep »
Empy space is scale-invariant.
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #1 il: Ven 07/06/2013, 20:43 »
Ma il robottino lo faranno funzionare anche di notte o no? Se no, perche'?
 

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #2 il: Ven 07/06/2013, 20:57 »
Ma il robottino lo faranno funzionare anche di notte o no? Se no, perche'?
Curiosity non effettua attività notturne ma in questo momento non ricordo le ragioni tecniche (mi pare che ricarichi le batterie).
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #3 il: Ven 07/06/2013, 21:08 »
Molto strano, speriamo che la prossima sonda la facciano un po' piu' potente!
 

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #4 il: Ven 07/06/2013, 21:20 »
Considerato che MSL è dotato di generatore a radioisotopi, le batterie servono solo per sopperire a domande di "picco" che l'RTG stesso non riesce a sopperire. IMHHHHO non ha senso muovere Curiosity di notte perchè, semplicemente, non vede il terreno, ma mi vengono in mente anche constraint di tipo termico.
Mi riprometto di approfondire, ma senza fari a bordo e volendo evitare eccessivi stress termici mi sembra l'unica cosa sensata da fare.
Marco Zambianchi
ForumAstronautico Founder
Presidente Associazione ISAA
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #5 il: Ven 07/06/2013, 22:23 »
Beh essendo una sonda che usa l'energia nucleare e non e' soggiogata ai pannelli solari - credevo, ingenuamente, che si potesse muovere di notte e che appunto avesse fari, magari anche solo IR o simili. Dato che percorrere tutti quei km richiede mesi, e quindi costa un sacco di soldi, in termini di equipaggio a terra... pensavo ottimizzassero i trasferimenti la notte, ma evidentemente non e' cosi'. Non e' una critica, sarebbe interessante pero' capire per che motivo abbiano fatto questa scelta, se puramente economica o se, come dice marcozambi, legata a vincoli termici (che vorrei capire pero'). Sarebbe una domanda da fare a quel tipo italiano... come si chiamava?
 

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #6 il: Ven 07/06/2013, 22:39 »
Non e' una critica, sarebbe interessante pero' capire per che motivo abbiano fatto questa scelta, se puramente economica o se, come dice marcozambi, legata a vincoli termici (che vorrei capire pero'). Sarebbe una domanda da fare a quel tipo italiano... come si chiamava?
È stato probabilmente chiesto al rover driver Paolo Bellutta nella sua recente conferenza al Planetario di Milano, ma ho un vuoto di memoria. Puoi riascoltare la registrazione della conferenza e della sessione di domande.
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #7 il: Ven 07/06/2013, 22:46 »
In realta' qualche operazione notturna la fa (ed ha anche le luci!):
http://mars.jpl.nasa.gov/msl/news/whatsnew/index.cfm?FuseAction=ShowNews&NewsID=1416
 

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #8 il: Sab 08/06/2013, 01:08 »
In realta' qualche operazione notturna la fa (ed ha anche le luci!):
http://mars.jpl.nasa.gov/msl/news/whatsnew/index.cfm?FuseAction=ShowNews&NewsID=1416
Sì ok, ma si tratta del faretto di MAHLI, non credo sia stato pensato come l'equivalente dei fanali di un'automobile... :)
Marco Zambianchi
ForumAstronautico Founder
Presidente Associazione ISAA
 

Online sinucep

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #9 il: Sab 08/06/2013, 01:55 »
Ho corretto un bel po' di errori nella traduzione.. la prossima volta mi prenderò più tempo per ricontrollare!

Beh essendo una sonda che usa l'energia nucleare e non e' soggiogata ai pannelli solari - credevo, ingenuamente, che si potesse muovere di notte e che appunto avesse fari, magari anche solo IR o simili. Dato che percorrere tutti quei km richiede mesi, e quindi costa un sacco di soldi, in termini di equipaggio a terra... pensavo ottimizzassero i trasferimenti la notte, ma evidentemente non e' cosi'. Non e' una critica, sarebbe interessante pero' capire per che motivo abbiano fatto questa scelta, se puramente economica o se, come dice marcozambi, legata a vincoli termici (che vorrei capire pero'). Sarebbe una domanda da fare a quel tipo italiano... come si chiamava?

La "deambulazione" di Curiosity sarebbe comunque troppo dispendiosa per poter avvenire giorno e notte no-stop. Ricordo che anche nella DeLorean di Ritorno al Futuro il generatore nucleare alimentava solo i tempocircuiti: per portarla a 88 miglia orarie si utilizzava la comune benzina :mrgreen:
Empy space is scale-invariant.
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #10 il: Sab 08/06/2013, 07:28 »
La "deambulazione" di Curiosity sarebbe comunque troppo dispendiosa per poter avvenire giorno e notte no-stop. Ricordo che anche nella DeLorean di Ritorno al Futuro il generatore nucleare alimentava solo i tempocircuiti: per portarla a 88 miglia orarie si utilizzava la comune benzina :mrgreen:

Hai qualche dato? Perche' mi sembra che ci stiamo girando intorno; i motori per muoversi consumeranno n Watt ed il generatore nucleare ne genera n'. A seconda della differenza si puo' capire quanto si puo' muovere al giorno. In ogni caso, proprio per questo motivo speravo che i prossimo robottino lo facciano un po' piu' potente, via.
Il paragone con la deLorean (fra parentesi conosco uno che ne ha una, l'ho conosciuto da Jersey Joe's) di "Ritorno al futuro" non calza, dato che questa ha due fonti di energia, mentre Curiosity ne ha una sola.
Mi viene un dubbio: ma che fonte di energia aveva il rover lunare?
 

Offline blitzed

  • *
  • 1.730
R: Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #11 il: Sab 08/06/2013, 09:34 »
Mi viene un dubbio: ma che fonte di energia aveva il rover lunare?

Due batterie, 36v e circa 250 Ah se non sbaglio. Autonomia intorno ai 100km a piena pofenza. LRV doveva funzionare qualche ora, i rover marziani si auspica funzionino svariati mesi come minimo...è naturale che impieghino sistemi diversi.

Riguardo il generatore di MSL senz'altro sarebbe stato possibile realizzarne di più potenti, ma mi sembra che a causa delle restrizioni sul plutonio sia già andata bene cosi.

Inviato dal mio GT-I9100 con Tapatalk 2
« Ultima modifica: Sab 08/06/2013, 09:40 da blitzed »
 

Online sinucep

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #12 il: Sab 08/06/2013, 11:58 »
Hai qualche dato?
Ne abbiamo parlato da qualche parte ma, ahinoi, non riesco a trovare dove, forse qui http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=15996.0 o chissà in quale thread. Si parlava appunto di potenza disponibile, tempo di ricarica delle batterie, consumi di picco e anche della resa dell'RTG negli anni a venire.

Innanzitutto: se di notte stai fermo e accumuli energia di giorno ne hai il doppio da consumare e vai al doppio della velocità (avrai qualche perdita, ma ti risparmi di dover accendere i fari!).

Visto che l'energia comunque la usi tutta tanto vale prendersi una pausa la notte che poi pausa non è visto che altri sistemi sono in funzione e non dimentichiamoci che c'è bisogno della dovuta calma per pianificare i passi successivi.. mica vogliamo ribaltare il rover per la fretta di farlo arrivare.

Ah sì, quello della DeLorean non voleva essere proprio un paragone ineccepibile.. però se fosse bastato l'RTG sia per alimentare il flusso canalizzatore che per far muovere il veicolo, Emmett Brown avrebbe certamente dotato la DeLorean di un motore elettrico. ;)





« Ultima modifica: Sab 08/06/2013, 12:00 da sinucep »
Empy space is scale-invariant.
 

Offline Paolo

  • *
  • 2.299
    • http://utenti.lycos.it/paoloulivi
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #13 il: Sab 08/06/2013, 12:02 »
credo che il problema principale sia che MSL, come i due MER usa le immagini prese dalla Navcam per pianificare e valutare l'esecuzione di ogni spostamento, e per la ricostruzione tridimensionale del paesaggio hai bisogno di immagini ben illuminate. per cui spostarsi e navigare di notte e' impossibile
 

Offline RikyUnreal

  • SpaceHumor & IU4APB
  • *
  • 4.554
  • Deeply Fallen In Love
    • http://www.facebook.com/RikyUnreal
    • https://plus.google.com/113216210094336701508
    • @RikyUnreal
    • Il mio sito
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #14 il: Dom 09/06/2013, 16:57 »
Alessio riascoltati la conferenza di Bellutta al planetario, nella quale tra l'altro spiega le diverse modalità di guida del rover.

Sarebbe certamente troppo rischioso muoversi di notte per questioni di visibilità. Molto meglio fermarsi e sfruttare l'RTG per ricaricare le batterie, analizzare i campioni, trasmettere i dati con l'antenna ferma, ecc...

Quindi é sbagliato dire che di notte Curiosity non funziona di notte.
  
 

Offline Micene84

  • *
  • 633
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #15 il: Dom 09/06/2013, 18:35 »
Alla conferenza a Torino Bellutta aveva spiegato perche' non si facevano operazioni di notte. Forse Acris - Raffaele ricordera' meglio di me, ma se non sbaglo c'erano motivi di tipo termico, tipo mantenere Curiosity ad una temperatura adeguata durante la notte marziana ma forse anche la temperatura di funzionamento dei motori, scientifici, alcuni strumenti di Curiosity non lavorano bene a bassa temperatura, logistici, se curiosity dovesse lavorare giorno e notte altrettanto dovrebbero fare i rover driver.
Questo non vuol dire che Curiosity non possa lavorare di notte, cosa che e' stata fatta per verificare appunto che in caso di emergenza sia possibile operare anche negli orari notturni marziani, ma dato che dal punto di vista funzionale le prestazioni sarebbero ridotte, non ne vale la pena.
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #16 il: Dom 09/06/2013, 22:39 »
Beh c'e' quantomeno una grande confusione. La questione temperature... mi verrebbe da chiedere quali siano le differenze termiche fra una notte estiva ed un giorno invernale. Il problema logistico lo escludo categoricamente - i giorni e le notti marziane/terrestri mica sono sincronizzati. La carenza di personale mi sembra un problema relativamente semplice da risolvere per un progetto cosi' costoso.
Ne devo dedurre che il sistema sia semplicemente stato progettato per lavorare in questo modo, nei vincoli tecnici, di budget e di tempo, ma non vedo nessuna lampante ragione(*) per cui non si possa averlo progettato per lavorare 24 ore e mezza su 24 e mezza - al contrario del ben piu' vecchio Opportunity, che funziona a pannelli solari.

(*) a parte la scarsita' di materiale radioattivo adatto. Spero che le centrali siano riattivate presto per produrre tantissimo Plutonio, e che il prezzo dello stesso scenda particolarmente
 

Online albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.032
  • Ringraziato: 7 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #17 il: Dom 09/06/2013, 23:17 »
Beh c'e' quantomeno una grande confusione. 

Questi atteggiamenti sono davvero scostanti e infastidenti...

Citazione
La questione temperature... mi verrebbe da chiedere quali siano le differenze termiche fra una notte estiva ed un giorno invernale.

In una notte estiva la temperatura dell'aria alle latitudini in cui opera Curiosity scende intorno ai -70°C mentre in un giorno invernale arriva a -20°C
https://en.wikipedia.org/wiki/File:PIA16913-MarsCuriosityRover-SteadyTemperature-GaleCrater.jpg

Citazione
Il problema logistico lo escludo categoricamente - i giorni e le notti marziane/terrestri mica sono sincronizzati. La carenza di personale mi sembra un problema relativamente semplice da risolvere per un progetto cosi' costoso.

E invece non lo è, e sbagli ad escluderlo "categoricamente", avere una gestione di missione h24 significa avere personale su almeno 3 turni giornalieri (o forse 4?), tutti adeguatamente certificati e addestrati a ricoprire le figure necessarie ad operazioni continue e a piena capacità. Dal momento che i costi di questa fase di missione sono in gran parte attribuibili al costo del personale è facilmente intuibile che pianificarne la gestione su almeno 3 turni giornalieri significa probabilmente raddoppiarne i costi di gestione, ovvero i costi che ora vanno a budget. 

Citazione
Ne devo dedurre che il sistema sia semplicemente stato progettato per lavorare in questo modo, nei vincoli tecnici, di budget e di tempo, ma non vedo nessuna lampante ragione(*) per cui non si possa averlo progettato per lavorare 24 ore e mezza su 24 e mezza - al contrario del ben piu' vecchio Opportunity, che funziona a pannelli solari.

Mi sembra ti siano state indicate più che chiaramente le cause che hanno portato a questa scelta, tutto sarebbe possibile, ma come ben sai in questo settore ogni scelta è frutto di compromesso e queste sono state le scelte in fase di design...
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #18 il: Dom 09/06/2013, 23:28 »
E invece non lo è, e sbagli ad escluderlo "categoricamente", avere una gestione di missione h24 significa avere personale su almeno 3 turni giornalieri (o forse 4?), tutti adeguatamente certificati e addestrati a ricoprire le figure necessarie ad operazioni continue e a piena capacità. Dal momento che i costi di questa fase di missione sono in gran parte attribuibili al costo del personale è facilmente intuibile che pianificarne la gestione su almeno 3 turni giornalieri significa probabilmente raddoppiarne i costi di gestione, ovvero i costi che ora vanno a budget. 
Questo lo testimonio personalmente. Lavoro su due misisioni operative H24 (a parte 4 ore di transito al perigeo dove "spegnamo" gli strumenti per attraversare le fasce di Van Allen) e servono minimo 3 turni, più due ingegneri e due addetti alla dinamica di volo SEMPRE reperibili telefonicamente.
Marco Zambianchi
ForumAstronautico Founder
Presidente Associazione ISAA
 

Offline Micene84

  • *
  • 633
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #19 il: Dom 09/06/2013, 23:29 »

Citazione
La questione temperature... mi verrebbe da chiedere quali siano le differenze termiche fra una notte estiva ed un giorno invernale.

In una notte estiva la temperatura dell'aria alle latitudini in cui opera Curiosity scende intorno ai -70°C mentre in un giorno invernale arriva a -20°C
https://en.wikipedia.org/wiki/File:PIA16913-MarsCuriosityRover-SteadyTemperature-GaleCrater.jpg

E comunque durante la giornata la temperatura variadi 80 gradi, non poco quindi. Uno dei piu' grandi problemi dei rover e' proprio il controllo termico.

Citazione
Citazione
Il problema logistico lo escludo categoricamente - i giorni e le notti marziane/terrestri mica sono sincronizzati. La carenza di personale mi sembra un problema relativamente semplice da risolvere per un progetto cosi' costoso.

E invece non lo è, e sbagli ad escluderlo "categoricamente", avere una gestione di missione h24 significa avere personale su almeno 3 turni giornalieri (o forse 4?), tutti adeguatamente certificati e addestrati a ricoprire le figure necessarie ad operazioni continue e a piena capacità. Dal momento che i costi di questa fase di missione sono in gran parte attribuibili al costo del personale è facilmente intuibile che pianificarne la gestione su almeno 3 turni giornalieri significa probabilmente raddoppiarne i costi di gestione, ovvero i costi che ora vanno a budget. 

Bellutta fece vedere una slide in cui mostrava come all'inizio della missione di Curioisity lavorassero su turni sincronizzati con i sol marziani, mentre col tempo il lavoro e' organizzato sulla normale giornata lavorativa. Bisogna considerare anche che ogni azione effettuata dal rover e' il risultato di decisioni del team scientifico e pianificazione del team ingegneristico, quindi richiede tempo.
Al JPL stanno progettando un sistema di navigazione autonoma, ma e' ancora in fase di sviluppo.

 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #20 il: Lun 10/06/2013, 10:35 »
Questo lo testimonio personalmente. Lavoro su due misisioni operative H24 (a parte 4 ore di transito al perigeo dove "spegnamo" gli strumenti per attraversare le fasce di Van Allen) e servono minimo 3 turni, più due ingegneri e due addetti alla dinamica di volo SEMPRE reperibili telefonicamente.

Quindi se lo fanno per missioni che, per motivi vari, hanno diverso "impatto mediatico" e probabilmente un budget molto inferiore a quello di MSL, a maggior ragione dovrebbero poterselo permettere qui di avere gente sempre 'ai comandi'. Ma d'altra parte sono missioni cosi' diverse (un satellite in orbita VS un 'rover' sulla superficie). Inoltre Il tutto parte da un'altra considerazione: presto come detto nell'articolo il robottino entrera' in una configurazione in cui il target e' arrivare in un punto, per cui piu' velocemente ci si arriva, meno costa.

Per riassumere, la confusione deriva dal fatto che diverse rispettabili opinioni in questo thread portano ragioni molto eterogenee per il fatto che Curiosity non si muova di notte:
- ragioni termiche
- ragioni di budget
- potenza insufficiente
- mancanza di luci
- varie

Alla luce della discussione torno a pensare che sia semplicemente stato pensato cosi', e che non ci sia una vera ragione tecnica per cui non si possa averlo fatto muovere di notte, come invece speravo :( Purtroppo dobbiamo vivere con le limitazioni di questa esplorazione a velocita' "glaciale". Grazie a chi ha contribuito info utili a questo thread! Non si finisce mai di imparare. Dovremmo andare in visita al JPL, e' di sicuro uno dei dipartimenti NASA che ha all'attivo roba positiva.
 

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #21 il: Lun 10/06/2013, 12:01 »
Alla luce della discussione torno a pensare che sia semplicemente stato pensato cosi', e che non ci sia una vera ragione tecnica per cui non si possa averlo fatto muovere di notte, come invece speravo :(
Questo onestamente lo escluderei al 100%. C'è SEMPRE un ragionamento ingegneristico alla base, con conseguente tradeoff.
Personalmente ritengo che la ragione n.1 sia esattamente quella detta da Paolo, cioè che serve luce per fotografare il terreno attorno al rover e  far sì che il computer di bordo possa calcolare il giusto percorso. Al secondo posto metterei constraints termici, che con alcune componenti elettroniche come ben sai sono importanti magari non tanto per il funzionamento "istantaneo", ma in termini di preservare la vita operativa totale.
Marco Zambianchi
ForumAstronautico Founder
Presidente Associazione ISAA
 

Online sinucep

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #22 il: Lun 10/06/2013, 12:54 »
Per riassumere, la confusione deriva dal fatto che diverse rispettabili opinioni in questo thread portano ragioni molto eterogenee per il fatto che Curiosity non si muova di notte:
- ragioni termiche
- ragioni di budget
- potenza insufficiente
- mancanza di luci
- varie
Quando un sistema è ben ottimizzato per lavorare in determinate condizioni, appena ti scosti da queste subentrano più problemi contemporaneamente.

Se è vero che ogni secondo di Curiosity è preziosissimo, è vero anche che i sistemi meccanici hanno una probabilità di failure terribilmente maggiore quando sono in funzione. La cosa migliore è farli funzionare quando ci sono le condizioni migliori.

Ammesso sia stato pensato per poterlo fare, un rover che si sposta di notte si farebbe sfuggire sotto il naso particolari importantissimi visibili solo di giorno. In una zona di transito tra due siti di particolare interesse si prevedono minori probabilità di trovare qualcosa ma questo non giustificherebbe le difficoltà di spostarsi di notte.

Del resto anche la natura ha fatto sì che gli animali (che sono gli esseri viventi più simili ad un rover), pur avendo un tempo limitato a disposizione, passano a riposo una buona parte del ciclo giornaliero.
« Ultima modifica: Lun 10/06/2013, 15:36 da sinucep »
Empy space is scale-invariant.
 

Offline blitzed

  • *
  • 1.730
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #23 il: Lun 10/06/2013, 12:56 »
E' ovvio che tecnicamente si potrebbe lavorare anche di notte..con una luce, una night vision, turni diversi...non credo ci siano controindicazioni assolute, nè credo vi fossero quando MSL è partito (a parte forse, come dicevamo, la difficoltà a reperire il plutonio in quantità maggiori). Però sappiamo tutti benissimo che uno degli aspetti cruciali nella realizzazione di queste sonde è il raggiungimento di validi compromessi: non si può dotare un rover di tutto. E' inutile poi raccontarci "è costato xx miliardi e non può neanche viaggiare di notte": bisogna fare delle scelte, e sono certo che queste scelte siano state fatte con senno e con motivazioni precise. Gli strumenti utili su un rover che viaggia verso un altro pianeta sono infiniti: potrebbe essere più veloce di così, o più grande, o avere a bordo più apparecchiature scientifiche...certo che si poteva fare di più, con infinite risorse a disposizione e nessun problema di tempistica, di peso al lancio, di affidabilità. Fare delle rinunce in virtù di una organizzazione ponderata del lavoro, di un risparmio in termini di peso, di una ottimizzazione delle risorse...non è una mancanza, ma una fase fondamentale della progettazione.
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #24 il: Lun 10/06/2013, 19:26 »
blitzed et all: certo, non ho mai pensato diversamente. Ero solo di curioso di sapere QUALE e' il/gli motivo/i per cui la navigazione notturna non viene effettuata, NON di criticare aspramente il sistema perche' non lo fa. Che poi personalmente io sia un po' impaziente che arrivino su Mt. Sharp, me lo concedete :) ???

 

Offline RikyUnreal

  • SpaceHumor & IU4APB
  • *
  • 4.554
  • Deeply Fallen In Love
    • http://www.facebook.com/RikyUnreal
    • https://plus.google.com/113216210094336701508
    • @RikyUnreal
    • Il mio sito
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #25 il: Lun 28/10/2013, 14:47 »
Riesumo il topic.
All'epoca della discussione avevo fatto direttamente la domanda al team Mars Outreach e oggi mi hanno risposto.

Citazione da: Mars Outreach
There are a few reasons that Curiosity only travels during the day.
  • The first is that you need to have enough light to see where you are driving so the rover does not collide with obstacles in the way.
  • Another reason is that the batteries need the nighttime to recharge for the next day of driving.
  • Lastly, there are motors on the rover that have lubricant. This lubricant must be warm to serve its purpose and it is too cold at night for the lubricant to remain at a good temperature for driving.

Le prime due le avevamo già intuite, mentre la terza specifica un po' meglio "le questioni termiche"
  
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #26 il: Lun 28/10/2013, 19:30 »
Interessante. Quindi potremmo parafrasare: il generatore nucleare non e' abbastanza potente per alimentare delle luci e/o produrre energia per far muovere il robottino 24h/24. Probabilmente la scarsita' degli elementi necessari e le dimensioni dell'apparato hanno vincolato il progetto; per quanto riguarda il punto 3) qualcuno ha a disposizione un grafico delle temperature incontrate fin'ora nel "Gale Crater"? Non solo i minimi ed i massimi assoluti, ma l'andamento durante l'anno con massima e minima giornaliera, non riesco a trovarli
 

Online albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.032
  • Ringraziato: 7 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #27 il: Lun 28/10/2013, 19:44 »
3) qualcuno ha a disposizione un grafico delle temperature incontrate fin'ora nel "Gale Crater"? Non solo i minimi ed i massimi assoluti, ma l'andamento durante l'anno con massima e minima giornaliera, non riesco a trovarli

Era già stato riportato alcuni post più su...

La questione temperature... mi verrebbe da chiedere quali siano le differenze termiche fra una notte estiva ed un giorno invernale.

In una notte estiva la temperatura dell'aria alle latitudini in cui opera Curiosity scende intorno ai -70°C mentre in un giorno invernale arriva a -20°C
https://en.wikipedia.org/wiki/File:PIA16913-MarsCuriosityRover-SteadyTemperature-GaleCrater.jpg
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Online IK1ODO

Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #28 il: Mar 29/10/2013, 14:26 »
Brrr. -80 °C, e -40 di media... capisco la scelta dell'RTG per scaldarsi!
"Lo studio e in generale l'aspirazione alla verità e alla bellezza rappresentano un ambito in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita" - A. Einstein
 

Offline blitzed

  • *
  • 1.730
Re:MSL si avvicina ad una svolta decisiva
« Risposta #29 il: Mer 30/10/2013, 07:29 »
Brrr. -80 °C, e -40 di media... capisco la scelta dell'RTG per scaldarsi!

o quello, o la vodka :mrgreen

Inviato dal mio GT-I9100 utilizzando Tapatalk