Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #80 il: Ven 20/03/2015, 13:29 »
mai dire mai..

grazie al contributo notevole di un'anima buona, potrebbe esserci la possibilità di incamerare a breve termine un KP-27M in notevoli condizioni di conservazione.
Non ne sono certo al 100%, però c'è una buona speranza. Wow!!!   vedremo nei prossimi giorni.
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #81 il: Dom 29/03/2015, 21:49 »
era un falso allarme...
o per meglio dire, ci sono arrivato vicino così  -  ma non abbastanza vicino da riuscire ad acchiappare il malefico KP-27M.  Peccato perchè era strepitoso, con quella batteria di 13 bombolette color turchino acceso.




Sarà per un'altra volta, se proprio non si tratterà di un vero rottame...  thanks very much per la pazienza mostrata fin qui.  Frank.
« Ultima modifica: Lun 30/03/2015, 00:34 da ScullyLover »
 

Offline DDD

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #82 il: Lun 30/03/2015, 09:41 »
Complimenti per la dedizione che ci stai mettendo nella tua passione!
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #83 il: Lun 30/03/2015, 11:58 »
Non so se ti è già stato chiesto, ma hai mai pensato di fare una mostra di tutto quello che hai "accumulato"?
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #84 il: Lun 30/03/2015, 12:21 »
Grazie per l'apprezzamento !!!!!!!!!

Sì mi è stato chiesto un paio di volte, ma per un tot di motivi (distanza da percorrere, quantità minima di giorni di durata, alcune restrizioni, spese di furgone a carico mio, delicatezza del materiale, e non-volontà di farsi carico di una minima sicurezza) ho preferito lasciar cadere la cosa.
 

Offline DDD

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #85 il: Lun 30/03/2015, 12:31 »
Scusa, ma in cosa consiste lo zoom climb?
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #86 il: Lun 30/03/2015, 13:25 »
La zoom climb detta anche salita con tecnica balistica ( :cool: :cool: :cool:...) consiste in una cabrata ad alto numero di "G", e una salita con inclinazione di 65° - 80°, dopo che l'aereo ha accelerato orizzontalmente fino a velocità che non necessariamente sono quelle massime raggiungibili  -  ma sovente, si avvicinano moltissimo.

E' l'unico sistema per un aereo "convenzionale" di poter arrivare a quote che NON sono quelle a cui si può volare, in senso vero e proprio. La salita è attentamente studiata, controllata e ricontrollata e guai a deviare anche di pochissimo..  quando i turboreattori si spengono, o sono anticipatamente spenti dal pilota per evitare quei danni tipici del surriscaldamento, si fila esclusivamente per assoluta inerzia verso quote altissime mentre la traiettoria s'incurva sempre più.
Al culmine del "campanile" la velocità indicata dall'anemometro (cioè, quella effettiva del flusso d'aria che interessa ai fini della portanza) è normalmente bassissima per aerei di quelle prestazioni, incredibilmente bassa data l'atmosfera rarefattissima a quote di 28.000 - 36.000 metri. Mentre ovviamente, la velocità "vera" è più alta  -  ma comunque, mica di tantissimo.
Si scende con traiettoria attentamente monitorata, a motori spenti che verranno riaccesi intorno a 18.000 - 20.000 metri più o meno.

Un pilota americano di F-104A del 319th Fighter Interceptor Squadron, Aerospace Defense Command (Homestead AFB, Florida) racconta che nel 1967-68 era normale per loro, in voli di routine per tenersi addestrati, praticare "zoom climb" con estrema facilità (ed estrema attenzione) fino a quote indicate dai radar di terra come circa 27.500 - 29.000 metri al culmine della parabola, vestiti con tute pressurizzate AP-22-S2.  Da parte sua, l'altimetro di bordo si fermava meccanicamente intorno a 26.500 metri.
A quel punto, il flusso del vento di volo così come indicato dall'anemometro era di soli 230 - 250 Km/h. ...
Erano diventati così bravi nella manovra di "pushing over" con "G" positivi alla sommità della salita, che riuscivano ad avere 25-30 secondi di zero G  -  e lo provavano lasciando andare liberamente in cabina una matita, che galleggiava davanti ai loro occhi senza muoversi neppure un pò (!!)
Frank.

« Ultima modifica: Lun 30/03/2015, 20:06 da ScullyLover »
 

Offline manoweb

  • *
  • 1.716
  • Ciao!
Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #87 il: Lun 30/03/2015, 18:31 »
Erano diventati così bravi nella manovra di "pushing over" con "G" positivi alla sommità della salita, che riuscivano ad avere 25-30 secondi di zero G

Questo e' del tutto analogo a quello che offrono le ditte commerciali "zero G" su dei ben piu; modesti 727, a quote credo parecchio inferiori. Mi sarei aspettato che su un F-104 in queste condizioni molto piu' spinte, la condizione di caduta libera durasse di piu'.
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #88 il: Lun 30/03/2015, 18:41 »
Il fatto è che, in effetti, un F-104 non necessariamente deve far durare la fase di "zero G" più a lungo soltanto perchè macchina molto più spinta  -  per meglio dire, probabilmente è possibile volando con altri parametri.
Quei resoconti si riferivano a missioni di piloti operativi, di reparti intercettori (quindi di qualità medio-alta ma comunque non piloti collaudatori), di arrivare a quote altissime su F-104 di serie e assolutamente non modificati. Il tentativo metteva l'accento sulla quota raggiungibile, non tanto sulla durata della fase a zero-G.
 

Offline blitzed

  • *
  • 1.738
Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #89 il: Lun 30/03/2015, 21:38 »
ScullyLover, volevo solo ringraziarti per questa interessantissima discussione ;-)
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #90 il: Lun 30/03/2015, 21:59 »


Sì mi è stato chiesto un paio di volte, ma per un tot di motivi (distanza da percorrere, quantità minima di giorni di durata, alcune restrizioni, spese di furgone a carico mio, delicatezza del materiale, e non-volontà di farsi carico di una minima sicurezza) ho preferito lasciar cadere la cosa.
Che peccato! Comunque anche se non potrò mai vedere nella realtà le tue "cose" seguo con molto interesse i tuoi post. Perchè? Perche i tuoi post mi hanno aperto un mondo  che conoscevo solo marginalmente.
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #91 il: Lun 30/03/2015, 22:36 »
Grazie, troppo gentili tutti.

@Silvano, mi sarebbe piaciuto ma devo dire che alcune persone avrebbero solo preteso senza offrire niente in cambio neppure per andare almeno in pareggio con le spese. E nessun tipo di garanzia, tanto a me sarebbe bastata la "soddisfazione".
Magari quella sarebbe arrivata, perchè no, ma a me non bastava più di tanto...

L'impegno era stato enorme da parte mia nell'assemblare il materiale, e lo sforzo equivalente a centinaia (e centinaia) di ore straordinarie  -  ovviamente nei bei tempi che ancora si potevano fare   :disappointed:  :disappointed:...
a rischio di andare OT, posto due foto di quello che avrebbe dovuto, negli anni 2004 - 2008 circa, essere più o meno la controparte USAF del pilota Sovietico d'altissima quota.
Ci credi se dico che è rimasto semi-completo (oppure semi..incompleto, dipende dai punti di vista) per quasi 5 anni prima che mollassi e riuscissi a vendere il materiale, tanto era impossibile riuscirci  -  a meno di rassegnarsi a dar via ancora l'equivalente di una discreta utilitaria?

Chi me lo faceva fare -  comunque ciò che era provvisorio non mancava di una certa "grinta", doveva poi essere completato come pilota di Lockheed U-2C di circa metà anni '60. Ovviamente, grazie soprattutto alla formidabile Partial pressure suit MC-3A.
Alla prossima. Frank.






« Ultima modifica: Lun 30/03/2015, 22:42 da ScullyLover »
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #92 il: Lun 30/03/2015, 23:01 »
Grazie, troppo gentili tutti.

@Silvano, mi sarebbe piaciuto ma devo dire che alcune persone avrebbero solo preteso senza offrire niente in cambio neppure per andare almeno in pareggio con le spese. E nessun tipo di garanzia, tanto a me sarebbe bastata la "soddisfazione".
Magari quella sarebbe arrivata, perchè no, ma a me non bastava più di tanto...

Alla prossima. Frank.


Certo se codesti erano i presupposti per allestire una mostra ti do ragione in pieno.
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #93 il: Lun 30/03/2015, 23:32 »
Se escludiamo il famigerato KP-27M che comunque, alla fine non fa parte del pilota bensì del seggiolino KM-1 (anche ORK-2 + RSD-3M sono più che altro parte del seggiolino, ma almeno questi risultano davvero notevoli coreograficamente),
una cosa che si potrebbe ancora fare, se ne avrò voglia, potrebbe essere recuperare un casco del precedente sottomodello della serie GSh-6, vale a dire un GSh-6M  -   quello sul pilota è un GSh-6A.
Le tre varianti operative della serie GSh-6 sono state, nel tempo:  GSh-6M,  GSh-6A,  GSh-6LP.

Da almeno 25 anni la ditta "Tieploobmiennìk" situata a Nizhnij Novgòrod (Russia) fabbrica solo più la variante n° 3, la GSh-6LP. Questa è davvero identica nel 97% alla -A, e non avrebbe troppo senso acchiapparne uno.
Viceversa la -M differisce in parecchie cose, e meriterebbe la pena possederne uno in buone condizioni da lasciare lì accanto, per puro termine di paragone con il sottomodello indossato dal pilota. Questo -M, e la tuta di ventilazione VK-3M rimarrebbero come accessori "extra".
« Ultima modifica: Lun 30/03/2015, 23:50 da ScullyLover »
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #94 il: Mar 31/03/2015, 15:42 »
A proposito delle tute pressurizzate sovietiche,cosa possiamo dire della combinazione di volo immaginata per i piloti del Buran?
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #95 il: Mar 31/03/2015, 16:44 »
Quello che so è che un paio d'anni fa la NPP Zhvezhda aveva rilasciato nuove foto della tuta cosiddetta in Occidente "Strizh-ESO", mostrata addosso ad un manichino messo seduto sul seggiolino eiettabile K-36 che avrebbe equipaggiato il Buran (non sono certissimo, ma dovrebbe trattarsi della variante K-36RB).

Diverse tute per i piloti di Buran, con differenze tra di loro, esistono veramente. La "ESO" è stata descritta come progettata per una quota massima di eiezione di 40 Km. 
Dovrei ritrovare l'articolo, ma ricordo che la stessa tuta ESO era mostrata anche su un secondo manichino  -  questa completa di strato esterno protettivo, in color alluminio non dissimile dalle "Mercury" dei tempi eroici.
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #96 il: Mar 31/03/2015, 21:15 »
Quello che mi colpì di questa tuta era la colorazione tabacco molto simile a quella delle tute SR-71  (EES suit)  indossate dagli Astronauti dei primi 4 voli Shuttle.
Non sapevo della copertura alluminizzata;è abbastanza sorprendente perchè questo tipo di copertura fu abbandonata dagli Americani quando si resero conto che rischiava di "sparare" la luce solare accecando il pilota.
Immagino che i Russi potessero incontrare problemi analoghi.
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #97 il: Mar 31/03/2015, 21:49 »
In effetti per essere più preciso mi tocca aggiungere che (almeno, come me la ricordo) non era veramente un colore "Mercury"  -   quelle si potevano chiamare veramente "silver suits",  questa Russa è un color metallico non così evidente come le americane.

*  le foto che avevo visto io, non so se per motivi di illuminazione, mostravano una o due tute Buran di un colore marrone relativamente scuro che personalmente giudico, piuttosto, assimilabili a quella partita di S-1030 color marrone (operative, s'intende) portate sugli SR-71 per un breve periodo  -  forse 1975-1978?.
Quella da te citata, che potrebbe ricordare le tute EES dei primi 4 voli Space Shuttle le quali però erano decisamente un giallo scuro - dorate (in effetti si trattava di S-1030 standard, pressochè indistinguibili da quelle usate sui "Blackbirds") è un'altra tuta ancora, color "arancione sporco".
« Ultima modifica: Mar 31/03/2015, 21:59 da ScullyLover »
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #98 il: Mer 01/04/2015, 05:33 »

Quella da te citata, che potrebbe ricordare le tute EES dei primi 4 voli Space Shuttle le quali però erano decisamente un giallo scuro - dorate (in effetti si trattava di S-1030 standard, pressochè indistinguibili da quelle usate sui "Blackbirds") è un'altra tuta ancora, color "arancione sporco".

In realtà pochi mesi prima del lancio di STS-1 l'overgarnment delle tute EES dello Shuttle cambiò dal giallo-arancio ad un marrone-tabacco.
Il motivo è che per ragioni di sicurezza si preferì adottare un tessuto ignifugo il polybenzemidazolo (detto anche PBI) dal colore naturale marrone tabacco, precedentemente sperimentato per le combinazioni di volo (flight suits) degli equipaggi Skylab e di ASTP.

 

 

 

 
 

Re:Collezione: il Pilota Stratosferico full-size - URSS, 1980s
« Risposta #99 il: Mer 01/04/2015, 05:41 »
Queste dovrebbero essere le tute per il Buran.
 Quella argento spento è presentata come un modello di prova detto  Strizh-ESO,usato durante lanci  Progress.
Interessante quella a destra con l'overgarnment giallo-arancio tipo SR-71 suit Americana.



 

E questa dovrebbe essere la configurazione di volo per il Buran:

 


« Ultima modifica: Mer 01/04/2015, 05:44 da carmelo pugliatti »