Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC

Il pressure vessel di Orion appena collocato sulla struttura di test. (C) Photo: NASA/Radislav Sinyak
Prende sempre più forma la capsula Orion che verrà utilizzata nel 2018 per l'Exploration Mission-1
Articolo completo: Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #1 il: Lun 08/02/2016, 15:23 »
Peccato che in questa missione non vi saranno astronauti a bordo; un viaggio "perso"! Si vede che non è  come ai tempi dell'Apollo dove c'era il "fiato sul collo" da parte dei Russi.
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.052
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #2 il: Lun 08/02/2016, 16:42 »
Si vede che non è  come ai tempi dell'Apollo dove c'era il "fiato sul collo" da parte dei Russi.

Guarda che le missioni da Apollo 4 a 6 sono state senza equipaggio... Mica con Apollo 7 sono stati inviati subito in orbita gli astronauti al battesimo del volo della capsula...
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #3 il: Lun 08/02/2016, 19:43 »
Scusate la pigrizia:
1. nella parte superiore della capsula c'è un portello di attracco compatibile con la ISS?
2. se l'equipaggio deve fare una EVA, esce dai portelli laterali?
3. dato che lo scudo termico si trova tra l'abitacolo e il modulo di servizio, in futuro dall'abitacolo non si potrà accedere internamente ad una struttura abitabile? Come potrebbe essere utilizzata in una missione verso Marte che richiede spazi maggiori per l'equipaggio?
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #4 il: Lun 08/02/2016, 19:55 »
3. dato che lo scudo termico si trova tra l'abitacolo e il modulo di servizio, in futuro dall'abitacolo non si potrà accedere internamente ad una struttura abitabile? Come potrebbe essere utilizzata in una missione verso Marte che richiede spazi maggiori per l'equipaggio?

Così
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #5 il: Lun 08/02/2016, 20:48 »
Ma orion non va su Marte...
Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima

A.Einstein
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #6 il: Mar 09/02/2016, 14:49 »
Si vede che non è  come ai tempi dell'Apollo dove c'era il "fiato sul collo" da parte dei Russi.

Guarda che le missioni da Apollo 4 a 6 sono state senza equipaggio... Mica con Apollo 7 sono stati inviati subito in orbita gli astronauti al battesimo del volo della capsula...


Lo so, ma ai tempi le missioni di prova venivano compiute in tempi più ridotti e non c'erano tutte quelle simulazioni che oggi riusciamo a fare grazie ai computer.

Dato che una capsula Orion è già stata testata in orbita, non si potrebbe accellerare leggermente il tutto compiendo questa missione con astronauti?

Se poi vogliamo fare un'altro confronto, lo Shuttle venne testato in orbita con astronauti direttamente dalla prima missione, senza che avesse sistemi di fuga per gli astronauti come li avrà l'SLS e la capsula stessa.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #7 il: Mar 09/02/2016, 15:01 »
Perché lo Shuttle aveva bisogno di qualcuno ai comandi.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #8 il: Mar 09/02/2016, 16:10 »

Dato che una capsula Orion è già stata testata in orbita, non si potrebbe accellerare leggermente il tutto compiendo questa missione con astronauti?



C'è da considerare che la capsula è stata testata ma il vettore è al viaggio inaugurale quindi non mi pare cosa saggia metterci degli essere umani sopra.


Il discorso Shuttle va preso un po' con le pinze: non poteva volare in automatico e ai tempi la NASA viaggiava sulle ali della sicurezza degli Dei dell'Apollo, come venne poi definita.
 

Offline DDD

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #9 il: Mar 09/02/2016, 17:44 »

Dato che una capsula Orion è già stata testata in orbita, non si potrebbe accellerare leggermente il tutto compiendo questa missione con astronauti?



C'è da considerare che la capsula è stata testata ma il vettore è al viaggio inaugurale quindi non mi pare cosa saggia metterci degli essere umani sopra.


Il discorso Shuttle va preso un po' con le pinze: non poteva volare in automatico e ai tempi la NASA viaggiava sulle ali della sicurezza degli Dei dell'Apollo, come venne poi definita.

Non è che i risultati degli ALT li avessero gettati...
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #10 il: Mar 09/02/2016, 17:51 »
Non capisco a cosa ti riferisci......
 

Offline DDD

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #11 il: Mar 09/02/2016, 18:08 »
Mi riferivo al fatto che comunque lo shuttle non era la prima volta che volava con STS 1, ci sono stati precedentemente i test di Approach and Landing (ALT) che avevano messo alla prova la navetta in una delle fasi più critiche.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #12 il: Mar 09/02/2016, 18:24 »
Beh, era il primo volo orbitale, la prima missione completa con tutti i sistemi in funzione.....è un po' diverso
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #13 il: Mar 09/02/2016, 22:13 »
Credo che a questo punto la cosa migliore sarebbe quella di anticipare la missione con gli astronauti al 2020. Mentre per il 2021, la Nasa potrebbe posizionare, in orbita lunare, un Deep Space Habitat per una terza missione Orion. :happy:
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #14 il: Mer 10/02/2016, 18:24 »
Ma orion non va su Marte...

Andrà VERSO Marte; naturalmente non atterrerà direttamente sul pianeta, ma sarà attraccato alla "nave madre" che servirà da ambiente di viaggio per gli astronauti, come si vede bene nell'immagine postata da Livio.

Per scendere sul pianeta verrà ovviamente utilizzato invece un lander stile Dragon V2, per capirci.
I sognatori non sapevano che la cosa fosse impossibile, per cui la fecero.
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #15 il: Mer 10/02/2016, 19:41 »

Dato che una capsula Orion è già stata testata in orbita, non si potrebbe accellerare leggermente il tutto compiendo questa missione con astronauti?



C'è da considerare che la capsula è stata testata ma il vettore è al viaggio inaugurale quindi non mi pare cosa saggia metterci degli essere umani sopra.


Il discorso Shuttle va preso un po' con le pinze: non poteva volare in automatico e ai tempi la NASA viaggiava sulle ali della sicurezza degli Dei dell'Apollo, come venne poi definita.

La torre di fuga che verrà montata sulla capsula Orion è già stata collaudata ed a sempre funzionato egregiamente.Dal mio punto di vista questo vuol dire:" Siamo sicuri che il nostro vettore sia OK però, avendo dei dubbi, ,preferiamo non rischiare!".

Giusto che le simulazioni al computer non garantiranno mai la certezza totale però è pur vero che gli incidenti si sono sempre avuti nel corso delle missioni, quando la troppa fretta e sicurezza ha gabbato i tecnici di terra. A parer mio, trattandosi della prima missione, ed essendo quindi i controlli più che approfonditi, il rischio sarebbe inferiore.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #16 il: Mer 10/02/2016, 20:18 »
La regola che la NASA segue giustamente è minimizzare il rischio sempre quando possibile.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #17 il: Mer 10/02/2016, 20:21 »
Ma orion non va su Marte...

Andrà VERSO Marte; naturalmente non atterrerà direttamente sul pianeta, ma sarà attraccato alla "nave madre" che servirà da ambiente di viaggio per gli astronauti, come si vede bene nell'immagine postata da Livio.

Per scendere sul pianeta verrà ovviamente utilizzato invece un lander stile Dragon V2, per capirci
Ma siamo sicuri che Orion viaggerà mai verso Marte? Qual è il periodo massimo di permanenza nello spazio?
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #18 il: Gio 11/02/2016, 01:59 »
Se vuoi la mio opinione,no,non viaggerà mai verso Marte.
E questo non perchè non possa farlo come modulo di lancio/rientro,destinata a portare gli Astronauti alla nave spaziale,restare agganciata per tutta la durata della missione,e riportare l'equipaggio a terra una volta che l'astronave sia tornata nell'orbita terrestre...
Semplicemente perchè in questo momento non c'è alcun "progetto Marte" concreto,nè l'ok politico da parte del Congresso,nè la copertura finanziaria per tale progetto,nè la reale volontà di lanciarsi in questa impresa.
Quindi,no,Orion non vedrà mai Marte.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #19 il: Gio 11/02/2016, 02:13 »
Aggiungo che ovviamente Orion nell'attuale configurazione non potrebbe compiere un viaggio così lungo e complesso,sia pure come veicolo di servizio lancio/rientro,e dovrebbe subire diverse modifiche.
Al momento non esiste neanche un progetto definitivo per l'astronave che dovrebbe portare gli uomini su Marte,nè la versione potenziata di SLS che dovrebbe spedire su i componenti dell'astronave,nè si ha idea del tipo di  schermature usare per  proteggere l'equipaggio dalle radiazioni,nè è stato scelto e progettato il modulo di discesa sulla superfice Marziana,nè  le attrezzature che dovrebbero proteggere gli Astronauti su Marte.
Il progetto è colossale,ed altrettanto colossali sarebbero i finanziamenti richiesti...che nessuno ha intenzione di stanziare.
Tra l'altro lo sbarco vero e propio richiederebbe molte missioni preparatorie per testare i componenti dell'architettura (che ancora non c'è); missioni le quali non sono state  neanche programmate.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #20 il: Gio 11/02/2016, 06:52 »

La torre di fuga che verrà montata sulla capsula Orion è già stata collaudata ed a sempre funzionato egregiamente.Dal mio punto di vista questo vuol dire:" Siamo sicuri che il nostro vettore sia OK però, avendo dei dubbi, ,preferiamo non rischiare!".

Giusto che le simulazioni al computer non garantiranno mai la certezza totale però è pur vero che gli incidenti si sono sempre avuti nel corso delle missioni, quando la troppa fretta e sicurezza ha gabbato i tecnici di terra. A parer mio, trattandosi della prima missione, ed essendo quindi i controlli più che approfonditi, il rischio sarebbe inferiore.
Essendoci in ballo delle vite umane, mi pare più che giusto non rischiare!


Per la torre di fuga mi pare sia stato testato il motore ma mai il funzionamento del sistema nel suo complesso con la capsula. Sono sempre sistemi parziali e, ripeto, trattandosi di vite umane, mi pare sensato andarci con i piedi di piombo.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #21 il: Gio 11/02/2016, 09:39 »
La regola che la NASA segue giustamente è minimizzare il rischio sempre quando possibile.
come STS51-L e STS107 hanno confermato
"Please, dear God, don't let me fuck up." A. Shepard

ISAA member
BIS member

Stratogene
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #22 il: Gio 11/02/2016, 15:01 »
Tra l'altro lo sbarco vero e propio richiederebbe molte missioni preparatorie per testare i componenti dell'architettura (che ancora non c'è); missioni le quali non sono state  neanche programmate.
Da impreparato ritengo che senza una base lunare ben testata, una su Marte sia un enorme azzardo.
Sono poi in preparazione tecnologie notevoli, dai nuovi propulsori ai moduli Bigelow, che cambierebbero di molto i parametri di missione.
Vedremo.  :happy:
SpaceX is a game changer !
Cold Fusion is real!
 

Offline henry

  • Turin is a town in Coweta County, Georgia, United States. The population was 274 at the 2010 census. Turin is located at 33°19'36?N 84°38'3?W (33.326798,-84.634064)
  • *
  • 2.423
    • http://www.facebook.com/profile.php?id=100003280403374&sk=wall
    • henry festa site
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #23 il: Gio 11/02/2016, 16:12 »
L'uomo su Marte è ancora lontano e anno dopo anno lo sta diventando ancor di più. Sarà interessante nell'anno 2069 ci sarà o meno
"I fear the day that technology will surpass our human interaction. The world will have a generation of idiots" - Albert Einstein - Come dicono in Oklahoma: "Tanto vanno gli Spin-Electronics al transponder che ci lascian lo zampone"-
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #24 il: Gio 11/02/2016, 17:36 »
Se vuoi la mio opinione,no,non viaggerà mai verso Marte.
E questo non perchè non possa farlo come modulo di lancio/rientro,destinata a portare gli Astronauti alla nave spaziale,restare agganciata per tutta la durata della missione,e riportare l'equipaggio a terra una volta che l'astronave sia tornata nell'orbita terrestre...
Semplicemente perchè in questo momento non c'è alcun "progetto Marte" concreto,nè l'ok politico da parte del Congresso,nè la copertura finanziaria per tale progetto,nè la reale volontà di lanciarsi in questa impresa.
Quindi,no,Orion non vedrà mai Marte.

Quindi tutta 'sta cosa del "Journey to Mars" della NASA è totalmente e solamente fuffa ?  la più grande presa per i fondelli della storia ?

Ok, ne prendo atto.


Aggiungo che ovviamente Orion nell'attuale configurazione non potrebbe compiere un viaggio così lungo e complesso,sia pure come veicolo di servizio lancio/rientro,e dovrebbe subire diverse modifiche.
Al momento non esiste neanche un progetto definitivo per l'astronave che dovrebbe portare gli uomini su Marte,nè la versione potenziata di SLS che dovrebbe spedire su i componenti dell'astronave,nè si ha idea del tipo di  schermature usare per  proteggere l'equipaggio dalle radiazioni,nè è stato scelto e progettato il modulo di discesa sulla superfice Marziana,nè  le attrezzature che dovrebbero proteggere gli Astronauti su Marte.

Quelle sono in fase di studio, e penso che in 15 anni si possano realizzare; idem le nuove tute.

Non credo che la NASA metta in piedi una baracca come il Journey to Mars così tanto alla leggera, se non avessero reali intenzioni e progetti in divenire.

Il progetto sarà anche colossale, ma non credo nemmeno così improponibile nemmeno con le tecnologie attuali.

Altrimenti negli anni '60/'70 erano dei pazzi completi a prevedere il viaggio su marte nel 1987 o nel 1999 ...
« Ultima modifica: Gio 11/02/2016, 17:43 da Matteo TN »
I sognatori non sapevano che la cosa fosse impossibile, per cui la fecero.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #25 il: Gio 11/02/2016, 19:13 »

Altrimenti negli anni '60/'70 erano dei pazzi completi a prevedere il viaggio su marte nel 1987 o nel 1999 ...

negli anni 60 c,era l,enfasi dello sbarco sulla luna che dopo il successo di Apollo 11 si spense, i fondi non furono più larghi e la vita reale (politica, sociale, militare) prevalsero su tutto ciò che riguardava lo spazio.

considera i dettagli la diretta di appello tredici nono la acquistò nessuna televisione e la luna non aveva più gli stessi entusiasmi.

non era folli, ma solo il modo di mandare avanti un programma che stava oramai franando nelle pure necessità di bugdet.

ricordat "uomini veri": grana poca lassù non si gioca
"Please, dear God, don't let me fuck up." A. Shepard

ISAA member
BIS member

Stratogene
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #26 il: Gio 11/02/2016, 19:54 »
La regola che la NASA segue giustamente è minimizzare il rischio sempre quando possibile.
come STS51-L e STS107 hanno confermato

Preferisco astenermi dall'aprire una nuova discussione in merito alla decisione che venne presa in merito al lancio della missione 51L per  non alzare troppa polvere e per il fatto che di questo se ne è già parlato a più non posso.

Per quel che concerne la possibilità che la capsula Orion veda Marte,  prima o poi, per il momento anch'io rimango molto dubbioso. Penso, più che altro, che prossimamente vedremo qualche volo verso la Luna od oltre e in particolare verso qualche asteroide posto nelle immediate vicinanze.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #27 il: Gio 11/02/2016, 20:07 »
Se vuoi la mio opinione,no,non viaggerà mai verso Marte.
E questo non perchè non possa farlo come modulo di lancio/rientro,destinata a portare gli Astronauti alla nave spaziale,restare agganciata per tutta la durata della missione,e riportare l'equipaggio a terra una volta che l'astronave sia tornata nell'orbita terrestre...
Semplicemente perchè in questo momento non c'è alcun "progetto Marte" concreto,nè l'ok politico da parte del Congresso,nè la copertura finanziaria per tale progetto,nè la reale volontà di lanciarsi in questa impresa.
Quindi,no,Orion non vedrà mai Marte.

Quindi tutta 'sta cosa del "Journey to Mars" della NASA è totalmente e solamente fuffa ?  la più grande presa per i fondelli della storia ?

Ok, ne prendo atto.


Aggiungo che ovviamente Orion nell'attuale configurazione non potrebbe compiere un viaggio così lungo e complesso,sia pure come veicolo di servizio lancio/rientro,e dovrebbe subire diverse modifiche.
Al momento non esiste neanche un progetto definitivo per l'astronave che dovrebbe portare gli uomini su Marte,nè la versione potenziata di SLS che dovrebbe spedire su i componenti dell'astronave,nè si ha idea del tipo di  schermature usare per  proteggere l'equipaggio dalle radiazioni,nè è stato scelto e progettato il modulo di discesa sulla superfice Marziana,nè  le attrezzature che dovrebbero proteggere gli Astronauti su Marte.

Quelle sono in fase di studio, e penso che in 15 anni si possano realizzare; idem le nuove tute.

Non credo che la NASA metta in piedi una baracca come il Journey to Mars così tanto alla leggera, se non avessero reali intenzioni e progetti in divenire.

Il progetto sarà anche colossale, ma non credo nemmeno così improponibile nemmeno con le tecnologie attuali.

Altrimenti negli anni '60/'70 erano dei pazzi completi a prevedere il viaggio su marte nel 1987 o nel 1999 ...
Io la vedo come una ''vision'' di lungo periodo probabilmente lunghissimo, un obiettivo lontano da raggiungere poco alla volta, di sicuro non tra venti anni.
 

Offline henry

  • Turin is a town in Coweta County, Georgia, United States. The population was 274 at the 2010 census. Turin is located at 33°19'36?N 84°38'3?W (33.326798,-84.634064)
  • *
  • 2.423
    • http://www.facebook.com/profile.php?id=100003280403374&sk=wall
    • henry festa site
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #28 il: Gio 11/02/2016, 20:33 »
se si volesse mandare l' uomo su Marte nel 2069, un secolo esatto dopo il primo uomo sulla Luna, si dovrebbe lavorare molto intensamente da oggi (ammesso vi fossero i fondi necessari) per non avere neanche la certezza di riuscirci per quella data tenendo presente dell' assenza ad oggi  di qualcosa di simile al braccio di ferro degli anni 1960 "Corsa alla Luna" fra USA/URSS.
"I fear the day that technology will surpass our human interaction. The world will have a generation of idiots" - Albert Einstein - Come dicono in Oklahoma: "Tanto vanno gli Spin-Electronics al transponder che ci lascian lo zampone"-
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #29 il: Gio 11/02/2016, 20:41 »
Si ragazzi, so bene tutto il discorso sull'entusiamo degli anni '60, i fondi etc ...

Però rimane il fatto che tecnologicamente avevano seriamente intenzione di farlo.

Ora, non credo che le tecnologie del 2016 siano più arretrate, no ?

Quanto al sacrosanto discorso del budget, è chiaro che un viaggio del genere vedrà la cooperazione di molti paesi, quindi non tutto sarà sulle spalle della NASA, senza dimenticare che negli ultimi anni la ISS ha convogliato (e per fortuna, intendiamoci !) una bella fetta dei fondi delle verie agenzie spaziali, cosa che non avverrà più dopo il 2024.
Non credo nemmeno che sia poi un costo così improponibile; qualcuno ha provato a fare quattro ipotetici calcoli ?

Boh, a volte rimango seriamente un pò perplesso di fronte a certi messaggi così "pessimisti"; leggo addirittura di 2069 ...
Intendiamoci, non sono nemmeno un cieco sognatore da pensare a viaggi su Marte fra 8-10 anni come prospetta a volte il buon Musk, ma in 15-20 anni non vedo quali grossi ostacoli possano esserci.
Poi ripeto, capisco tutto, ma non credo che Bolden e compagnia siano dei buffoni di corte che sparlano così tanto per fare.
Chiaro, ci sono ancora alcuni aspetti da inquadrare ed alcuni ostacoli da superare, sia tecnologici che politici, ma mi pare ci stiano lavorando e non mi sembrano nemmeno problemi impossibili da superare.
I sognatori non sapevano che la cosa fosse impossibile, per cui la fecero.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #30 il: Gio 11/02/2016, 21:04 »
Si ragazzi, so bene tutto il discorso sull'entusiamo degli anni '60, i fondi etc ...

Però rimane il fatto che tecnologicamente avevano seriamente intenzione di farlo.



Appunto.


Poi ripeto, capisco tutto, ma non credo che Bolden e compagnia siano dei buffoni di corte che sparlano così tanto per fare.
Chiaro, ci sono ancora alcuni aspetti da inquadrare ed alcuni ostacoli da superare, sia tecnologici che politici, ma mi pare ci stiano lavorando e non mi sembrano nemmeno problemi impossibili da superare.

E' il caso di ripetere tutta la storia della cancellazione di Constellation da parte dell'amminisrazione Obama,di come il Congresso abbia imposto per ragioni di opposizione al Presidente e di bacini elettorali,la riesumazione di Orion e di un vettore heavy (SLS),di come Obama e Bolden abbiano fatto buon viso a cattivo gioco,senza però indicare una concreta meta per Orion,al di là delle prime due missioni,di cui la seconda verso l'asteroide catturato non è stata ancora completamente finanziata,nè precisata in alcuni particolari essenziali,di come abbiano indicato come meta fumosa per gli anni 30 del XXI secolo un fantomatico sbarco su Marte,per cui non ci sono nè finanziamenti nè reale volontà politica o un chiaro mandato,e neanche un architettura precisa,al di là di alcune slides?
Bolden non è un "buffone di corte",ma l'amministratore della NASA espresso dalla Presidenza Obama.
Tutta la faccenda ha una sua logica politica.
Poi,se uno vuol davvero credere che ci stiamo preparando ad andare su Marte,come ai tempi dell'Apollo ci si preparava ad andare sulla luna,faccia pure.
Ma la realtà è che se tutto il programma Orion ed SLS non viene ridefinito,il rischio di una sua cancellazione rimane molto alto.
« Ultima modifica: Gio 11/02/2016, 21:20 da carmelo pugliatti »
 

Offline henry

  • Turin is a town in Coweta County, Georgia, United States. The population was 274 at the 2010 census. Turin is located at 33°19'36?N 84°38'3?W (33.326798,-84.634064)
  • *
  • 2.423
    • http://www.facebook.com/profile.php?id=100003280403374&sk=wall
    • henry festa site
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #31 il: Gio 11/02/2016, 21:41 »
in parole povere ad oggi alla politica non interessa andare su Marte e purtroppo è la politica che ha il potere di dare fondi ai vari Bolden i quali senza la politica  sarebbero totalmente impotenti. Una missione su Marte richiederebbe fondi che solo una o più amministrazioni statali potrebbero raccogliere quindi che un privato abbia sia i fondi necessari che gli interessi per andare su Marte è molto improbabile. Se poi fra 10 o 20 anni per un qualsiasi motivo ad oggi imprevisto qualche governo possa essere seriamente intenzionato ad andare su  Marte chi può dirlo? Però tenendo ben presente l' attuale situazione economico/politica/sociale mondiale e facendo su questa linea delle prudenti probabili proiezioni da qui a 20/30 anni è poco probabile che verso il 2030 il primo uomo metta piede su Marte.
"I fear the day that technology will surpass our human interaction. The world will have a generation of idiots" - Albert Einstein - Come dicono in Oklahoma: "Tanto vanno gli Spin-Electronics al transponder che ci lascian lo zampone"-
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #32 il: Gio 11/02/2016, 22:23 »
Infatti perché dal termine di Apollo l'uomo non è  mai andato oltre il LEO?

Anche perché la Luna fu concepita come mordi e fuggi. Non fu pianificato alcun ché  per l'edificazione d un avamposto permanente
"Please, dear God, don't let me fuck up." A. Shepard

ISAA member
BIS member

Stratogene
 

Offline henry

  • Turin is a town in Coweta County, Georgia, United States. The population was 274 at the 2010 census. Turin is located at 33°19'36?N 84°38'3?W (33.326798,-84.634064)
  • *
  • 2.423
    • http://www.facebook.com/profile.php?id=100003280403374&sk=wall
    • henry festa site
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #33 il: Gio 11/02/2016, 22:32 »
un cinico estremo potrebbe dire che sulla Luna andò la politica USA per il solo gusto di far dispetto alla politica URSS, ma ammesso che la cruda realtà ridotta all'osso fosse questa i risultati scientifici e le ricadute tecnologiche derivate riscattarono totalmente tutto quello.
"I fear the day that technology will surpass our human interaction. The world will have a generation of idiots" - Albert Einstein - Come dicono in Oklahoma: "Tanto vanno gli Spin-Electronics al transponder che ci lascian lo zampone"-
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #34 il: Ven 12/02/2016, 00:52 »
Infatti perché dal termine di Apollo l'uomo non è  mai andato oltre il LEO?

Anche perché la Luna fu concepita come mordi e fuggi. Non fu pianificato alcun ché  per l'edificazione d un avamposto permanente

Marte sarebbe ANCORA PIU' mordi e fuggi.
Sulla luna sono state inviate sei missioni Apollo (sette,se contiamo anche Apollo 13).
Su Marte dubito molto si potrebbe inviare più di una,massimo due missioni...dopo vent'anni di preparazione.
E dopo la storica impresa?
Logica vorrebbe concentrarsi piuttosto su architetture sostenibili di esplorazione continuativa nel sistema terra-luna.
 

Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #35 il: Ven 12/02/2016, 07:57 »
Lo scudo termico della capsula si trova attualmente presso lo stabilimento della Lockheed Martin a Sunnyvale, in California.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #36 il: Ven 12/02/2016, 08:27 »
Un po' di realtà che fa sognare noi più anziani.
Grazie Lupin
"Please, dear God, don't let me fuck up." A. Shepard

ISAA member
BIS member

Stratogene
 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #37 il: Ven 12/02/2016, 19:05 »
Comunque vada, se reggerò, nel 2069 dovrei essere ancora presente e riuscire a vedere scendere l'uomo su Marte; se così non fosse, riuscirò ad andare oltre i 100 anni? Me lo auguro!
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #38 il: Ven 12/02/2016, 19:20 »
Comunque vada, se reggerò, nel 2069 dovrei essere ancora presente e riuscire a vedere scendere l'uomo su Marte; se così non fosse, riuscirò ad andare oltre i 100 anni? Me lo auguro!
Con particolare l'uomo sulla luna lo vedemmo in diretta,l'uomo su marte lo vedremo di necessità  in differita
"Please, dear God, don't let me fuck up." A. Shepard

ISAA member
BIS member

Stratogene
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #39 il: Ven 12/02/2016, 19:51 »
http://arstechnica.com/science/2016/02/nasa-budget-proposal-widens-divide-between-white-house-and-congress/

Citazione
Rockets and spacecraft

In 2011 Congress directed NASA to build the Space Launch System (SLS) rocket, a large vehicle capable of delivering 70 metric tons of cargo to low-Earth orbit. The agency has since spent about $10 billion developing this rocket and associated ground systems, and it could be ready for an initial test flight by late 2018.

With every budget request since then, the President has asked for a certain amount of funding for the SLS rocket, and Congress has increased it. For example, in fiscal year 2016 the President asked for $1.30 billion, and Congress upped that to $2.0 billion. This year the President’s request calls for $1.31 billion, and Republicans in the House and Senate will almost certainly increase the rocket’s budget again.

The truth is, President Obama and the White House Office of Management and Budget have never been big believers in NASA’s need for a super-heavy rocket like the SLS right now. In 2010 Obama’s budget request killed NASA’s Constellation rocket program, which included a heavy lift vehicle. Congress fought back, however, and reinstated a new rocket program. Its design for the vehicle was so specific that some critics called the SLS the Senate Launch System. Congressional backers of the rocket said the nation needed a heavy lift launcher, but key legislators also may have supported the rocket because the program preserved thousands of jobs in key states and districts.

Although NASA is proceeding with development of the SLS, a number of outside panels have questioned whether NASA can afford to build, fly and, sustain the expensive program, especially with projections of low flight rates of one launch or fewer per year. The biggest concern is that the rocket is so expensive to fly it precludes a meaningful exploration program within NASA’s existing budget.

NASA’s latest budget request reflects some of this concern. In a teleconference with reporters, the agency’s chief financial officer David Radzanowski said the President’s budget request would allow the first crewed mission of the SLS rocket and Orion spacecraft to launch in 2023. However, he acknowledged, if Congress continued to add funding for the rocket, it could push up that crucial launch to as early as 2021.

So why isn’t NASA pushing for an earlier launch to get the SLS rocket program moving? Radzanowski didn’t really answer that question. The unstated answer seems to be that NASA doesn’t really need the SLS rocket developed that quickly, because it doesn’t have any significant human missions for it to fly because it cannot afford to build them.


http://nasawatch.com/archives/2016/02/nasa-is-buildin-1.html

 

Offline topopesto

  • *
  • 7.086
Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #40 il: Sab 13/02/2016, 14:40 »
Comunque vada, se reggerò, nel 2069 dovrei essere ancora presente e riuscire a vedere scendere l'uomo su Marte; se così non fosse, riuscirò ad andare oltre i 100 anni? Me lo auguro!
Con particolare l'uomo sulla luna lo vedemmo in diretta,l'uomo su marte lo vedremo di necessità  in differita

L'importante sarebbe comunque vederlo! Speriamo che per questo si diano una mossa.
 

Re:Il pressure vessel di Orion pronto per i test al KSC
« Risposta #41 il: Gio 18/02/2016, 18:00 »
http://arstechnica.com/science/2016/02/nasas-asteroid-mission-isnt-deadyet/

Citazione
The robotic spacecraft NASA planned to grab an asteroid boulder would not launch in 2020, as originally planned, but some time in the early- to mid-2020s.
Michele Gates, the asteroid mission’s program manager, has regularly given presentations that show the robotic mission launching in December, 2020, reaching the target asteroid in 2022 and performing several experiments before dragging a boulder back to the vicinity of the Moon by 2025. If the robotic mission’s launch date slips three years, astronauts probably could not visit the boulder before 2027 or 2028, at the earliest.
NASA almost certainly is not going to abandon the asteroid mission while President Obama is in office. However, until this year, it has never asked Congress for this large of an appropriation to be spent directly on the ARM mission. It will be most interesting to see how Congress responds to this request.
« Ultima modifica: Gio 18/02/2016, 18:02 da carmelo pugliatti »
 

I sognatori non sapevano che la cosa fosse impossibile, per cui la fecero.