Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

Consigli per approcciare una nuova lingua

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Consigli per approcciare una nuova lingua
« il: Mer 27/12/2017, 23:38 »
Salve a tutti, volevo chiedervi quale lingua può risultare utile, in ambito lavorativo (soprattutto extraeuropeo), insieme ad Inglese e Francese, che ho già studiato a livello avanzato.

Sent from my ONEPLUS A3003 using Tapatalk

 

Offline Luca

Re:Consigli per approcciare una nuova lingua
« Risposta #1 il: Mer 27/12/2017, 23:46 »
Ciao, per quel che riguarda la mia esperienza professionale, potrei suggerire il cinese.
Luca Frigerio
 - Socio e Consigliere ISAA
 - STRATOSPERA PROJECT Supporter
 

Offline blitzed

  • *
  • 1.737
Re:Consigli per approcciare una nuova lingua
« Risposta #2 il: Mer 27/12/2017, 23:56 »
Concordo sul cinese mandarino. Non impossibile, certo sfidante.

Inviato dal mio HUAWEI GRA-L09 utilizzando Tapatalk

 

Online sinucep

Re:Consigli per approcciare una nuova lingua
« Risposta #3 il: Gio 28/12/2017, 18:21 »
cinese!
Empty space is scale-invariant.
 

Re:Consigli per approcciare una nuova lingua
« Risposta #4 il: Gio 28/12/2017, 21:09 »
呃,使用谷歌翻译是无效的。
<ISAA n°119> | È vero, ho scalato montagne e ho camminato in luoghi remoti. Ma come avrei potuto vedervi se non da una grande altitudine o da una grande distanza? In verità, come si può essere vicini se non si conosce la lontananza? (Khalil Gibran)
 

Offline korolev

Re:Consigli per approcciare una nuova lingua
« Risposta #5 il: Sab 30/12/2017, 22:59 »
Guarda io sto appunto iniziando cinese mandarino con un podcast di Learn chinese ... Cerco di ascoltare quando sono in auto... Durissima!

Inviato dal mio VFD 600 utilizzando Tapatalk

 

Re:Consigli per approcciare una nuova lingua
« Risposta #6 il: Dom 31/12/2017, 17:16 »
Beh, bisogna considerare in che campo operi e quello che pensi di fare. Una lingua è utile sia per leggere testi che per comunicare con altri. Per leggere testi scientifici, l'inglese e il francese sono già sufficienti. Se pensi che per lavoro avrai a che fare con il sudamerica ti conviene studiare lo spagnolo, altrimenti andrebbe bene il cinese, ma non escluderei neanche il russo. Alcuni economisti sostengono che nel prossimo futuro i soldi che arriveranno da noi per investimenti proverranno da russi, cinesi o arabi. Quest'ultima lingua è però complicata da studiare non solo per le difficoltà intrinseche, ma anche perché varia a seconda delle aeree geografiche; una studentessa di lingue orientali mi ha detto che l'arabo che si parla in nordafrica è diverso da quello che si parla in medio oriente.   
Socio ISAA - Tessera n. 14