Associazione ISAA
ForumAstronautico
AstronautiNEWS
AstronautiCAST
AstronautiCON
StratoSpera
ForumAstronautico.it

"Off nominal landing" per Soyuz TMA-11, equipaggio in buone condizioni

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.052
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
E' proprio per questo che non credo all'ipotesi ESA in tempi inferiori ad almeno 20 anni

20 anni?! Ma se con tutta probabilità a Novembre verrà approvata la costruzione... che io sappia sono già diverse le industrie Europee che ci stanno lavorando... male, ma proprio male  che vada in una decina d'anni è pronta...

Citazione
(perche' sul rientro atmosferico ne sappiamo quanto quelli di Wikipedia),

Questo non è proprio vero, se si vuole rimanere in Europa Alenia Space ha svolto e sta svolgendo tutt'ora diversi e importanti studi su questa fase con la produzione in passato di modelli che hanno volato e testato importanti tecnologie, abbiamo in Italia uno dei centri di ricerca meglio attrezzati al mondo con la galleria ipersonica del CIRA... e se si dovesse collaborare con i Russi certamente molte conoscenze le hanno anche loro... io direi di uscire dal tipico provincialismo tutto italiano per cui gli altri sono sempre meglio... abbiamo eccellenze sul nostro territorio, e più in generale in Europa perchè autodenigrarsi in questo modo?

Citazione
Perche' di questo si tratta: sono sicuro che una capsula possiamo tirarla fuori in breve tempo, ma una per cui valga la pena di buttare la Soyuz  :?: [-X

Beh la Soyuz non la butta l'Europa, sono i Russi intenzionati a farla fuori...
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

(perche' sul rientro atmosferico ne sappiamo quanto quelli di Wikipedia)
Un po' di più.


Paolo Amoroso
 

Offline paolo137

Io non penso che gli altri siano meglio.
Penso che sia molto piu' tempo che fanno certe cose, e penso che in questo campo l'esperienza non la sostituisci con nulla.
Se poi verro' semntito dai fatti, saro' il primo ad essere contento!   :stuck_out_tongue_winking_eye:  :stuck_out_tongue_winking_eye:  :stuck_out_tongue_winking_eye:
Death Wears Bunny Slippers
Il tenente Ripley non era sul LM
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.052
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Penso che sia molto piu' tempo che fanno certe cose, e penso che in questo campo l'esperienza non la sostituisci con nulla.

Certo, ma quanto tempo ci hanno messo, 40 anni fa a farlo per la prima volta, con l'industria iper compartimentata di allora senza scambi e senza i mezzi di cui oggi si dispone?
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.052
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Sembra che il problema sia proprio quello di cui sono trapelate le prime indiscrezioni, si parla di problema ad almeno un bullone esplosivo con la prima parte del rientro effettuata con uno dei due moduli a perdere ancora agganciati al modulo di rientro, provocando un surriscaldamento in zone non protette fino a quando il buffeting aerodinamico non ha separato meccanicamente i due moduli permettendo al modulo di rientro l'assetto previsto con lo scudo in basso.
Pare che il calore provocato dal rientro abbia fuso l'antenna principale di trasmissione (da qui il blackout), bruciato sensibilmente il portello di ingresso e una valvola di equalizzazione esterna.
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

E' proprio per questo che non credo all'ipotesi ESA in tempi inferiori ad almeno 20 anni

20 anni?! Ma se con tutta probabilità a Novembre verrà approvata la costruzione... che io sappia sono già diverse le industrie Europee che ci stanno lavorando... male, ma proprio male  che vada in una decina d'anni è pronta...

Citazione
(perche' sul rientro atmosferico ne sappiamo quanto quelli di Wikipedia),

Questo non è proprio vero, se si vuole rimanere in Europa Alenia Space ha svolto e sta svolgendo tutt'ora diversi e importanti studi su questa fase con la produzione in passato di modelli che hanno volato e testato importanti tecnologie, abbiamo in Italia uno dei centri di ricerca meglio attrezzati al mondo con la galleria ipersonica del CIRA... e se si dovesse collaborare con i Russi certamente molte conoscenze le hanno anche loro... io direi di uscire dal tipico provincialismo tutto italiano per cui gli altri sono sempre meglio... abbiamo eccellenze sul nostro territorio, e più in generale in Europa perchè autodenigrarsi in questo modo?

Citazione
Perche' di questo si tratta: sono sicuro che una capsula possiamo tirarla fuori in breve tempo, ma una per cui valga la pena di buttare la Soyuz  :?: [-X

Beh la Soyuz non la butta l'Europa, sono i Russi intenzionati a farla fuori...


Completamente d'accordo. L'europa non ha voluto intraprendere la via del volo autonomo nello spazio fino ad ora, ma ciò non vuol dire che non si siano spesi soldi per progetti, studi di fattibilità, incrementi di TRL, dimostratori tecnologici, studi aziendali, etc.... Senza contare 1 miliardo di dollari spesi per la fase B dell'Hermes... Mi spiace ma non sempre affidabilità storica vuol dire migliore know how tecnologico e innovativo stato dell'arte.
Notizie dallo spazio su www.astronautinews.it !
Iscriviti a ISAA !
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.052
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
William Gerstenmaier, che era presente al recupero ha appena tenuto una conferenza stampa, non è stato rivelato nulla sull'incidente e nulla è stato confermato.
E' stato detto che prima di un mese circa non usciranno voci ufficiali Russe sull'analisi della capsula e il report non è atteso prima di 2-3 mesi.
L'equipaggio pare non abbia avuto segnali sulla possibile mancata separazione dei moduli.
Durante il rientro si sono sostenute accelerazioni sopra gli 8G per 1-2 minuti.
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Online Luca

L'equipaggio pare non abbia avuto segnali sulla possibile mancata separazione dei moduli.
Durante il rientro si sono sostenute accelerazioni sopra gli 8G per 1-2 minuti.


Credo che comunque l'equipaggio abbia capito subito che il rientro non sarebbe stato nominale, carico di g a parte...vero?

Luca Frigerio
 - Socio e Consigliere ISAA
 - STRATOSPERA PROJECT Supporter
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.052
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Il problema diversamente da quanto sembrava all'inizio potrebbe essere simile a quello che ha creato problemi alla TMA-10. In quanto anche in quella missione la causa era al cablaggio danneggiato, ma l'effetto è stato anche in quel caso un problema con la separazione del modulo propulsivo, anche se sembra si fosse risolto in una fase antecedente a questa.
Yi So Yeon avrebbe raccontato di aver avuto molta paura per la temperatura che all'interno sarebbe aumentata a livelli decisamente alti, è da valutare però quanto fossero diversi dalla norma essendo al suo primovolo.
Peggy Whitson ha raccontato di essersi accorta che la capsula compiva strani movimenti all'ingresso in atmosfera sbandando su entrambi i lati ma nessuno all'interno aveva modo di sapere se ci fosse un problema di quel tipo con la separazione.
E' stato anche confermato che la prima assistenza agli astronauti è stata data da un gruppo di contadini presenti sul luogo dell'atterraggio i quali hanno aiutato gli astronauti a uscire dalla capsula e all'arrivo dei team di recupero l'equipaggio era già fuori in loro attesa.
Malanchenko è uscito per primo da solo mentre la Whitson e la Koreana sono state aiutate dall'astronauta Russo insieme a questi primi soccorritori.
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Offline paolo137

ma nessuno all'interno aveva modo di sapere se ci fosse un problema di quel tipo con la separazione.

vuoi dire che non c'e' una spia che segnala il corretto distacco dei moduli  :?: :scream:
Death Wears Bunny Slippers
Il tenente Ripley non era sul LM
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.052
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
vuoi dire che non c'e' una spia che segnala il corretto distacco dei moduli  :?: :scream:

Parrebbe... e neanche in telemetria diretta, solo sul recorder...
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Causa rientro balistico Souyz TMA-11
« Risposta #51 il: Mer 23/04/2008, 17:24 »
Sarebbe un problema nel sistema di distacco del modulo di propulsione la causa del rientro balistico della Soyuz TMA 11: lo sospettano gli ingegneri russi al lavoro per capire cosa abbia provocato il posizionamento della capsula in una assetto improprio che ha provocato il rientro non nominale, con un atterraggio corto a quasi 500 chilometri dal punto previsto e un carico per gli astronauti di 10 G, il doppio di quelli usuali.

Le Soyuz sono costituite da tre moduli: orbitale, di comando e di servizio e propulsione (vedi immagine fonte NASA). Gli astronauti alloggiano in quello di comando nelle fasi di lancio e rientro. Quello orbitale serve ad aumentare lo spazio utile a disposizione una volta in orbita e viene sganciato prima del rientro, come pure quello di servizio, non appena effettuata l’accensione di deorbiting. In un rientro nominale la capsula è orientata in modo da generare portanza ed essere “guidata”, mentre in un rientro balistico scende come un sasso, senza alcuna possibilità di manovra.

È stato il caso della TMA 11 che, a quanto sembrerebbe ora, per un malfunzionamento nel sistema dei bulloni esplosivi che devono separare modulo di servizio da capsula sarebbe penetrata negli strati densi con il modulo ancora attaccato, il che avrebbe comportato un assetto improprio e la traiettoria balistica.

Fortunatamente il modulo di servizio si sarebbe poi frantumato, liberando la capsula e lo scudo termico, ma il problema è serio perché il suo verificarsi può mettere a rischio la vita degli astronauti, come insegna un precedente poco conosciuto che risale al 1969, quando una Soyuz entrò in contatto con gli strati densi dell’atmosfera esponendo all’attrito la cabina con l’equipaggio: in quel caso, se la struttura che congiunge il modulo di servizio a quello di comando non avesse ceduto liberando la capsula, quest’ultima si sarebbe surriscaldata fino al cedimento strutturale.

Il fatto che su 11 missioni TMA si siano verificati tre rientri balistici pone seri problemi di affidabilità dopo una straordinaria serie di successi in 40 anni di servizio, problemi che, se non risolti in maniera chiara e definitiva si rifletteranno anche sulla abitabilità della stazione spaziale internazionale, per la quale la Soyuz funge da scialuppa di salvataggio e “taxi”. Ancora una volta emerge quindi l’opportunità e la necessità di avere a disposizione più vettori e capsule manned, uno stimolo in più per l’Europa a muoversi in direzione dello sviluppo di tali mezzi.

Fonte: http://www.dedalonews.it/
 

Offline albyz85

  • "Space isn't so far - it's only an hour's drive if your car could go straight up."
  • *
  • 16.052
  • Ringraziato: 21 volte
    • https://www.facebook.com/alberto.zampieron
Re: Causa rientro balistico Souyz TMA-11
« Risposta #52 il: Mer 23/04/2008, 17:33 »
Unisco nel thread dove se ne sta già discutendo ;)
Socio ISAA - Tessera n. 002


www.astronautinews.it
 

Ok, va bene scusa se non l'ho messa direttamente qui
 

Offline paolo137

vuoi dire che non c'e' una spia che segnala il corretto distacco dei moduli  :?: :scream:

Parrebbe... e neanche in telemetria diretta, solo sul recorder...

Li' per li' mi sembrava una cosa un po' assurda; d'altro canto se da dentro non hanno modo di tentare un distacco "manuale", in pochi istanti se ne accorgono da soli che il rientro e' balistico... :-(
Death Wears Bunny Slippers
Il tenente Ripley non era sul LM
 

...Yi So Yeon avrebbe raccontato di aver avuto molta paura per la temperatura che all'interno sarebbe aumentata a livelli decisamente alti,....

Però in questa intervista di AP pubblicata su MSNBC, leggo:

Citazione
..."During descent I saw some kind of fire outside as we were going through the atmosphere," said Yi So-yeon, the first South Korean to have completed a spaceflight. "At first I was really scared because it looked really, really hot and I thought we could burn."...
...Yi said that despite the fire she saw outside, she realized that it was not even warm inside the capsule. "I looked at the others and I pretended to be OK," said Yi, a 29-year-old bioengineer...

E' rimasta cioè impressionata dalle scie infuocate visibili all'esterno durante il rientro, ma ha poi realizzato che l'atmosfera all'interno della capsula era asspolutamente normale.
Forse i media, come spesso accade, hanno annusato l'odore del quasi-incidente e ci stanno ricamando sopra un pò troppo.

P.S.: d'altra parte, però, stanno venendo fuori particolari del rientro che normalmente non avremmo saputo, e questo ben venga.
« Ultima modifica: Mer 23/04/2008, 23:45 da Fabio Zarantonello »
"They say every atom in our bodies was once part of a star. Maybe I'm not leaving... maybe I'm going home."
 

Online Luca

Certamente Fabio!

I media hanno risolto la questione semplicemente spaparazzando che: "La caspula ha sbagliato il punto di rientro di ben 500Km!!"
Che altro aggiungere?? :incazzato:

Del resto, come dici tu, io finalmente ho potuto, grazie a voi, imparare la differenza fra un rientro nominale ed un rientro balistico di una Soyuz... \:D/
Luca Frigerio
 - Socio e Consigliere ISAA
 - STRATOSPERA PROJECT Supporter
 

vuoi dire che non c'e' una spia che segnala il corretto distacco dei moduli  :?: :scream:

Cosa potrebbe fare l'equipaggio in quel caso?
Michael
ISAA - Stratospera - AstronautiCAST
http://www.astronauticast.com
http://www.signal-eleven.com
 

Offline Monzi

  • AstronautiCASTer
  • *
  • 3.182
  • Absit iniuria verbis.
    • Astrogation
vuoi dire che non c'e' una spia che segnala il corretto distacco dei moduli  :?: :scream:
Cosa potrebbe fare l'equipaggio in quel caso?
Pregare?
Ma non credo sia contemplato nelle procedure standard in cirillico...
Luigi Morielli

Socio e Consigliere ISAA.
...raise your sight... Astrogation
 

Offline paolo137

vuoi dire che non c'e' una spia che segnala il corretto distacco dei moduli  :?: :scream:
Cosa potrebbe fare l'equipaggio in quel caso?
Pregare?
Ma non credo sia contemplato nelle procedure standard in cirillico...

Possono dire BOZHEMOI, ma piano per non farsi sentire...  :stuck_out_tongue_winking_eye:.
Scherzi a parte, e' proprio per quello che in fondo per l'equipaggio una spia cosi' avrebbe poca utilita'.
Ed anche a terra con radar e telemetria dovrebbero capirlo abbastanza in fretta che la capsula invece di seguire la traiettoria prevista sta venendo giu' dritta come un fuso, in modo da allertare le squadre di ricerca.
Perlatro, per quel che costa una lampadina, forse si poteva anche mettere... 8-[
Death Wears Bunny Slippers
Il tenente Ripley non era sul LM