[0901-ESA] Conferenza di inizio anno del Direttore Generale ESA

Si è tenuta questa mattina a Parigi la tradizionale conferenza stampa di inizio anno del Direttore Generale dell’ESA Jean Jaques Dordain con diversi punti di riflessione importanti.
Il primo punto toccato è l’aumento di budget per l’anno appena iniziato quantificato in 593 milioni di Euro in più rispetto a quello del 2008, per un totale di 3.591.781.000 Euro.
Dopo questa breve introduzione si è subito posto l’accento sulla situazione attuale dell’Agenzia Americana NASA che sta percorrendo un periodo di transizione con il cambio della Guida e la decisione non ancora presa su chi sarà il successore di Mike Griffin.
Ritornando poi alle questioni Europee si sono sottolineati i successi del 2008 con l’ingresso in ESA della Repubblica Ceca e della Romania con altri Stati che si apprestano ad entrare nell’Agenzia e con la volontà di arrivare presto a 25 stati membri (18 attuali).
Il 2009 sarà un altro anno fondamentale per l’Agenzia, sono infatti programmate diverse missioni automatiche scientifiche quali GOCE, SMOS, Cryosat2, Herschel e Plank. Il primo lancio Soyuz da Kourou previsto entro fine anno, il primo lancio VEGA previsto a Dicembre, il lancio del Nodo 3 e di Cupola verso la ISS.
Sempre quest’anno l’equipaggio della Stazione sarà portato a 6 membri, quest’anno saranno sulla ISS due astronauti Europei e fra di loro ci sarà il primo Comandante Europeo della Stazione.
A maggio saranno annunciati i nuovi astronauti selezionati dal bando indetto lo scorso anno e ormai giunto alle fasi finali di selezione.
Si è quindi passati a parlare di Exomars e dei problemi accusati e che sembrano ormai in gran parte alle spalle. Il contributo NASA non è variato e si attesta sui 100 milioni di euro previsti per quest’anno come per l’anno scorso e si sta cercando un accordo sul lungo periodo per iniziative di cooperazione comune fra le due Agenzie.

Sempre nel 2009 si comincerà un processo di revisione dell’Agenzia Europea per le nuove necessità di dinamicità e prontezza alla politica mondiale.
Si rinnoverà inoltre quest’anno la proficua partnership con l’Agenzia Canadese.
Per la crisi finanziaria in atto, anche se alcune PMI potrebbero avere alcuni problemi non si prevedono grosse ripercussioni.
Per quanto riguarda EGNOS e Galileo, il primo è approvato mentre il secondo sta seguendo le linee imposte dalla Commissione Europea, siamo attualmente nella fase 2 di scelta dei partner industriali, mentre la Fase 3 coinvolgerà le Compagnie scelte.

Sono attualmente in fase di discussione alcune proposte di collaborazione con la Russia, in particolare per GOCE, SMOS e ATV-2, per quest’ultimo riguardo il sistema di docking e le operazioni in orbita.
Riguardo ventilate collaborazioni con la Cina, non c’è mai stata nessuna richiesta da parte del Paese Asiatico di entrare nel programma ISS ne tantomeno di collaborazione in altri progetti.

Altre questioni sorte nelle domande dei giornalisti riguardano alcuni problemi sorti con le dimensioni cresciute della sonda BepiColombo con relativi problemi di peso ed energia e la necessità di passare dal lanciatore Soyuz all’Ariane 5, il costo è comunque aumentato e dopo la ridefinizione della missione approvata alla ministeriale si è deciso di proseguire.

Qui il budget 2009 dell’Agenzia:

E qui l’audio della conferenza:
http://a1862.g.akamai.net/7/1862/14448/v1/esa.download.akamai.com/13452/mp3/dg_pressbriefing2009.mp3