[2018-06-29] Falcon 9 Block 4 | SpX CRS-15

Date di riferimento

Data di lancio NET Friday June 29, 2018 9:42:41 AM
Finestra di lancio ISTANTANEA
Static Fire Saturday June 23, 2018 9:30:00 PM

Status attuale

Stato attuale SUCCESSO
Data e ora CONFERMATE
Probabilità 90%

Missioni

Missione Tipo Orbita
SpX CRS-15 Rifornimento Orbita bassa terrestre

Lanciatore

Vettore Falcon 9 Block 4 12
Fabbricante SpaceX
Fornitore servizi di lancio SpaceX (USA) 1 2
Esordio 2015-12-22
Numero stadi 2
Dimensioni altezza: 71,00 m, diametro: 3,65 m
Peso al lancio 546 t
Spinta al decollo 6.804 kN
Capacità di carico LEO: 22.800 kg, GTO: 8.305 kg

Stadi e booster

# Tipo Seriale Voli Recupero Su Precedente Turnaround
1 Core B1045 2 Non tentato None Falcon 9 Block 4
TESS (Transiting Exoplanet Survey Satellite)
71 g.

Veicolo spaziale

Destinazione International Space Station
Veicolo Dragon C111 12
Modello Dragon 1
Volo di esordio 2010-12-08
Seriale C111
Dimensioni altezza 6,10 m, diametro 3,70 m
Capacità di carico 4.200 kg

Rampa di lancio

Nome Space Launch Complex 40 1 2
Località Cape Canaveral, FL, USA (USA)
Lanci totali 57

Informazioni e Press Kit

Video




Ultimo aggiornamento: 2020-08-09T04:05 CEST via AstronautiBOT 4.3 beta
Fonti: SpaceLaunchNow API, SpaceXAPI

SpaceX will launch the Dragon spacecraft on their 15th operational cargo delivery mission to the International Space Station. The flight is being conducted under the Commercial Resupply Services contract with NASA.

Si avvicina il lancio della missione Dragon CRS-15, al momento fissato per venerdì 29 giugno, alle 11.42 (ora italiana) dal LC 40 della CCAFS. Il primo stadio non sarà un nuovo block 5, ma un usato B1045 (quello impiegato per TESS) e quindi (presumibilmente) a perdere.

Anche la Dragon dovrebbe essere usata, ma non risulta ancora il numero di serie.

Lo static fire è previsto per sabato 23 giugno.

Tra gli esperimenti a bordo, per ora la NASA ha evidenziato questi:

[b]Investigating the Physiology and Fitness of an Exoelectrogenic Organism Under Microgravity Conditions (Micro-12)[/b] è un’indagine per comprendere gli effetti del volo spaziale sulla fisiologia di un microrganismo esoelettrogenico (Shewanella oneidensis MR-1). I microbi esoelettrogenici possono far passare gli elettroni attraverso le loro membrane cellulari, e quindi possono essere usati nelle celle a combustibile per produrre elettricità da rifiuti di materiale organico.

[b]ECOsystem Spaceborne Thermal Radiometer Experiment on Space Station (ECOSTRESS)[/b] fornirà le prime misurazioni infrarosse termiche ad alta risoluzione spazio-temporale della superficie della Terra, che, prese in vari momenti durante il giorno, consentiranno di rispondere a diverse domande scientifiche relative allo stress idrico nelle piante e al modo in cui le regioni esaminate potranno far fronte ai futuri cambiamenti climatici.

Lo strumento, che sarà trasportato nel trunk, è questo:

Altre info su ECOSTRESS qui: https://ecostress.jpl.nasa.gov/

[b]Domesticating Algae for Sustainable Production of Feedstocks in Space (Space Algae)[/b] esplorerà le basi della coltivazione di alghe che, in microgravità, possono produrre sostanze utili dal punto di vista medico e della nutrizione.

[b]Mobile Companion[/b] è un’indagine ESA (di cui abbiamo già parlato da qualche parte) che esplorerà l’uso dell’intelligenza artificiale come mezzo per mitigare lo stress dell’equipaggio e il carico di lavoro durante il volo spaziale a lungo termine. Ecco il “compagno”:

[b]Effects of Spaceflight on Gastrointestinal Microbiota in Mice: Mechanisms and Impact on Multi-System Physiology, or Rodent Research-7[/b] studierà gli effetti della microgravità sulla flora intestinale dei topi.

[b]Endothelial Cells in Microgravity as a Model System for Evaluation of Cancer Therapy Toxicity (Angiex Cancer Therapy)[/b] studierà lo sviluppo di farmaci per le malattie cardiovascolari e il cancro.

[b]Understanding the Physics of Nanotube Growth in Chemical Gardens (Chemical Gardens)[/b] indagherà, in microgravità, la formazione dei giardini chimici.

EDIT: E aggiungiamo anche:

[b]Quantifying Cohesive Sediment Dynamics for Advanced Environmental Modeling (BCAT-CS)[/b] si concentrerà sullo studio delle forze (adesive e coesive) che agiscono tra le particelle che tendono ad unirsi insieme, esaminando sedimenti di quarzo e argilla.

Altre info: https://www.nasa.gov/mission_pages/station/research/news/SpX-15_Resupply

Sembra che lo static fire sia stato effettuato. Si attende una conferma ufficiale.

Arrivata. :smile:

Con questo volo partiranno anche dei nanosatelliti. Tre sono a carico di JAXA e fanno parte del progetto Bird-2 del Kyushu Institute of Technology (Kyutech) che coinvolge studenti di paesi che non hanno una propria esperienza nello spazio nella realizzazione di cubesat 1U e nelle relative operazioni. In questa edizione, come si vede, i paesi coinvolti sono Buthan, Filippine e Malaysia:

I tre nanosatelliti saranno lanciati dalla ISS.

La stessa cosa avverrà per altri tre cubesat (questa volta 3U), denominati Biarri-Squad 1/3 che fanno parte del progetto Biarri, che vede una collaborazione tra Australia, Stati Uniti, Regno Unito e Canada. Si tratta di un progetto militare semi-classificato, per cui le informazioni sono piuttosto scarse. Altri cubesat affini sono già stati lanciati in passato dalla ISS.

Intanto veniamo a sapere da fonte sicura che la Dragon sarà la C111, che ha già volato per la missione CRS-9 nel 2016 (del primo stadio si sapeva già).

Invece c’è un po’ di curiosità diffusa, perché dalla NOTAM si evince una “strana” area di rientro per il secondo stadio in mezzo all’Atlantico (solitamente l’upperstage viene deorbitato nell’Oceano Indiano) :astonished:

E’ imprudente fare supposizioni, anche se chi segue SpaceX saprà benissimo che Musk, nella teleconferenza pre-block5, ha parlato di varie sperimentazioni relative al recupero del secondo stadio.

Al momento le previsioni sono buone. Meteo GO al 90% :smile:

Domani (28/06) su NASATV ci saranno due programmi sulla missione CRS-15.

  • Alle 17.00 (ora italiana) ci sarà il What’s on Board science briefing in cui saranno illustrati alcuni degli esperimenti citati sopra (CIMON, Chemical Gardens, ECOSTRESS e BCAT-CS)

  • Alle 18:45 sarà trasmessa la Prelaunch news conference Con rappresentanti del prorgamma ISS della NASA’s di SpaceX e del 45° “Space Wing” dell’USAF.

E’ uscita la “Mission overview” della NASA, dalla quale si evincono le seguenti informazioni sul carico:

Un totale di 2.697 kg di cui 1.712 kg nella capsula pressurizzata e 985 kg nel trunk:

[pre]Carico Pressurizzato b[/b]
Rifornimenti per l’equipaggio 205
Materiale per gli esperimenti 1.233
Materiale per le Spacewalk 63
Hardware per la ISS 178
Materiale informatico 21
Materiale russo 12
Totale 1.712[/pre]
[pre]Carico non pressurizzato b[/b]
-------------------------------- -----:
ECOSTRESS 550
Latching/Effector per Canadarm2 435
Totale 985

[/pre]

Non vedo timeline però… voi ne avete beccata qualcuna diversa da quella standard di Spaceflightnow?

Aspettiamo il presskit che dovrebbe uscire prima di sera (rispetto alla California :smile:).

Intanto gli orari esatti del lancio saranno:

  • 29 giugno - 11:42:42

  • 01 luglio - 10:54:28 (data di backup - In caso di scrub non ci saranno tentativi sabato 30, per motivi di rendezvous)

Il meteo è buono. Le previsioni di oggi danno 90% GO per il 29 e 70% per il 1° luglio.

Edit: Corretta la data di backup.

Rispetto alla strana area di rientro del secondo stadio, durante la preflight conference si è spiegato che lo stadio in questione effettuerà una “long duration coast demonstration”. :astonished:

Luglio.

Off course :flushed: :flushed: :flushed:

Grazie Paolo!

Pare ci sia un problema con un pannello della protezione termica di Dragon.

https://spaceflightnow.com/2018/06/28/falcon-9-dragon-crs-15-mission-status-center/

Ecco il press kit.

E questa è la patch.

Razzo verticale.

Paolo, se vuoi che i tweet siano correttamente visualizzati, ti devi ricordare di cancellare la “coda” dal punto interrogativo in poi: :wink:

?s=21

Prima della cura:

Dopo la cura:

Al momento le foto (di ieri) ce lo mostrano ancora in orizzontale.

Credit: @TomCross

Ecco il webcast di SpaceX

Ma, ovviamente, si può seguire la diretta anche su NASATV