[2019-08-22] Sojuz 2.1a | Sojuz MS-14 senza equipaggio

Riporto qui un link esaustivo in merito ad il nuovo sistema passivo del Kurs sulla ISS

Qualcuno sa dirmi se è già montato questo Kurs-MKP?

Qui un timelapse della manovra eseguita durante la missione Volare:

In questo topic l’epica entrata di Fedor nella Soyuz:

5 Mi Piace

Nel sacco ci sono 16 manovre di undocking e successivo re-docking.

3 Mi Piace

Avevo letto da qualche parte che la MS-14 testava anche un “nuovo sistema di navigazione e attracco”, ma Anatoly parla di Kurs-P.

http://russianspaceweb.com/soyuz-ms-14.html

Beh alla fine farà come Ripley per la parte di navigazione… Ho molti dubbi che con i tempi di azione/reazione sia possibile controllare la Soyuz manualmente ( sempre possibile come opzione ovviamente )

Il rimpiazzo del componente farlocco del Kurs di Poisk avverrà dopo lo scambio di parcheggi.
Così parlò Anatoly:
" According to the new plan, the replacement of the failed component of the Kurs-P system aboard MIM2 module was postponed until after the manual re-docking of the Soyuz MS-13 spacecraft. The latest plan would provide plenty of time to test both the suspected mulfunctioned configuration of Kurs-P and the repaired system."

http://russianspaceweb.com/soyuz-ms-14.html#0825

3 Mi Piace

(so che molti lo sapete già, ma lo scrivo lo stesso)
I tempi lunghi per organizzare il redocking della MS-13 derivano anche dal fatto che il suo equipaggio deve organizzare tutto tenendo conto dell’ipotesi di non riuscire a riattraccare. Quindi stivaggio di tutto quello che è possibile riportare a terra, riprogrammazione di qualche attività non prorogabile…

Tra l’altro mi viene un dubbio. Non è questo il caso, ma se il comandante in carica lasciasse la ISS temporaneamente, va fatto comunque il passaggio di consegne?
Se ipoteticamente avessero dovuto spostare la MS-12 invece della 13, Parmitano sarebbe diventato comandante in anticipo?

3 Mi Piace

Sempre in questa ipotesi, avrebbero rischiato di lasciare l’astronauta degli emirati a piedi :smiley:
Anche se immagino non lo avrebbero fatto partire più, piuttosto che far tornare la Koch prima.

Tra lunedì notte e martedì mattina quindi.

4 Mi Piace

Questa qui è la traduzione dell’articolo della NASA presente nel tweet. Al suo interno potete trovare diverse risposte alle domande fatte in precedenza in questa discussione.

6 Mi Piace

Ora parla di “fluttuazioni impreviste.”
Hanno corretto l’errore per quel che riguarda FEDOR (che loro chiamano Fyodor)

Ora smetto di parlare di notizie non ufficiali. Che è meglio!!! :sweat_smile:

Grazie @LuckyFive

Giusto per chiarezza, Fëdor si pronuncia Fyodor e credo si possa anche scrivere così, è tutta una questione di traslitterazione dal cirillico

L’unico modo giusto di scriverlo è Фёдор :slightly_smiling_face:

7 Mi Piace

Certo @Buzz

Per chiudere il topic, ho avuto conferma che il problema è il propellente

Riprendo questo mio post per ragionarci un po’ su e tirar fuori il pensiero della Domenica pomeriggio.

La settimana prossima c’è anche l’unberthing di Dragon, che probabilmente ha già dentro qualche esperimento in cold stowage da portare giù il più presto possibile, con il rischio di buttare via i risultati scientifici se dovessero ritardare.

Quindi la schedule per l’equipaggio sarà qualcosa di simile a questo (e vediamo se Rogozin copia di nuovo le mie idee :grin: ):

  • Domenica (oggi): preparazione per l’undocking della Soyuz e dell’unberthing di SpX-18, in un giorno che normalmente dovrebbe essere di riposo
  • Lunedì: relocation di una Soyuz e docking dell’altra Soyuz più finalizzazione delle attività di cargo di SpX-18
  • Martedì: unberthing di SpX-18

E in tutto ciò probabilmente ci sarà da fare qualche sleep shift, per fare le attività al momento imposto dalla meccanica orbitale. E non escluderei che facciano le ore piccole per riuscire a fare tutto in tempo (già le attività di cargo per un unberthing di solito sono all’ultimo minuto e sono piuttosto lunghe, e ora ci hanno dovuto infilare anche le attività di cargo per la Soyuz da rilocare, più probabilmente qualche OBT (On Board Training)).

Insomma, una sequenza di 3 giorni mica male, se davvero la mantengono così. Di sicuro Kenny Todd e l’IMMT si stanno divertendo un sacco in questi giorni a considerare tutti i fattori del trade-off, un po’ tecnici ma anche molto politici :slight_smile:

E in tutto ciò, ESA si prende un bel rischio (senza avere colpe ma probabilmente anche senza avere molta voce in capitolo): se qualcosa dovesse andare male nella relocation, Luca dovrebbe tornare a terra molto prima del previsto. Speriamo che vada tutto bene

10 Mi Piace

Metto in chiaro una volta per tutte la cronologia delle attività perché il fuso orario tra gli Stati Uniti e l’Italia (ed Europa) tende a far confondere dato che in questo particolare caso gli orari degli eventi sono “a cavallo” tra due giorni:

  • Undocking Sojuz MS-13 da Zvezda ore 05:34 di lunedì 26 agosto;
  • Docking Sojuz MS-13 a Poisk ore 05:59 di lunedì 26 agosto;
  • Docking Sojuz MS-14 a Zvezda ore 05:12 di martedì 27 agosto:
  • Rilascio Dragon CRS-18 da Harmony ore 16:42 di martedì 27 agosto.

Tieni conto che non poteva essere rinviato il rilascio di Dragon anche perché alcune ricerche hanno già avuto un trattamento che ne blocca (o meglio rallenta) i processi chimici in modo da non subire cambiamenti o alterazioni fin quando non arrivano in laboratorio.

4 Mi Piace

Pardon, se stavate guardando l’agenda è colpa mia, ho sbagliato a fare i conti :see_no_evil:
Edit: no era giusto. @LuckyFive mi fai venire i dubbi :joy: Ripianifico.

Naturalmente tutti i tempi indicati sono in CEST. :wink:

1 Mi Piace

Esatto! CEST è avanti di +2 e +6 ore rispetto a GMT e EDT.

2 Mi Piace

Questo rilascio però mi risulta essere alle 16:42 CEST di martedì 27 agosto.
NSF mette gli orari in UTC: “August 27 TBD / 14:42 - Dragon (SpX-18) unberthing (from Harmony nadir) and releasing by SSRMS

https://forum.nasaspaceflight.com/index.php?topic=32006.1240

1 Mi Piace