[2020-05-05] Long March 5B | Volo inaugurale

Regia piuttosto “acerba”.

Mi sa che ci siamo persi il distacco dei booster intorno al min 59 (qualche wow, ma razzo fuori campo.

Festeggiamenti

2 Mi Piace

Da un giro su Weibo (partendo dal tuo link !) pare che il lancio sia stato un “completo successo”

Almeno secondo Google Translator :grin: :grin:

2 Mi Piace

Render della capsula

Immagino che però dovremmo prima attendere il rientro della “capsula senza nome”

Dovrebbe rimanere in orbita per una settimana.

4 Mi Piace

E’ incredibile quanto, in mezzo a questa situazione allucinante del COVID-19, i cinesi non abbiano affatto smesso di procedere con i loro programmi spaziali.

Questa nuova capsula abitata (come si dice “Dragon” in cinese?), la prima in oltre 20 anni Shenzhou, rappresenta un tassello imprescindibile nei piani spaziali di Pechino.
Ho notato che il lancio è stato presentato dai media cinesi come LM-5B Y-1.
Considerando che LM-5B è il vettore Lunga Marcia (LM "Long March, oppure CZ “Cheng Zheng” in mandarino), la sigla Y-1 deve riferirsi necessariamente alla nuova capsula.

3 Mi Piace

In realtà la “capsula senza nome” è più simile ad Orion che a Dragon, in quanto è pensata per un uso “anche” nello spazio profondo.
Dovrebbe essere il veicolo destinato a portare i cinesi sulla Luna, anche se il suo primo uso sarà sulla Stazione Spaziale Cinese - in questo simile a Dragon (che però non è pensata per lo spazio profondo)

Questa a chi è intitolata?

1 Mi Piace

La capsula a confronto con le “solite note”

3 Mi Piace

Intendi da un punto di vista funzionale.
Io parlavo di configurazione del modulo di rientro, il quale mi sembra molto (ma molto) più simile alla Dragon che non alla Orion (la quale è derivata dall’Apollo CM).

1 Mi Piace

L’amico Philippe Coué mi ha “girato” questa vista in sezione 3d del LM-5B in cui si vede come è alloggiata la nuova capsula all’interno del fairing, brilla l’assenza di una torre di salvataggio…

2 Mi Piace

Potrebbe avere un LES di tipo pusher ?

Più che altro mi sembra una configurazione provvisoria, quella capsula non dovrebbe avere bisogno di un’ogiva. Al massimo di una protezione per i pannelli.
Possibile che manchi ancora un upper stage e per mantenere una configurazione aerodinamica simile a quanto inizialmente previsto abbiano usato l’ogiva?

1 Mi Piace

Per me, essendo un lancio senza equipaggio non lo aveva. Forse prossimamente ne metteranno uno tipo LES sopra la capsula? (anche se sarebbe strano, visto che è dentro le fairing)

Secondo Gunter’s Space Page la Y seguita da un numero sembrerebbe indicare il numero della missione (ad esempio, il Lunga Marcia 5 che è partito a dicembre sarebbe Y3, cioè il terzo volo della versione normale), quindi ancora un riferimento al lanciatore.

1 Mi Piace

In effetti si

Modificando quella foto mi è uscito questo:

6 Mi Piace

Che utilizzino una soluzione alla “Dragon” (propulsori di fuga) ?

Comunque dicono che l’oggetto principale del test sia lo schermo anti calore per il rientro ad alta velocità, che (sempre dicono …) dovrebbe essere sostituibile (cioè cambiato dopo ogni rientro)

Va detto che testano molte cose contemporaneamente: vettore, capsula, fairing sone tutte al primo volo.
Sarà una buona idea ?

I miei due cent:
Modulo di servizio: operativo, perché servono energia e propulsione fino al rientro. Sono in forse i pannelli solari, se la missione è breve bastano le batterie.
Modulo di rientro: poco più di un boilerplate, con operativi solo TPS e paracadute. Senza sistema di supporto vitale, buona parte dei sottosistemi ed allestimento per equipaggio.

1 Mi Piace

Bella immagine del razzo mentre attraversa la zona di Max-Q.

2 Mi Piace