[2020-07-23] Sojuz 2.1a | Progress MS-15 (76P)

Con 3 ore 18 minuti e 31 secondi, forse adesso c’è un ex-equo al primo posto per quanto riguarda il record del lancio-attracco più veloce di una Progress. @Lupin che ne pensi?

1 Mi Piace

Se i calcoli di Rogozin sono giusti allora avremo un ex-equo.

2 Mi Piace

Causa: malfunzionamento software.

(OT NSF fa riferimento ad un altro problema di docking nell’ultimo anno… si riferiscono alla Soyuz MS14 o ce ne sono stati altri?)

Piccolo OT, ma istruttivo astronautiQUIZ: da quali altri dettagli si capisce che non è la vista dalla Progress MS-15 in arrivo ieri? Chi sa datare il filmato da questo fotogramma?

1 Mi Piace

Potremmo definire questo video evergreen, sempre utile da tirare fuori dal freezer dall’archivio in occasioni del genere. Ho l’impressione che ne abbiamo già discusso approfonditamente in un’apposita discussione :smiley: :stuck_out_tongue_winking_eye:

2 Mi Piace

Bravo! Questa era la vera risposta! :wink:

Su forumastronautico.it c’è già tutto!

2 Mi Piace

Nuovo articolo di Roberto Mastri pubblicato su AstronautiNEWS.it

1 Mi Piace

Tanto che l’avevo persino scovato io e poi me ne sono dimenticata spacciandolo per MS-15 sull’onda dell’entusiasmo. :grinning_face_with_smiling_eyes:
Grazie Fait.

2 Mi Piace

I calcoli di Rogozin sono corretti, ma non quelli del nostro bot che ritarda il lancio di un secondo (è avvenuto alle 16:26:21).

La nuova top tre degli attracchi più rapidi alla ISS è quindi questa:

Progress MS-12 - 3 ore 18 minuti e 31 secondi
Progress MS-15 - 3 ore 18 minuti e 31 secondi
Progress MS-14 - 3 ore 20 minuti e 15 secondi

Anche le due posizioni successive sono occupate da Progress:

Progress MS-11 - 3 ore 20 minuti e 51 secondi
Progress MS-09 - 3 ore 39 minuti e 15 secondi

6 Mi Piace

L’attracco della MS-15 arriva inoltre solo 90 giorni dopo quello della MS-14. Per trovare due Progress attraccate ad una distanza di tempo inferiore bisogna tornare al 2015, quando la MS-01 si agganciò alla ISS solo 82 giorni dopo la M-29M.

5 Mi Piace

Ci sono novità sul problema occorso durante il docking.
Pare che non sia stata colpa di Kurs, e nemmeno del software. Pare che c’entrino i fairing.
Per le prossime Progress sono stati leggermente modificati per evitare questo problema. Chissà qual è la relazione.

5 Mi Piace

Forse i fairing possono avere urtato la capsula o avere strappato via qualche componente al momento della separazione.

6 Mi Piace

Diverse le recenti modifiche alla bozza del manifesto di volo. Queste non sembrano però interessare, per il momento, la Progress MS-15 e il compito speciale: sganciare e dismettere ad aprile 2021 il modulo Pirs.

2 Mi Piace

La Progress MS-15 è pronta a lasciare la compagnia della Expedition 64. 2021-02-09T05:21:00Z si staccherà dal fido amico Pirs e nel giro di 4 ore rientrerà in modo distruttivo nell’atmosfera terrestre. Secondo i calcoli balistici del Centro di Controllo Missione di Mosca, l’accensione del propulsore di rientro è prevista per 2021-02-09T08:30:11Z e resterà in funzione per 210 secondi.

5 Mi Piace

Questa mattina, alle 05:21:32 UTC (le 06:21:32 in Italia) la Progress MS-15 si è sganciata regolarmente dal modulo Pirs dopo 201 giorni a servizio delle Expedition 63 e Expedition 64.

Le procedure finali per il distacco della Progress sono iniziate l’8 febbraio, con la chiusura alle 10:40 UTC dei boccaporti tra il veicolo cargo e la Stazione, a cui è seguito un controllo di tenuta e la depressurizzazione del vestibolo.

7 Mi Piace

«Che la Progress più veloce al mondo riposi in pace nel “Cimitero Speziale”», recita l’epitaffio della Progress MS-15. Alle 09:30 italiane circa il propulsore di rientro si è acceso e ha spinto il veicolo cargo verso gli strati alti dell’atmosfera terrestre sopra un punto non navigabile dell’Oceano Pacifico (il Punto Nemo).

Forse i cosmonauti sono riusciti a fotografare l’ardente rientro come si vede dalla foto nel tweet di Roskosmos.

4 Mi Piace

Purtroppo questa è la Progress M-10M :pensive:

3 Mi Piace

Dal suo giaciglio notturno dentro la Crew Dragon Endeavour[1] Resilience, l’astronauta NASA Mike Hopkins ha colto dall’occhio del drago l’istante in cui la Progress MS-15 si allontava dalla Stazione.


  1. Grazie @Lupin per la segnalazione :shushing_face: ↩︎

3 Mi Piace

Resilience, non Endeavour.

2 Mi Piace

Fotografia catturata da una telecamera esterna ad alta definizione…
Imgur

… e dalla Crew Dragon Resilience
Imgur
Imgur

Credit :camera_flash: : NASA Johnson via Flickr

9 Mi Piace