[2020-07-26] Proton-M/Briz-M | ExoMars 2020 Kazachok surface platform & Rosalind Franklin rover

Data e stato del lancio

Data di lancio 2020-07-26 02:00:00 CEST
(2020-07-26 00:00:00 UTC)
Da confermare
Finestra di lancio 2020-07-26 02:00:00 CEST → 2020-07-26 02:00:00 CEST
(2020-07-26 00:00:00 UTC → 2020-07-26 00:00:00 UTC)
Da confermare
Stato attuale NO GO
Meteo n.d.
Hashtag n.d.

Dettagli rampa di lancio

Centro di lancio Bajkonur Cosmodrome, Republic of Kazakhstan (KAZ)
Pad 200/39 (200L), Bajkonur Cosmodrome, Kazakhstan
:earth_africa: Google Maps

Lanciatore

Vettore Proton-M/Briz-M
Wiki: 1
Produttore n.d.
Fornitore servizi di lancio Chruničev State Research and Production Space Center (KhSC)
Info: 1 Wiki: 1

Missione ExoMars 2020 Surface Platform & Rosalind Franklin Rover

Tipo Esplorazione Robotica
Carichi paganti ExoMars Rover, ExoMars Surface Platform
Committenti n.d.

Video e altro materiale informativo

Info n.d.
Video n.d.

Ultimo aggiornamento: 2019-08-17T02:05 CEST
Fonti: LaunchLibrary API via astronautibot 3.1

Oggi (21/03) un Antonov è atterrato a Torino

a bordo Kazachok, la piattaforma di atterraggio della missione ExoMars 2020. Quella su cui sbarcherà il (la?) rover Rosalind Franklin!

La piattaforma, fabbricata e assemblata presso la NPO Lavochkin, è stata trasportata alla sede di Thales, dove il tutto sarà assemblato e testato, prima di tornare a Oriente (Bajokonur si intende!)

Ovviamente siamo tutti ansiosi di vedere cosa c’è nel “pacchetto”. Per ora dobbiamo accontentarci di queste immagini :grinning:

https://www.roscosmos.ru/26224/

3 Mi Piace

Ecco cosa c’era nel pacchetto.

immagine

Credits: Thales Alenia Space

5 Mi Piace

Forza Kazachok! Sono già in ansia ora a due anni dall’atterraggio…

1 Mi Piace

Come atterra il lander? Solo paracadute e razzi?

Sì, vecchio stile.

Vecchio stile non tanto, sarebbe la prima volta per un rover su Marte. Inoltre è bello pesante, sono più di 1000 chili in totale, l’unico atterraggio di un mezzo più pesante di Kazačok+Franklin è stato Curiosity, che ha avuto bisogno di una sky crane. Speriamo bene :slight_smile: . Non sono riuscito a trovare niente su questa manovra di atterraggio.

1 Mi Piace

apparentemente anche i piedi potrebbero avere un ruolo nel dissipare energia. mi sembra che siano montati su degli ammortizzatori.

in teoria la massa al suolo di Kazacok/Franklin sarà superiore anche a quella di Curiosity.
Curiosity pesa 899 kg. La combo russa europea porterà sul suolo marziano 1138 kg. Quindi la più grande massa fatta atterrare su marte, e la prima superiore alla tonnellata.

La locomozione di Rosalind si testa a Zurigo.

3 Mi Piace

Roscosmos e NPO Lavochkin ci informano che il 25 giugno sono stati spediti alla Thales Alenia Space di Torino la copertura posteriore, lo schermo aerodinamico tecnologico, il pannello solare, le restanti apparecchiature di processo a terra, nonché altri materiali per completare l’assemblaggio di ExoMars 2020.

Ecco le immagini dell’impacchettamento:

https://www.roscosmos.ru/26485/
https://www.laspace.ru/press/news/projects/20190627_Exomars2020_Delivery/

5 Mi Piace

i plane spotters di Torino Caselle confermano il transito di un Antonov 124, il 25 giugno

2 Mi Piace

è arrivato il big boi a prendere il pacco allora… bene :smiley:

2022? E’ slittato ancora???

No è slittato solo il mio dito sulla tastiera! :sweat_smile:

2 Mi Piace

Data di lancio aggiornata!

Da 2020-07-25 02:00:00 a 2020-07-26 02:00:00 CEST

ExoMars 2020 is a second mission of two-part astrobiology project to search for evidence of life on Mars, a joint mission of the European Space Agency and the Russian space agency Roskosmos that consists out of surface module with a rover onboard. The primary objective is to land the rover at a site with high potential for finding well-preserved organic material, particularly from the very early history of the planet. The rover is expected to travel several kilometers during its mission.

The European rover will be the first mission to combine the capability to move across the surface and to study Mars at depth. It will collect samples with a drill down to a depth of 2 m and analyze them with next-generation instruments in an onboard laboratory. Underground samples are more likely to include biomarkers, since the tenuous martian atmosphere offers little protection from radiation and photochemistry at the surface.

While the rover will drive away from the surface platform to perform scientific investigations within several kilometers of the landing site, the Russian-made platform will remain stationary and will investigate the local surface environment for its normal mission lifetime of one Earth year. The main science priorities for the platform are context imaging of the landing site, long-term climate monitoring, and atmospheric investigations. Sensors and instruments will also study the subsurface water distribution at the landing site, investigate the exchange of volatiles between the atmosphere and the surface, monitor the radiation environment and compare it with measurements made with the radiation dosimeter on the Trace Gas Orbiter, and carry out geophysical investigations of the planet’s internal structure.

Traduzione di @riki2048ksp

ExoMars 2020 è la seconda parte di un progetto di astrobiologia in due fasi volto alla ricerca di tracce di vita su marte, una missione congiunta dell’Agenzia Spaziale Europea e dell’agenzia spaziale russa Roskosmos che consiste di un modulo di discesa con un rover a bordo. L’obiettivo primario è di far atterrare il rover in un sito con un alto potenziale di trovare materiale organico ben conservato, in particolare materiale organico proveniente dalla storia primordiale del pianeta. Ci si aspetta che il rover percorrerà molti kilometri durante la sua missione.

Il rover europeo sarà la prima missione a combinare la capacità di muoversi sulla superficie e di studiare Marte in profondità. Raccoglierà campioni con un trapano fino ad una profondità di 2 m e li analizzerà con strumenti di nuova concezione nel laboratorio di bordo. I campioni sotterranei offrono maggiori possibilità di trovare biomarcatori, in quanto la tenue atmosfera marziana offre poca protezione dalle radiazioni e dalla fotochimica in superficie.

Mentre il rover si allontanerà dalla piattaforma di superficie per eseguire investigazioni scientifiche nel raggio di vari kilometri dal punto di atterraggio, la piattaforma di costruzione russa rimarrà ferma e studierà l’ambiente di superficie locale nel corso della sua normale vita operativa di un anno. Le principali priorità scientifiche della piattaforma sono lo studio fotografico di contesto del sito di atterraggio, il monitoraggio climatico a lungo termine, e analisi atmosferiche. Sensori e strumenti studieranno anche la distribuzione sotterranea dell’acqua al sito di atterraggio, investigheranno lo scambio di volatili tra terreno e atmosfera, monitoreranno l’ambiente di radiazioni e confronteranno i risultati con quelli fatto con il dosimetro di radiazioni del Trace Gas Orbiter, e porteranno a termine investigazioni geofisiche della struttura interna del pianeta

3 Mi Piace