[2020-11-10] Falcon 9 Block 5 | Sentinel-6 Michael Freilich

Date di riferimento

Data di lancio NET 2020-11-10 19:45:00
Finestra di lancio ISTANTANEA
Static Fire -

Status attuale

Stato attuale INCERTO
Data / ora INCERTA / INCERTA
Probabilità -

Missione

Missione Tipo Orbita
Sentinel-6A (Jason-CS) Scienze della Terra Orbita bassa terrestre (LEO)

Rampa di lancio

Nome Space Launch Complex 4E1 2
Località Vandenberg AFB, CA, USA (USA)
Lanci totali 15

Lanciatore

Vettore Falcon 9 Block 51 2
Produttore SpaceX1 2
Fornitore servizi di lancio SpaceX (USA)
Primo volo 2018-05-11
Numero stadi 2
Dimensioni altezza: 70,00 m
diametro: 3,65 m
Peso al lancio 549 t
Spinta al decollo 7.607 kN
Capacità di carico LEO: 22.800 kg
GTO: 8.300 kg
Successi/Lanci totali 37/37 (37 consecutivi)

Stadi e booster

Tipo Seriale Voli Recupero Su Precedente Turnaround
- B1063 0 - - - -

Ultimo aggiornamento: 2020-09-27 07:04 con AstronautiBOT 5.8 - Fonte: LaunchLibrary2 API, r/SpaceXAPI

Sentinel-6A ha iniziato a prendere forma nell’agosto 2018.

1 Mi Piace

Ed è stato completato lo scorso settembre.

1 Mi Piace

Galleria fotografica.

The Sentinel-6A mission, also known as Jason Continuity of Service (Jason-CS), is a partnership between NASA, NOAA, ESA, and EUMETSAT. This mission consists of two parts: the first one continues the long-term global sea surface height data record begun by first Jason satellites in 1992. This part of the mission will provide altimeter data necessary for ocean climate monitoring, ocean modelling and numerical ocean prediction, weather forecasting, marine meteorology, coastal altimetry and modelling. A secondary objective of the mission is to collect high-resolution vertical profiles of temperature, using the Global Navigation Satellite System (GNSS) Radio-Occultation sounding technique, to assess temperature changes in the troposphere and stratosphere and to support numerical weather prediction.
Sentinel-6A is to operate in a highly-inclined circular orbit at an altitude of 1336 km, with an operational mission lasting 5 years.

Un video di ESA che ci spiega il ruolo di Sentinel 6

2 Mi Piace

Sentinel-6A cambierà nome.

Ecco il nuovo nome: Michael Freilich.

Michael Freilich ha iniziato i test acustici a Ottobrunn, vicino a Monaco di Baviera.

1 Mi Piace

Ecco il comunicato stampa in italiano.

Ottobrunn/Friedrichshafen, Germania, 6 maggio 2020 - Il satellite di osservazione della Terra Sentinel-6A è in fase di test a tutto volume. Gli ingegneri spaziali di Airbus stanno "bombardando" con il suono l'ultimo satellite del programma europeo per la sicurezza e per l’ambiente "Copernicus" all'interno di una speciale camera dello Space Test Center Industrieanlagen-Betriebsgesellschaft mbH (IABG) di Ottobrunn, vicino a Monaco in Germania. Il test del rumore acustico simula l'impatto sonoro al quale il satellite sarà sottoposto durante il lancio del razzo.

La camera, che copre un’area di circa 100 m2 ed è dotata di enormi altoparlanti, è sigillata ermeticamente durante i test che consistono in quattro esplosioni sonore di 60 secondi l’una e colpiscono il satellite con intensità crescente. Al suo apice, Sentinel-6A riceverà l’impatto di 140 decibel (dB). Per fare un confronto, un suono di circa 50 dB è piacevole per l’orecchio, a circa 100 dB il rumore diventa fastidioso e circa 120 dB è doloroso. Un martello pneumatico o una motosega producono circa 110 dB. Un aumento di 10 dB significa raddoppiare il livello sonoro percepito.

“Copernicus Sentinel-6” è una missione di altimetria oceanografica operativa che misurerà costantemente la topografia degli oceani nel corso dei prossimi dieci anni. Sentinel-6 è dotato di un radar-altimetro che fornirà osservazioni frequenti e ultra precise sull’altezza della superfice degli oceani su scala globale. Queste informazioni sono indispensabili per il monitoraggio continuo dei cambiamenti del livello dei mari, un indicatore fondamentale dei cambiamenti climatici e un elemento essenziale dell’oceanografia operativa. Sentinel-6 coprirà ogni 10 giorni fino al 95% della superficie degli oceani liberi dai ghiacci, fornendo informazioni cruciali su correnti oceaniche, velocità del vento e altezza delle onde, al fine di migliorare la sicurezza marittima.

Due satelliti Sentinel-6 dedicati a Copernicus, il programma europeo per l’ambiente e la sicurezza, sono stati sviluppati sotto la direzione industriale di Airbus. Il satellite Sentinel-6 fa parte della serie di missioni Copernicus dell’Unione Europea ed è stato creato anche grazie alla cooperazione internazionale tra ESA, NASA, NOAA ed EUMETSAT.

4 Mi Piace

Purtroppo è venuto a mancare Michael Freilich.

E c’è anche il comunicato di Bridenstine.

https://www.nasa.gov/press-release/nasa-administrator-statement-on-the-passing-of-mike-freilich

3 Mi Piace

In qusto articolo in tedesco (devo ancora controllare se c’è in inglese) si annuncia la partenza verso Vandenberg per il 23 settembre

Il satellite ha superato la “Qualification Acceptance Review” tecnica, ovvero il superamento di tutti i test necessari, e può ora essere inviato al sito di lancio.

Pierrik Vuilleumier, project manager dell’ESA per Copernicus Sentinel-6, afferma: “Questa revisione è stata una pietra miliare importante. Abbiamo in programma di imballare il satellite entro la fine del mese (l’articolo era del 21 luglio) e poi spedirlo dal centro IABG vicino a Monaco al sito di lancio di Vandenberg in California, USA. In considerazione della situazione COVID-19, le persone coinvolte hanno fatto tutto il possibile per rispettare il programma originale. Il satellite inizierà il suo viaggio verso Vandenberg il 23 settembre, verificando in precedenza se il sito di lancio e il centro di controllo satellitare sono pronti.”.

La missione, composta da due satelliti lanciati uno dopo l’altro, è esemplare per la cooperazione internazionale perché è stata sviluppata congiuntamente da ESA, NASA, EUMETSAT e NOAA e con il supporto del CNES. Per info sugli acronimi, c’è il glossario.

Ogni satellite è dotato di un altimetro radar che misura il tempo impiegato dagli impulsi radar per raggiungere la superficie terrestre e quindi tornare al satellite. In combinazione con dati di localizzazione satellitari precisi, le misurazioni altimetriche forniscono informazioni sull’altezza del livello del mare.

Inoltre, il pacchetto di strumenti dei satelliti include radiometri a microonde all’avanguardia che misurano la quantità di vapore acqueo nell’atmosfera, che a sua volta influisce sulla velocità degli impulsi radar dell’altimetro.

Fonte (in tedesco): Michael Freilich supera la QAR.
Fonte (in italiano): Michael Freilich supera la QAR.

2 Mi Piace

Data di lancio aggiornata!

Da November 1, 2020 12:00:00 AM a November 10, 2020 12:00:00 AM

1 Mi Piace

Il primo stadio atterrerà alla LZ-4.

2 Mi Piace

Data di lancio aggiornata!

Da November 10, 2020 12:00:00 AM a November 10, 2020 7:45:00 PM

2 Mi Piace

Altra milestone raggiunta, che decreta il GO for launch per il satellite, in attesa di quello del razzo.

2 Mi Piace

Il satellite è pronto per viaggiare verso Vandenberg.

3 Mi Piace

Il satellite è arrivato. Verrà poi processato e infine partirà alla volta dello spazio.

2 Mi Piace

Ulteriori dettagli su come funzionerà l’altimetro radar Posideon-4 di Sentinel-6: sarà doppia banda (C e Ku) e avrà performance migliorate rispetto agli altri modelli di altimetri sui satelliti.

Un altimetro radar determina l’altezza del satellite rispetto la superficie misurando il tempo in cui un impulso radar impiega ad essere riflettuto dalla superficie terrestre. Il segnale di ritorno fornisce informazioni sull’altezza della superficie del mare (dal range del radar), l’altezza dell’onda (dall’angolo di inclinazione della cresta dell’onda) e la velocità del vento, che incide sull’increspatura del mare (tramite la forza del segnale di ritorno).

Sentinel-6 combinerà misure tramite l’effetto Doppler, fornendo dati ad alta risoluzione, e un metodo convenzionale chiamat_‘pulse-limited_, a bassa risoluzione.

Questa disposizione consente l’elaborazione dei dati del radar ad apertura sintetica (SAR) non focalizzata dove l’altimetro simula una grande antenna mentre vola in avanti sfruttando le caratteristiche Doppler degli echi di ritorno. Il processore quindi dirige i raggi azimutali sintetici verso posizioni specifiche sulla superficie terrestre per costruire una “pila” di forme d’onda che possono essere elaborate per ottenere prestazioni migliori. L’elaborazione SAR non focalizzata migliora la precisione delle misurazioni della superficie del mare calcolando la media della pila di forme d’onda per ridurre il rumore e migliora la risoluzione lungo il binario da diversi chilometri a circa 300 metri. L’elaborazione del SAR richiede una quantità di dati molto maggiore rispetto all’altimetria convenzionale e il satellite implementa un processore di bordo dedicato per ridurre la velocità dei dati che verrà rimandata a terra di un fattore due.

È disponibile anche un video.

Fonte: How Poseidon-4 works.

2 Mi Piace