[2021-07] Proton-M | MLM Nauka

Ne parliamo in questo topic:

3 Mi Piace

grazie, @astroTommyS, me l’ero perso!! :hushed:

2 Mi Piace

A conferma di questo slittamento, l’arrivo di Nauka a Baikonur è ora previsto in marzo anziché questo mese.

https://twitter.com/fedor37516789/status/1212347527321866240?s=21

4 Mi Piace

Non prima del 20 marzo per la precisione.

9 Mi Piace

La TASS ha pubblicato una lunga intervista a Rogozin in cui si parla un po’ di tutti i progetti russi tra cui Nauka. Ci sarà ancora da aspettare:

Se arriva a Baikonur a marzo, saranno richiesti almeno sette mesi per i test elettrici. Penso che il lancio avverrà alla fine del 2020 o all’inizio del 2021. […] Un mese dopo o un mese prima, non ha importanza. La cosa principale è che il veicolo volerà, lo spero.

Quindi, scordiamoci novembre 2020.

Impressiona un po’ leggere l’intervistatore dire che secondo alcuni MLM non è in condizioni di volare

la persona che decide di lanciarla firmerà una condanna a morte.

E Rogozin risponde semplicemente dicendo che sarebbe una enorme responsabilità anche rinunciare al progetto:

Siamo pronti a correre questo rischio e il nuovo team di Roscosmos se ne farà carico, perché non possiamo più sopportare costruzioni a lungo termine.

5 Mi Piace

Rogozin spero non abbia detto effettivamente “lo spero”

Così come se lo lanciano deve essere in grado (una volta attraccato alla ISS) di funzionare correttamente

Spero i problemi siano specifici del lancio/attracco

Ha detto “я надеюсь на это” che vuol dire proprio quello. :grimacing:

Da quel che si sa i problemi sono relativi alla preparazione del modulo. Nell’intervista Rogozin li attribuisce all’obsolescenza del veicolo, che risale al 1998 (!). Al di là della contaminazione dei serbatoi, si sono dovute sostituire molte parte perché le relative certificazioni erano scadute a causa della lunga attesa.

4 Mi Piace

Rogozin è davvero un personaggio figlio di questi tempi: un fanfarone messo a fare un lavoro che richiederebbe persone di ben altro calibro.

Ora mettiamoci nei panni di altre agenzie spaziali e rileggiamo le sue dichiarazioni (assumendo che siano vere e tradotte correttamente).
Dovremmo quindi credere che lanceranno Nauka assumendosi grossi rischi pur di non ammettere che la gestione del progetto è stata fallimentare?
Interessante, visto che trattandosi di un modulo abitato della ISS, rischio sarebbe direttamente sulla pelle dagli occupanti della stazione. Dubito moltissimo che ESA e NASA resteranno a guardare in tal caso.

Speriamo sia stato teatro per fare lo smargiasso davanti ai microfoni…

7 Mi Piace

Va detto che il “rischio di morte” l’ha tirato in ballo l’intervistatore e l’ho riportato perché mi ha colpito che qualcuno in Russia pensi che Roscosmos possa agire in modo così apertamente irresponsabile.
Ma mi ha stupito anche il fatto che che Rogozin non abbia detto “queste affermazioni sono prive di fondamento”, “garantiremo la massima sicurezza”, ecc., ma abbia ribattuto che sarebbe una “condanna a morte” (le virgolette sono nel testo) anche cancellare Nauka. Cosa che non sembra molto sensata.
Va detto che anche la TASS ha scelto di titolare l’intervista su questa battuta

Rogozin: chi decide di cancellare il modulo Nauka firmerà una “condanna a morte’”

Dopodiché nessun dubbio che Roscosmos non ha nessun interesse a mettere in pericolo la sua collaborazione internazionale (che Rogozin stesso riconosce indispensabile, nell’intervista, perché la Russia possa fare alcunché fuori dall’orbita terrestre) con comportamenti avventati.

9 Mi Piace

Aggiornamento su Nauka, in linea con le dichiarazioni di Rogozin.
Alexey Varochko, direttore del centro Khrunichev (produttore del modulo) ha dichiarato alla TASS che al momento il trasferimento a Bajkonur è programmato per il 19 marzo.

All’inizio febbraio è stata ultimata l’installazione di tutti i condotti e si sono svolte i test sulle linee a bassa pressione. Altri test sono in corso. Si lavora H24, sostiene il direttore.

Secondo la TASS “Il lancio è previsto tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021”.

Su lancio è ancora presto per sbilanciarsi, ma se effettivamente tra poco più di un mese Nauka raggiunge il cosmodromo un piccolo festeggiamento ce lo possiamo permettere.

8 Mi Piace

Ormai mi sono dimenticato ma con Nauka si completa una parte “obbligatoria” per roscosmos?
O meglio per la quale si erano impegnati all’inizio?

Anche il braccio robotico europeo ERA dovrebbe partire a breve per Bajkonur. Lo ha riferito alla stampa il responsabile dell’ESA Permanent Mission in the Russian Federation, René Pischel.

L’invio del manipolatore ERA a Bajkonur è previsto per la fine di marzo. Si prevede che andrà al cosmodromo insieme al modulo Nauka, ha detto Pischel, aggiungendo che molto probabilmente il mezzo ferroviario verrà utilizzato per il trasporto.

Il Braccio ERA dal 2004 è conservato presso i depositi di RSC Energia. La prossima settimana un rappresentante di ESTEC arriverà a Mosca per un’ispezione di due/tre giorni:

Durante questo periodo, lo specialista effettuerà un’ispezione visiva di ERA, controllerà alcuni sensori e verificherà anche la disponibilità per il trasporto a Bajkonur.

https://tass.ru/kosmos/7818925
https://tass.ru/kosmos/7811619

7 Mi Piace

Piccole novità sul fronte Nauka: di recente Rogozin ha detto che il razzo Proton-M con cui verrà lanciato il modulo è stato già costruito. Inoltre ha confermato che il 19 marzo Nauka dovrebbe iniziare ( :crossed_fingers: ) il suo viaggio verso Cosmodromo di Bajkonur. Secondo le attuali tempistiche il lancio dovrebbe avvenire tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021.

Traduzione del Tweet di Rogozin:

1 Mi Piace

Piano piano…

3 Mi Piace

L’immagine sembra sia stata scattata 10 anni fa a giudicare anche dal PC nella foto :joy:

1 Mi Piace

Un po’ di più di 10 anni: la foto è stata scattata il 15 novembre del 2002 quando il braccio si trovava in fase di test a Leida

Di li a poco sarebbe stato trasferito in Russia in vista del lancio “imminente”. :wink: Oggi, come detto sopra è nei magazzini di Energia, dove è stato ispezionato in vista del trasferimento a Bajkonur.

6 Mi Piace

Ah ecco, perchè in effetti quello sembra quasi un 486 o poco più :sweat_smile:

Non che la foto di Nauka con i tecnici a sinistra dia un sensazione “vintage” molto minore …

Quello a naso è un Pentium 3 o 4
:sweat_smile:

Slitta ancora di qualche settimana la partenza di Nauka verso Bajkonur. Nonostante le recenti rassicurazioni di Rogozin, negli ultimi giorni c’era qualche dubbio sul rispetto delle tempistiche perché alcuni controlli stavano richiedendo più tempo di quanto previsto.

5 Mi Piace

pare che Rogozin abbia detto che sperano di finire in Maggio e poi spedire a Baikonour per un lancio nel 2021

https://www.interfax.ru/russia/702232

Se mi metto a pensare male rifletto che dal punto di vista politico non ha molto senso accelerare visto che non hanno niente se non questo… vorrà dire che nell’anno del lancio di SLS/Orion potranno dire la loro su qualcosa (e purtroppo penso sia l’ultima roba seria dei russi per molti anni se si esclude exomars…)

1 Mi Piace