[2022-01] Electron | OSAM-2

Date di riferimento

Data di lancio NET 2022-01-01 00:00:00

Status attuale

Stato attuale INCERTO
Probabilità -

Missione

Missione Tipo Orbita
Archinaut One Carico utile sconosciuto Orbita bassa terrestre (LEO)

Rampa di lancio

Nome Rocket Lab Launch Complex 1A1 2
Località Onenui Station, Penisola di Mahia, Nuova Zelanda :new_zealand:
Lanci totali 21

Lanciatore

Vettore Electron1 2
Produttore Rocket Lab Ltd :us:1 2
Fornitore servizi di lancio Rocket Lab Ltd :us:1 2
Primo volo
2017-05-25
Numero stadi 3
Dimensioni altezza: 18,00 m
diametro: 1,20 m
Peso al lancio 13 t
Spinta al decollo 162 kN
Capacità di carico LEO: 300 kg
GTO: - kg
Successi/Lanci totali 18/21 (1 consecutivi)

Ultimo aggiornamento: 2021-09-13 06:42 con AstronautiBOT 8.1 - Fonte: LaunchLibrary2 API

Archinaut One è una missione volta a dimostrare la capacità di piccoli veicoli spaziali di produrre e assemblare componenti in orbita terrestre bassa. Una volta giunta in orbita la navicella stamperà in 3D due barre che si estenderanno per 32 piedi (10 m) dai due lati della navicella. Durante la stampa, ciascuna barra dispiegherà due pannelli fotovoltaici che genereranno fino a cinque volte più potenza dei tradizionali pannelli fotovoltaici normalmente montati su veicoli spaziali di dimensioni analoghe.

Grazie a @riki2048ksp

1 Mi Piace

Fantastica missione! Peccato che c’è da aspettare un po’.

1 Mi Piace

Come mai genereranno 5x potenza? Dimensioni, materiali, gestione attiva?

Un’ottima domanda. Al momento non trovo ulteriori dettagli, e quindi per ora dobbiamo accontentarci del laconico comunicato NASA :confused:

Ma quindi anche la superficie fotovoltaica del pannello viene stampata in 3D o solo la barra centrale? Missione interessante. Speriamo in ulteriori notizie.

Escluderei che il pannello sia stampato in 3D. Probabilmente sta ripiegato in appositi contenitori e poi viene “tirato” dalla cima dell’asta che si allunga via via che viene aggiunto materiale alla sua base dalla stampante.

2 Mi Piace