[2023-01] GSLV Mk III | Chandrayaan-3

Dati principali del lancio

Data di lancio NET 2023-01-31 00:00:00
Stato attuale INCERTO
Probabilità -

Dettagli della missione

Nome Chandrayaan-3
Tipo Esplorazione lunare
Orbita Orbita lunare (LO)

Centro e rampa di lancio

Nome Seconda rampa di lancio dello Satish Dhawan Space Centre - Sriharikota, India1 2 :india:
Lanci dalla rampa 20
Lanci dal Centro 79
Atterraggi al Centro 0

Lanciatore

Vettore GSLV Mk III1
Costruttore Indian Space Research Organization :india: 1 2
Fornitore servizi di lancio Indian Space Research Organization :india:1 2
Primo volo 2017-06-05
Numero stadi 3
Altezza 43,40 m
Diametro 4,00 m
Peso al lancio 629 t
Spinta al decollo 11.898 kN
Capacità di carico LEO: 10.000 kg
GTO: 5.000 kg
Successi/Lanci totali 3/3 (3 consecutivi)

Ultimo aggiornamento: 2022-06-26T08:51:04 con AstronautiBOT 10 beta 1 - Fonte: LaunchLibrary2 API

2 Mi Piace

(Traduzione automatica) Chandrayaan-3 è la terza missione dell’India sulla Luna. Ripete la maggior parte della fallita missione Chandrayaan-2, con solo un lander e un rover. Dopo una discesa controllata, il lander eseguirà un atterraggio morbido sulla superficie lunare in un sito specifico e schiererà il rover. Il rover a sei ruote pesa circa 20 kg e funzionerà a energia solare. Si sposterà intorno al sito di atterraggio, eseguendo analisi chimiche sulla superficie lunare e trasmettendo i dati alla Terra attraverso l’orbiter. Il lander raccoglierà dati sui terremoti lunari, le proprietà termiche della superficie lunare, la densità e la variazione del plasma della superficie lunare. Complessivamente, la missione Chandrayaan-3 raccoglierà informazioni scientifiche sulla topografia lunare, la mineralogia, l’abbondanza elementare, l’esosfera lunare e le firme di idrossile e ghiaccio d’acqua.

2 Mi Piace

Originariamente la missione prevedeva un orbiter, ma dopo il parziale fallimento della precedente, gli obiettivi sono stati rivisti.
In particolare si è deciso di estendere considerevolmente la missione dell’orbiter Chandrayaan 2 da uno a sette anni, visto che l’immissione in orbita quasi perfetta ha consentito di poter accumulare una discreta quantità di carburante.

Questo lander doveva essere pronto qualche anno fa, ma isro è stata molto più penalizzata dal covid rispetto alle altre agenzie.

Il luogo di atterraggio sarà lo stesso di Vikram, il lander della missione Chandrayaan 2. Ma questa volta andrà bene :wink:

Non ci sono molti dettagli su periodo e finestra di lancio, ma dovrebbero ripetersi ogni mese salvo questioni tecniche riguardanti l’orbiter.

Sarà un 2022 pieno di traffico sulla Luna.

4 Mi Piace

Nuovo articolo di Luca Frigerio pubblicato su AstronautiNEWS.it.

3 Mi Piace

Non potrebbe essere un problema? Voglio dire, l’orbiter è stato pensato per una certa autonomia, allungare la missione vuol dire essere esposto a determinate condizioni per più tempo di quanto previsto

Relativamente. Queste estensioni vengono sempre effettuate dopo un’accurata analisi dei parametri di funzionamento dell’orbiter.

I team di controllo monitorano quotidianamente ogni tipo di telemetria e riescono a calcolare un rateo di obsolescenza per quasi ogni componente di bordo (ad es. l’efficienza dei pannelli fotovoltaici, il numero di errori nella RAM, ecc.)

Evidentemente dalle loro proiezioni hanno margini sufficienti per i prossimi 7 anni.

2 Mi Piace

In virtù di questo, se anche il lander ha fallito l’atterraggio, mi sembra che la missione Chandrayaan 2 si stia rivelando allora un grande successo, anche in virtù di una capacità di lavoro molto migliore rispetto alle aspettative

1 Mi Piace

Sicuramente. Di fatto si tira fuori il meglio da una situazione poco felice.

Lancio ritardato di 122 giorni, a NET December 31, 2022 12:00:00 AM

1 Mi Piace

Lancio ritardato di 31 giorni, a NET January 31, 2023 12:00:00 AM

1 Mi Piace