Aerojet pensa ad un vettore medio per i suoi AR-1

aerojet-rocketdyne
#1

Nonostante abbia perso contro Blue Origin per i motori del Vulcan, Aerojet Rocketdyne continua lo sviluppo degli AR-1 e anzi è in cerca di partner per pensare ad un veicolo di classe media che possa rimpiazzare l’ormai compianto Delta II. Il tutto ad un costo di molto inferiore.

Ne parla Space News in un articolo/intervista:

Il mercato dei lanciatori si sta forse affollando un po’ troppo, ma in effetti è vero che in USA non esistono più vettori di classe media “puri”. Ad un costo di lancio ragionevole, diciamo ad occhio tra i 40 e i 60, forse l’eventuale nuovo veicolo potrebbe avere mercato.

1 Like
#2

Il motore è ottimo. Tanta spinta, ottima ISP per un primo stadio, e l’RP-1 rimane uno dei migliori carburanti da primo stadio. Secondo me può trovare un acquirente o con Northrop grumman per un vettore equivalente per Antares (Dopo OmegA potrebbe essere un programma interessante da fare per NGIS) oppure una joint venture tra AJR e Stratolaunch. Un singolo AR-1 per il primo stadio e un RL-10 CX per secondo. Peso totale del vettore che spinge al massimo il payload di Stratolaunch. Verrebbe fuori un bel vettore.

#3

Non sarebbe troppo pensante un vettore del genere per un aviolancio?

#4

un aviolanciatore comune si. Stratolauch no. Quel mostro è progettato in maniera specifica per lanciare vettori pesanti 249 tonnellate. Difatti il veicolo più potente che pensavano di usare era un tri core in grado di portare 6000 kg all altitudine della ISS con inclinazione di 28.5°.

Antares per fare un paragone pesa 282 tonnellate e usa 2 RD-181. Un singolo AR-1+ RL-10 non darebbe problemi allo stratolaunch.

P.S. adesso che ci pensavo, se si arriverà al giorno in cui servirà un SLS con booster liquidi per questioni di performance, allora l’AR-1 potrebbe essere il motore ideale (ovviamente in cluster).