Aeronautica e dintorni !

Per chi pensa che gli aerei siano solo astronavi che volano basse ! :wink:

Salute e Latinum per tutti !

Bravo Kruaxi, ci voleva questo sub-forum.
Per curiosità, è nata in voi prima la passione per lo spazio e poi per gli aerei, oppure viceversa o “in parallelo” ?
Personalmente ho iniziato dallo spazio e poi mi sono, per così dire, “abbassato” fino all’aviazione, militare (grande passione!) e civile (che è poi diventata anche il mio lavoro…).

Ciao, Fabio

Sposto il tutto in un subforum… dedicato.
Ve lo meritate!

Poderoso…

Salute e Latinum per tutti !

Per chi pensa che gli aerei siano solo astronavi che volano basse ! :wink:

Salute e Latinum per tutti !

Credo che l’aeronautica sia propedeutica all’astronautica.
Cominciai ad appassionarmi di aviazione acquistando in edicola la mia prima rivista, JP4 (giugno 1981).
Da quella data, la passione per l’aeronautica non mi ha abbandonato mai.

Sposto il tutto in un subforum... dedicato. Ve lo meritate!

Grazie Marco !

Per rispondere a Fabio… anche io sono stato folgorato da subito dalle capsule spaziali… considerando i miei 40 anni sono a tutti gli effetti un figlio dell’Apollo ! Se penso poi che l’Apollo 11 si stacco da terrà esattamente il giorno del mio terzo compleanno 8) …
Ma gli aerei arrivarono subito dopo… quanti modellini ho massacrato, e quante riviste e libri ho comperato a riguardo… (e quante ne ho perse !!! :cry: )

Salute e Latinum per tutti !

... quanti modellini ho massacrato, e quante riviste e libri ho comperato a riguardo... (e quante ne ho perse !!! :cry: )

Salute e Latinum per tutti !

Sigh!
L’ultimo modellino che sono riuscuto a completare…
Risale ad almeno 7/8 anni fa…

Ottimo Bf-109 !!!
1/72 oppure 1/48 ??

Ottimo Bf-109 !!! 1/72 oppure 1/48 ??

1/32, Hasegawa (serie vecchia però, pannellature in positivo ecc…)

Poderoso...

Salute e Latinum per tutti !

Stupendo… ai comandi sedeva Maurizio Cheli, per caso ??

Io teoricamente faccio ancora modellismo… purtroppo, pur conoscendo tecniche, storia, etc etc… ho sempre avuto una… mano terribile ! Al di là dell’esperienza… è anche un dono… si ha o non si ha…

Questo mostriciattolo in 1:72 è di una decina e più di anni fà…
Francia 1940, Adolf Galland ed il suo bf109e.

Io sto al modellismo come i pittori naif stanno a Caravaggio… :cry:

Salute e Latinum per tutti !

Poderoso...

Salute e Latinum per tutti !

Stupendo… ai comandi sedeva Maurizio Cheli, per caso ??

No, il colonnello Piero Gavazzo. Un personaggio credimi !

Salute e Latinum per tutti !

1/32, Hasegawa (serie vecchia però, pannellature in positivo ecc...)

Ottimo anche il livello di dettaglio nel cockpit, complimenti.

Io teoricamente faccio ancora modellismo... purtroppo, pur conoscendo tecniche, storia, etc etc... ho sempre avuto una... mano terribile ! Al di là dell'esperienza... è anche un [i]dono[/i]... si ha o non si ha...

Questo mostriciattolo in 1:72 è di una decina e più di anni fà…
Francia 1940, Adolf Galland ed il suo bf109e.

Io sto al modellismo come i pittori naif stanno a Caravaggio… :cry:

…Ma no… ogni modello ha una sua spiccata personalità… è come un dipinto, ogni artista si esprime in modo diverso da un suo simile.
Ed il tuo Emil non ha nulla da invidiare rispetto a quelli presentati in diorami realizzati dai più noti modellisti.
Complimenti anche a te, Kruaxi.

...Ma no... ogni modello ha una sua spiccata personalità... è come un dipinto, ogni artista si esprime in modo diverso da un suo simile. Ed il tuo Emil non ha nulla da invidiare rispetto a quelli presentati in diorami realizzati dai più noti modellisti. Complimenti anche a te, Kruaxi.

Grazie per la pietosa bugia :wink:

Almeno devo dire che adesso l’ho spolverato… :grinning:
Più che altro negli ultimi anni ho fatto miniature fantasy, anche con risultati discreti, e l’ultimo lavoro è un semovente M3 in 1:76. Non pubblico per non andare ancora off-topic !

Dopo qualche anno di stop sto per iniziare nuovamente la costruzione di qualcosa… ho sul banco da lavoro un P39q in 1:72, ripartirò da questo.

Intanto mi sto documentando su questo particolarissimo aereo, che ho sempre trovato particolarmente affascinante !

Salute e Latinum per tutti !

…Uhmmm… il P-39 aveva il motore situato alle spalle del pilota.
Cosa ne pensi di questa configurazione inconsueta ??

Fabio ha scritto:

Per curiosità, è nata in voi prima la passione per lo spazio e poi per gli aerei, oppure viceversa o "in parallelo" ?

personalmente mi sono subito da piccolino appassionati agli aerei…quando tutti i miei compagni di scuola parlavano di motorini io ero già ai motori a reazione!! la passione per spazio è venuta dopo, ma più che altro perchè qua in Italia di spazio se ne parla pochissimo e quindi ero poco incentivato ad accuparmene…comunque già a 11 o 12 anni sognavo di fare l’astronauta…devo inoltre dire che solo di recente, grazie a internet e alla conoscenza dell’inglese ho cominciato a occuparmi preponderatamente di spazio…ormai mi occupo solo di quello…però quando posso vado volentieri alle manifestazionie aeree… a luglio sono andato a vedere il salone di Farnborough e l’anno scorso il Le Bourget. Quest’anno poi sono andato un paio di giorni di inghilterra a visitare i musei della RAF a Hendon (Londra) e quello a Cosford (vicino a Birmingham) e anche il museo che si trova a Duxford (vicino Cambridge)…ho visto tanta di quella roba che non potete neanche immaginarlo…bellissimi se capitate da quelle parti andate a vederli perchè meritano veramente!!!

http://www.rafmuseum.org.uk/
http://duxford.iwm.org.uk/

...Uhmmm... il P-39 aveva il motore situato alle spalle del pilota. Cosa ne pensi di questa configurazione inconsueta ??

Potenzialmente era un idea geniale, spostando il baricentro si sarebbe dovuto ottenere una meravigliosa manovrabilità, per non parlare di tutto lo spazio libero atto ad ospitare un pesante armamento davanti al pilota… è noto però come queste aspettative furono in gran parte disattese da diversi problemi:
-L’indisponibilità di un (previsto) adeguato motore turbocompresso fece si che tutte le caratteristiche da fighter andassero perdute. Se il prototipo si era rivelato superiore ai caccia dell’epoca per velocità e manovrabilità, la produzione in serie sfornò un aereo troppo pesante e sottopotenziato, afflitto da vibrazioni mai del tutto risolte, tutt’altro che irresistibile in combattimento. Gli esemplari passati alla Raf vennero ritirati quasi subito dalla prima linea, essendo un facile bersaglio per gli Emil. Ugualmente fu preda degli Zero nipponici dopo il 7 dicembre 1941… L’unico pregio evidenziato dal P39 (Airacobra) fu senza dubbio una resistenza leggendaria, che ne faceva un grande incassatore (mentre, come è noto, i pariclasse giapponesi non avevano praticamente protezione passiva, e diventavano facilmente trappole mortali).
Infine l’Airacobra, nelle sue varie versioni fino alla definitiva, il P63 Kingcobra, trovò una sua dimensione nelle mani dei piloti sovietici (gran parte della produzione venne passata all’URSS) che lo utilizzarono efficacemente nel ruolo più consono di cacciabombardiere. Era un aereo che ‘andava capito’, e non pochi furono gli assi sovietici su quest’aereo, peraltro in un fronte particolarmente duro come quello orientale, dove i tedeschi furono assoluti dominatori dei cieli perlomeno nei primi due anni di guerra dall’inizio dell’operazione Barbarossa.

Ricordiamo come il P39 fu aereo assolutamente innovativo anche per altre caratteristiche: tipico il carrello a triciclo anteriore, una vera novità alla fine degli anni 30, ed un grande uso di componentistica ‘Automobilistica’, che ne facilitò alquanto una grande produzione in serie.

Nelle varie versioni, fino al quasi-riprogettato interamente P63 fu costruito in circa 13.000 esemplari, ed anche questo dato dimostra come non sia assolutamente un aereo da dimenticare.

Se pensiamo che l’industria aeronautica italiana, fra il giugno 1940 ed il settembre 1943, non arrivò alla produzione di 12.000 aerei in tutto…

Salute e Latinum per tutti !

quando posso vado volentieri alle manifestazionie aeree... a luglio sono andato a vedere il salone di Farnborough e l'anno scorso il Le Bourget. Quest'anno poi sono andato un paio di giorni di inghilterra a visitare i musei della RAF a Hendon (Londra) e quello a Cosford (vicino a Birmingham) e anche il museo che si trova a Duxford (vicino Cambridge)...ho visto tanta di quella roba che non potete neanche immaginarlo...bellissimi se capitate da quelle parti andate a vederli perchè meritano veramente!!!

Invidia, mostruosa invidia… :rage:

Salute e Latinum per tutti !

Io teoricamente faccio ancora modellismo... purtroppo, pur conoscendo tecniche, storia, etc etc... ho sempre avuto una... mano terribile ! Al di là dell'esperienza... è anche un [i]dono[/i]... si ha o non si ha...

Questo mostriciattolo in 1:72 è di una decina e più di anni fà…
Francia 1940, Adolf Galland ed il suo bf109e.

Io sto al modellismo come i pittori naif stanno a Caravaggio… :cry:

Salute e Latinum per tutti !

Non chiamarlo mostriciattolo… hai mai visto dei modellini fatti VERAMENTE male ??
E poi il mini-diorama “funziona” bene.