Alfa

Trovo molte difficolta’ a reperire documenti tecnici sull’Alfa. Ho scritto anche all’archivio storico della Marina, ma mi hanno risposto che e’ ancora materiale classificato. Mentre in aeronautica dicono che non ne sanno niente.
C’e’ addirittura molta confusione sulle 3 o 4 date dei lanci con successo da Salto di Quirra.
Pare che ci sia stato un articolo di Luciano Castro una quindicina di anni fa, ma non l’ho reperito.

Qualcuno potrebbe aiutarmi?

Grazie

Stefo

Già provato qui?

http://www.astronautix.com/lvs/alfa.htm

http://www.univ-perp.fr/fuseurop/alfa_e.htm

http://www.univ-perp.fr/fuseurop/salto_e.htm

Ciao, Fabio

Già provato qui?

http://www.astronautix.com/lvs/alfa.htm

http://www.univ-perp.fr/fuseurop/alfa_e.htm

http://www.univ-perp.fr/fuseurop/salto_e.htm

Ciao, Fabio

Si, grazie, ma non c’e’ niente di piu’ di quel pochissimo in giro, inoltre pare che le date dei lanci siano sbagliate…
Stefo

Anch’io è un pezzo che mi interesso all’Alfa.

Tra l’altro l’immagine dell’Alfa in erezione sulla rampa, l’ho postata io avendola scannerizzata da un vecchio numero della rivista “Spazio Italia” (del 1993) in un articolo che trattava dei programmi spaziali italiani e citava (putroppo solo citava) il programma dell’Alfa.

Al momento la pagina di Mark Wade risulta essere quella più ricca di informazioni in attesa che siano disponibili ulteriori documenti in merito.

Già provato qui?

http://www.astronautix.com/lvs/alfa.htm

http://www.univ-perp.fr/fuseurop/alfa_e.htm

http://www.univ-perp.fr/fuseurop/salto_e.htm

Ciao, Fabio

A proposito degli ultimi due link, sto cercando di aiutare l’amico Jean-Jacques a migliorare la pagina relativa all’Alfa ma trovare del materiale e’ davvero difficile. Una cosa che ci si chiedeva e’ come abbia potuto l’Italia realizzare un motore a propellenti solidi di quelle dimensioni senza averne reallizati di dimensioni intermedie. Probabilmente ci fu qualche trasferimento di tecnologia dagli stati uniti (dalla United Technologies, probabilmente), ma mancano le prove che questo sia avvenuto

Paolo, se vuoi posso contribuire realizzando un trittico in scala sull’Alfa, in base alle immagini ed alle informazioni esistenti.

Paolo, se vuoi posso contribuire realizzando un trittico in scala sull'Alfa, in base alle immagini ed alle informazioni esistenti.

Sarebbe molto interessante!
Se a qualcuno interessa, c’e’ un capitoletto sull’Alfa nel libro “aeroplani italiani 1945-1991” di De Marchi http://www.aviolibri.it/aerplani_italiani.JPG
sempre se interessa, ho una copia OCR del capitoletto

Sarebbe molto interessante! Se a qualcuno interessa, c'e' un capitoletto sull'Alfa nel libro "aeroplani italiani 1945-1991" di De Marchi http://www.aviolibri.it/aerplani_italiani.JPG sempre se interessa, ho una copia OCR del capitoletto

Ehm … Paolo … sembra che il link non funzioni … :roll_eyes:

Sarebbe molto interessante! Se a qualcuno interessa, c'e' un capitoletto sull'Alfa nel libro "aeroplani italiani 1945-1991" di De Marchi http://www.aviolibri.it/aerplani_italiani.JPG sempre se interessa, ho una copia OCR del capitoletto

Ehm … Paolo … sembra che il link non funzioni … :roll_eyes:

Hai ragione. http://www.aviolibri.it/libri_ibn.htm

Hai ragione. http://www.aviolibri.it/libri_ibn.htm

Ottimo! Ora va meglio!!! Grazie :wink:

Trovo molte difficolta' a reperire documenti tecnici sull'Alfa.

Stefo

Ciao!
non ne so molto ma ho trovato questo:

Mittente: Ambasciata d’Italia - Brasilia
Data: 28 ottobre 2005
Codice RISeT: Settore 15-01
Oggetto: Il Brasile annuncia un programma per la costruzione di nuovi lanciatori spaziali
Redazione: De Santis
Destinatario: DGPC–05
Testo:
Il governo brasiliano, attraverso il Centro Tecnologico Aerospaziale (CTA) e l’Agenzia Spaziale Brasiliana (AEB), ha annunciato il Programma “Cruzeiro do Sul” per lo sviluppo di cinque nuovi lanciatori spaziali, il primo dei quali, denominato Alfa, è un’evoluzione del VLS-1, prodotto dal
1980 presso il CTA.
Nela storia del VLS-1 figurano due lanci falliti (1997 e 1999), e un catastrofico incidente a terra nel 2003, nel quale persero la vita 21 fra tecnici e ingegneri. Nella versione originaria, il VLS-1 aveva quattro stadi tutti a combustibile solido, mentre nell’Alfa gli ultimi due stadi useranno
combustibile liquido.
Del secondo lanciatore, denominato Epsilon, si sa che sarà identico all’Orion, proposto dal Consorzio Internazionale Orionspace, alla cui testa figurano imprese russe, e che, come Alfa e VLS-1, effettuerà lanci dalla Base di Alcantara (Stato di Maranhão).
Vale la pena ricordare, che tra il 1998 e il 2002 il governo brasiliano, attraverso l’AEB e il Ministero di S&T, aveva fatto pervenire all’Ambasciata il suo grande interesse a collaborare su alcuni progetti spaziali con imprese italiane e ASI, non ottenendo tuttavia all’epoca analoghe
manifestazioni d’interesse da parte italiana.
Il direttore di CTA, Adenir Siqueira Viana, ha reiterato ora l’interesse e l’apertura del Brasile verso le collaborazioni internazionali, aggiungendo che la Russia, che nella recente visita del Presidente Lula ha firmato con il Brasile un MoU su questi temi, è certamente uno dei partner
più probabili.

Potrebbe interessarti?
Questo il link:
www.isti.cnr.it/Events/RISeT/RisetDocs/Brasile_spazio.pdf

Anch'io è un pezzo che mi interesso all'Alfa.

Tra l’altro l’immagine dell’Alfa in erezione sulla rampa, l’ho postata io avendola scannerizzata da un vecchio numero della rivista “Spazio Italia” (del 1993) in un articolo che trattava dei programmi spaziali italiani e citava (putroppo solo citava) il programma dell’Alfa.

Al momento la pagina di Mark Wade risulta essere quella più ricca di informazioni in attesa che siano disponibili ulteriori documenti in merito.

Ciao Archipeppe
sono curioso di sapere come sei arrivato a Spazio Italia di Luciano Castro. Lui pubblicava al tempo il notiziario “Spazio Informazione” e “Spazio Italia” era il supplemento del notiziario.

Paolo D’Angelo

Molto semplice: ne avevo recuperato alcune copie, destinate al macero, presso l’archivio della società per cui lavoro. All’epoca loro lo ricevevano e spesso c’erano degli articoli a firma del nostro ex direttore o di qualche collega, per cui quei numeri venivano conservati.

Trovo molte difficolta' a reperire documenti tecnici sull'Alfa.

Stefo

Ciao!
non ne so molto ma ho trovato questo:

Mittente: Ambasciata d’Italia - Brasilia
Data: 28 ottobre 2005

Alfa e’ un nomignolo abbastanza sfruttato… non e’ lo stesso. Si trattava di un missile con 4 motori a propellente solido che doveva portare una testata nucleare, sviluppato dalla marina italiana, molto simile ad un Polaris.

Stefo

Paolo, se vuoi posso contribuire realizzando un trittico in scala sull'Alfa, in base alle immagini ed alle informazioni esistenti.

Sarebbe molto interessante!
Se a qualcuno interessa, c’e’ un capitoletto sull’Alfa nel libro “aeroplani italiani 1945-1991” di De Marchi http://www.aviolibri.it/aerplani_italiani.JPG
sempre se interessa, ho una copia OCR del capitoletto

Se potessi avere l’articolo te ne sarei grato. Io in cambio ho una fantastica foto a colori del missile sulla rampa tratto dal (vado a memoria, spero di ricordarmi bene) libro pubblicitario “satelliti” della Sarin.

ciao

Dopo skybolt, membro del secret projects forum
esiste ancora uno ALFA a sinistra e in mostra al
museo della Aeronautica Militare di base a Cameri, vicino Novara

After skybolt, member of the secret projects forum
there still one ALFA left and on display at museum
of the Aeronautica Militare base in Cameri, near Novara

http://www.secretprojects.co.uk/forum/index.php?topic=2808.0

Incredible finding!!!
Many, many thanks Michel!!!

C’è qualcuno di noi nei dintorni di Cameri???

E alcune foto?, Vi preghiamo di :ambulance:
And take some picture ?, Please

I fully agree Michel.
Anyway it seems to be no longer than the MB 326 that is parked in front of it.

Sono pienamente d’accordo Michel.
In ogni caso l’ALFA sembra non essere più lungo dell’MB 326 parcheggiato di fronte (il velivolo arancione).

Acqua, zietto.
Non è negli archivi storici della MM che bisogna scavare per trovare notizie sull’Alfa… bisogna approfondirle le ricerche se si vuole ottenere un risultato soddisfacente… scriverò qualcosa anche sull’Alfa, a presto !!