Annunciati i partner NASA per lo sviluppo di tecnologie per future missioni lunari e marziane

Annunciati i partner, interessante vedere il Ruolo di SpaceX anche per il rifornimento propellenti ( ovviamente Blue Origin per il Lander come già anticipato)

6 Mi Piace

Versione reddit:

https://www.reddit.com/r/spacex/comments/cjwso2/nasa_announces_industry_partnerships_to_advance/

…vertically land large rockets on the Moon…

Allora li ha convinti??

4 Mi Piace

Troppo bello per essere vero… :sunglasses:

1 Mi Piace

Allora per quanto riguarda Starship on the Moon vedremo come procede. Ma quell " Orbit Refuelling" mi sa moltissimo di Starship… Credo che questo sia un pezzo bello importante per il futuro di Starship… Da completamente ignorata, ad essere considerata per Artemis.

2 Mi Piace

Inserisco la fonte ufficiale (NASA):

4 Mi Piace

Ma le due compagnie dovrebbero fornire poroposte per lander diversi oppure collaborare alla costruzione di un singolo lander?

Mi sembra che la situazione somigli molto alla “Commercial Crew Development”, con due operatori privati messi in concorrenza tra loro dalla Nasa e in ridondanza nel caso uno dei due non funzioni.

In questo caso abbiamo due architetture e due piattaforme diversissime, per molti versi opposte.

A me piace moltissimo l’approccio “carro pianale” di Besoz, mi sembra molto intelligente e molto adatto per una fase due che richiedera’ mezzi molto specializzati.

Ma non vedo l’ora di vedere il veicolo unico che fa tutto, il suppostone d’argento, tra i crateri.

Pero’ la notizia potrebbe essere che la Nasa rinuncia a fare i suoi veicoli, cosi’ come ha praticamente fatto per l’accesso degli equipaggi a LEO.

Per ora l’Orion viene tenuto vivo per portare l’equipaggio al lander di Besoz, ma quanto durera’? Far fare agli altri e’ meno costoso, meno rischioso, meno vincolante, lascia l’agenzia meno in balia della politica e aspetto non secondario recentemente sembra funzionare meglio che fare mezzi propri.

Sara’ il futuro delle agenzie spaziali pubbliche quello di diventari inseminatori, finanziatori di ricerca pura e tecnologie sperimentali ma soprattutto appaltatori che pero’ demandano all’esterno e ai privati llo sviluppo delle piattaforme e dei servizi piu’ maturi per “commoditizzarli” (scusate la parolaccia)?

Forse e’ un po’ prematuro per dirlo e sicuramente presumo troppo, prendetelo come spunto di discussione e ipotesi da verificare.

3 Mi Piace

Credo che valga la pena leggere con attenzione la fonte indicata sopra da @Vespiacic, perché credo che il titolo di questo thread rischia di essere un po’ fuorivante. Qui, se capisco bene, non si tratta della definizione di partner commerciali per la realizzazione di hardware per Artemis, ma di qualcosa di molto più generico e preliminare:

NASA has selected 13 U.S. companies for 19 partnerships to mature industry-developed space technologies and help maintain American leadership in space.

The selections were made through NASA’s Announcement of Collaboration Opportunity (ACO) released in October 2018. They will result in non-reimbursable Space Act Agreements between the companies and NASA. The selections cover the following technology focus areas, which are important to America’s Moon to Mars exploration approach.

5 Mi Piace