Annunciato equipaggio STS-126

Assegnato l’equipaggio della missione STS-126, prevista per il settembre 2008 che avrà l’importante compito di portare la stazione a poter ospitare 6 membri di equipaggio.
Per fare questo verrà utilizzato un MPLM per portare tutti i rack necessari compresi, equipaggiamenti, cuccette, pedana per la corsa, e parti sparse.
L’equipaggio sarà così composto:
CMD - Navy Capt. Ferguson, Christopher J.
Pilot - Air Force Lt. Col. Boe, Eric A. (rookie)
MS - Navy Cmdr. Bowen, Stephen G. (rookie)
MS - Higginbotham, Joan E.
MS - Army Lt. Col. Kimbrough, Robert S. (rookie)
MS - Navy Capt. Stefanyshyn-Piper, Heidemarie M.

E’ stato annunciato un cambio di equipaggio per questa missione.
Donald R. Pettit prenderà il posto di Joan E. Higginbotham che ha lasciato la NASA con un contratto per una posizione nell’industria privata.
Pettit sarà al suo secondo volo.

http://www.nasa.gov/home/hqnews/2007/nov/HQ_07259_STS-126_crew_change.html

E brava la nostra Higginbottom. Già assegnata ad un equipaggio eppure se ne va lo stesso. Sarei curioso di sapere dove.

io non l’avrei mai fatto!!una volta che mi prendono come astronauta alla NASA ci rimango tutta la vita!!mi devono proprio sbattere fuori a calci nel sedere per farmi uscire :cylon: :cylon:

Concordo appieno!

Anch’io sono molto stupito per la scelta della nostra Joan…lasciare la NASA con una missione già assegnata potrebbe rappresentare una spece di record!

Secondo Fox News (via collectSpace):

“Higginbotham said her new position will be with Marathon [Oil Corporation] as a vice president of business development and worldwide production.”

Praticamente la donna delle pulizie… :stuck_out_tongue_winking_eye:

E’ possibile che il nuovo incarico della Higginbotham nell’industria privata sia una una via d’uscita onorevole dalla carriera di astronauta, un po’ come quando qualche alto dirigente aziendale viene promosso per nascondere qualche insuccesso?

Paolo Amoroso

Non in questo caso, credo, visto che era stata assegnata ad STS-126… :kissing_heart: e forse aveva già iniziato gli addestramenti…

Che sia solamente una mera questione di “muneda”??? :scream: :roll_eyes:

A mio parere si… o meglio di possibilità ora di fare un mestiere ben remunerativo e in una buona posizione… scelte di vita…

Come aevamo già detto una volta, effettivamente per qualcuno, del tutto legittimamente, fare l’astronauta è un lavoro, non una passione.
Per quanto mi riguarda, dovrebbero staccarmi dal sedile dello shuttle a colpi di mazza. :stuck_out_tongue_winking_eye:

Probabilmente la signora in questione ha utilizzato proprio la sua carriera di astronauta come “trampolino di lancio” verso altri lidi lavorativi, e non sarebbe nemmeno la prima volta.
Per quanto riguarda la mia esperienza posso dire che la maggior parte degli astronauti europei che ho incontrato fossero degli autentici appassionati, come il nostro Umberto Guidoni ha abbondantemente dimostrato al recente AstronautiCon 2, mentre gli americani sembrava che fossero capitati quasi per caso…

Non mi fraintendete, sicuramente gli americani devono voler diventare astronauti, perché nessuno si trova ad occupare una poltrona su di uno Shuttle per una mera casualità, quanto il fatto è che avevano l’atteggiamento del tipo “…adesso andiamo sù, facciamo quello che c’è da fare e riportiamo giù il fondoschiena per farci una bella birra ed un barbecue con la famiglia…”.

Giusto per paragone non potrò mai dimenticare la faccia “sognante” di Clervoy quando raccontava il rientro con lo Shuttle o l’espressione di Reiter quando raccontò la sua prima EVA a bordo della Mir. Sembrava di essere con lui, lì sul bordo del portello con la Terra che scivolava veloce sotto i suoi piedi (parole testuali)…

Ecco il sostituto della Higginbotham: si tratta di Donald R. Pettit.

[quote]Nov. 21, 2007

John Yembrick
Headquarters, Washington
202-358-0602
John.yembrick-1@nasa.gov

James Hartsfield
Johnson Space Center, Houston
281-483-5111
james.a.hartsfield@nasa.gov

RELEASE: 07-259

NASA AMENDS CREW ASSIGNMENT FOR STS-126 MISSION

WASHINGTON - NASA has replaced a crew member assigned to space
shuttle
mission STS-126. Astronaut Donald R. Pettit will take the place of
astronaut Joan E. Higginbotham, who has left NASA to accept a
position in the private sector. The mission is targeted to launch in
September 2008 and will deliver equipment to the International Space
Station enabling larger crews to reside aboard the complex.

Higginbotham flew as a mission specialist on STS-116 in December
2006.
She began her career at NASA’s Kennedy Space Center, Fla., in 1987,
contributing to 53 space shuttle launches. She was selected as an
astronaut in 1996.

“Joan has done a tremendous job as an astronaut during the past 11
years,” said Steve Lindsey, chief of the Astronaut Office at NASA’s
Johnson Space Center, Houston. “She contributed her expertise to
nearly every space shuttle and International Space Station mission.
She will be missed, but we wish her the very best in her future
endeavors.”

The STS-126 mission will be Pettit’s second spaceflight. Pettit will
serve as a mission specialist aboard shuttle Endeavour. He joins
previously named crew members Commander Christopher J. Ferguson,
Pilot Eric A. Boe and mission specialists Stephen G. Bowen, Robert S.
Kimbrough and Heidemarie M. Stefanyshyn-Piper.

Pettit first flew as a crew member of Expedition 6, logging more than
161 days in space, including more than 13 hours during two
spacewalks. He launched to the station aboard shuttle mission STS-113
in November 2002 and returned to Earth on the Soyuz TMA-1 spacecraft
in May 2003. He was selected as an astronaut in 1996.

For complete astronaut biographical information, visit:

http://www.jsc.nasa.gov/Bios

For more information about NASA’s Space Shuttle Program, visit:

http://www.nasa.gov/shuttle

-end-

L’avevo scritto nel secondo post della discussione :kissing_heart: :stuck_out_tongue_winking_eye:

Ma uffa!
E poi ci incappo sempre con te in ste ripetizioni. :stuck_out_tongue_winking_eye:
Vabbè, almeno avete sotto gli occhi il testo ufficiale dell’annuncio :smiley: