Apollo 11: quaranta anni fa un sogno (parte 2)

#1

Orbita terrestre di parcheggio

Dopo aver eseguito tutti i controlli dei vari sistemi, dopo un’orbita e mezza attorno la Terra,della durata di 2 ore e38 minuti, la seconda accensione del terzo stadio S-IVB è compiuta al tempo di missione 002:44:16.20 a T 002:50:03.03 il motore si spegne ed inizia la fase d’immissione in rotta translunare.
La velocità del sistema è di 39003.47 Kmh

Fase Translunare

Durante il tragitto translunare la separazione fra CSM e S-IVB avviene al tempo 003:15:23.0; la manovra di rotazione ed aggancio col LM è avvenuta regolarmente a 003:24:03.7.
Un’ora dopo il complesso CSM-LM era completamente indipendente e proseguiva il viaggio in completa autonomia.
Il terzo stadio, tramite comando da terra, effettuava lo sfiato dei propellenti residui per immettersi in orbita solare, oltre l’orbita lunare, passando a 3379,89 Km dalla superficie della Luna.
Lo stadio S-IVB si immetteva in un’orbita con perelio di 134306.96 milioni di Km e un afelio di 151863.91 milioni di Km e con una inclinazione alla eclittica di 0,3836° e un periodo di rivoluzione 342 giorni.

La rotta d’avvicinamento alla luna procedeva in modo quasi perfetto, si procedeva ad una sola correzione di rotta effettuato a 0026:44:58.64 con accensione del motore del modulo di servizio di 20,9m-sec.
Durante il restante periodo di volo libero si è utilizzato il consueto controllo termico passivo “grill” o “girarrostospaziale” per mantenere le temperature del complesso Apollo 11 entro il limiti desiderati.

Durante il viaggio l’equipaggio ha effettuato una trasmissione televisiva a colori della durata di 56 minuti.
La risoluzione e la qualità sono state eccezionali.
Si sono effettuate ottime riprese degli interni del CM e del LM, del punto di alloggiamento della sonda di Docking. Nel LM si sono riprese le attrezzature dell’EVA.
Al tempo di 075:49:50.37 è cominciata l’immissione in orbita lunare; il motore del CM si è acceso per 357,53 secondi; successivamente ad una altitudine di 111,11 Km una seconda accensione di 169,7 secondi ha inserito l’Apollo in orbita.

Orbita lunare

Durante la seconda orbita lunare, al tempo di missione 078:20, si è realizzata una trasmissione televisiva a colori che ha fornito ottime immagini della superficie lunare e del sito d’atterraggio 2.

Al termine della seconda orbita lunare si è effettuata un’accensione “retrograda” del motore del Modulo di Comando, che ha reso circolare l’orbita stessa facendo passare l’altitudine da 111,11 Km a 100,93 Km .
Armstrong e Aldrin si sono quindi recati nel Modulo Lunare per compere controlli sui sistemi di telemetria, di vari sistemi e dello spurgo dell’ossigeno; si sono in oltre controllate le fotocamere.
Tali operazioni sono durate due ore e si sono compiute senza problemi.

Al tempo di missione 095:20, i due astronauti sono rientrati nel LM per eseguire un ulteriore controllo approfondito di tutti i sistemi LM in preparazione delle operazioni di discesa.