Apollo 11: quaranta anni fa un sogno (parte 4)

#1

Attività lunare

Le prime due ore sulla superficie lunare sono occupate dall’equipaggio per eseguire checkout di tutti i sistemi, accertarsi che il veicolo possa supportare la permanenza sulla Luna e configurare lo stesso per poter decollare prontamente in qualsiasi momento qualora ci fosse una urgente necessità.
Dopo tali controlli il programma prevede un periodo di riposo, ma l’equipaggio si dichiara pronto per le successiva attività extraveicolare e vi rinuncia.

THAT’S ONE SMALL STEP FOR [A] MAN

Aldrin ed Armstrong vicendevolmente si aiutano ad indossare le strutture di sopravvivenza per l’EVA il Primary (o Portable) Life Support System/Subsystem (PLSS): lo zaino erogatore d’ossigeno e depuratore di anidride carbonica, il sovra-casco, i guanti e scarpe isolanti.
Iniziano adesso le procedure per depressurizzare il LM, operazione più lunga del previsto.
Il boccaporto è stato aperto al tempo di missione 109:07:33 e Armstrong è uscito a 109:19:16.
Sulla piattaforma il comandante attiva la telecamera cosi che il momento della discesa possa essere trasmesso sulla Terra.

Il contatto colla superficie lunare da parte del piede sinistro di Armostrong avviene al tempo missione 109:24:15 corrispondenti alla 02:56:15 GMT del 21 Luglio (20 Luglio ore 22:56:15 ET).
Le sue prime parole “That’s one small step for [a] man, one giant leap for mankind

Un breve controllo esterno del LM, dimostra che la base delle “zampe” del Lm sono affondate nella superficie lunare di circa 10 cm, non è stato scavato alcun cratere dal motore di discesa. Armstrong in oltre riferisce che la polvere lunare aderisce immediatamente agli stivali e che le ombre sono molto scure rendendo difficile la visione.

Ancora procede alla raccolta di campioni di suolo lunare sia roccioso che polveroso come materiale di scorta in caso di rientro forzato, immediato.

Al drin si affaccia alla scaletta al tempo 109:37:57 e prende contatto col suolo lunare al tempo 109:43:16, le sue parole sono “Magnificent desolation”.

Subito dopo la discesa di entrambi i componenti della missione si scopre una targa montata dietro la scaletta che riporta il seguente testo

HERE MEN FROM THE PLANET EARTH FIRST SET FOOT UPON THE MOON
JULY 1969
WE CAME IN PEACE FOR ALL MANKIND

Sulla targa figurano le firme dei tre membri dell’equipaggio di Apollo 11 e del presidente Richard M. Nixon.

Ora può iniziare la parte scientifica della missione.

#2

Grazie pilgrim per questo tuo ottimo compendio :clap:

#3

mi unisco all’ :clap: :clap: :clap:

#4

Grazie di cuore :wink:

Il mio semplice intento è quello di fare una specie di cronaca in diretta, per ricreare l’emozione vissuta in quella notte di Luglio cosi lontana…

#5

Sarebbe molto bello se tra 10 anni per i l 50° si festeggiasse direttamente sulla luna! :ok_hand:

#6

sarebbe utile un link ai thread successivi e precedenti. :wink:

#7

Complimenti anche da parte mia, davvero bello :slight_smile:

#8

Accontentato! :smiley:

#9

ben fatto… ma cosi’ si puo’ andare solo in avanti!

In questa sezione del forum vedo un sacco di post interessanti ma… perche’ metterli in un forum?!? Un blog sarebbe una struttura molto piu’ adatta, cosi’ chi vuole puo’ commentarli senza per questo far cambiare l’ordine in cui viene mostrato l’elenco dei “capitoli”.

Su www.wordpress.com (per dirne uno) puoi avre il tuo blog gratis in modo molto semplice.
A fare questo indice ci ho messo cinque minuti (il blog supporta l’incollaggio di testo gia’ linkato).
http://jumpjack.wordpress.com/enciclopedia-delle-missioni-apollo/

#10

p.s.
forse potresti colalborare con Paolo Attivissimo, visto che lui sta preparando un lungo documentario sulle missioni apollo, per il momento solo acquistando i filmati in HD: i tuoi testi potrebbero essere il commento!
http://attivissimo.blogspot.com/2009/07/sbarco-sulla-luna-del-1969-in-hd.html

#11

Il blog è una piattaforma personale, una sorta di soliloquio che per carità è del tutto legittimo, mentre un forum è una “comunità”, dove ognuno “dà” in funzione delle sue proprie conoscenze. E’ evidente che un forum, rispetto ad un blog, richiede un’interazione costruttiva tra i suoi membri.

#12

esatto; per quello dicevo che un resoconto starebbe meglio in un blog invece che in un forum: non sta chiedendo/dando un’opinione, cercando/dando un consiglio, o facendo una semplice chiacchierata… sta cercando di raccontare qualcosa a chi la vuol sentire; è piu’ un monologo che un dialogo… quello che è appunto un blog, dove la risposta a un post non è cercata, ma comunque accettata tramite apposita form di immissione.

#13

Ma certo, infatti Pilgrim1 è libero di pubblicare questi suoi lavori dove meglio crede, senza che una cosa escluda l’altra.
Ma d’altra parte il motivo per cui li posta qui sul forum è proprio per ricevere le nostre opinioni, per condividerle con noi tutti in un modo meno unidirezionale di un blog, dove è più netta la divisione tra “creatore di contenuti” e “commentatore”
Non a tutti piace parlare da soli.

#14

Ricordo questa “particolare” missione ricreando una sorta di Mission Log, sperando di far rivivere ai più “anziani” una emozione vissuta e tentando di infondere nei “giovani” la partecipazione per quello che è stato un momento Epocale, comunque sia poi evoluta l’esplorazione dello spazio.

Uso il Forum, Questo Forum, proprio per leggere i commenti dei lettori/utenti.