Ariane 6, competitività e sviluppi futuri

Procede il progetto Prometheus per un motore europeo a metano riutilizzabile.

https://www.ariane.group/en/news/prometheus-demonstrator-of-future-engine-passed-its-definition-review/

Ha anche una pagine Wikipedia, ma non trovo ne ’ su quella ne’ al link molte info tecniche.

Che tipo di ciclo utilizzera? L’Isp non e’ male. Il rapporto spinta/massa che e’ quasi piu’ importante per un primo stadio non c’e’ ma penso sia molto difficile da determinare nella prima fase di progetto.

Comunque se fanno un motore riutilizzabile, anche il booster prima o poi lo faranno riutilizzabile. Nonostante le dichiarazioni evidentemente stanno alla finestra e non rivelano troppi dettagli ma dietro alla quinte sono gia’ al lavoro, meno male.

C’è chi avanza i soliti dubbi sulla convenienza di Ariane 6 rispetto a SpaceX

https://www.bloomberg.com/news/articles/2019-02-06/before-even-launching-ariane-6-rocket-journey-is-seen-as-doomed

Un articolo che sembra tanto la minestra riscaldata e per giunta piuttosto breve / poco dettagliato. Poi Bloomberg è da prendere con le pinze, specialmente dopo il caso Supermicro…

1 Mi Piace

Nuove immagini dal cantiere a Kourou.

2 Mi Piace

Hanno inaugurato la test facility per i collaudi relativi al upper stage

4 Mi Piace

Ottima notizia per il programma!

Video correlato.

Il lancio inaugurale, che avverrà nella versione 62, porterà a bordo i satelliti di OneWeb.

1 Mi Piace

Aggiornamento di marzo.

Versione YouTube.

Continua la travagliata nascita di Ariane 6 con pochi contratti privati e sorretto praticamente soltanto dai voli istituzionali Europei… oppure SpaceNews è di parte? :wink:

Il fatto che Ariane 6 sta facendo fatica a costruirsi un backlog decente è innegabile. Dovrebbe arrivare qualche altro contratto prima di novembre per costellazioni satellitari, ma in generale la situazione è grigia per tutti. Il mercato satellitare sta rallentando e anche considerevolmente. Il settore che soffre maggiormente è il GTO, che è il settore dove è specializzato da sempre l’Ariane.

Space X stessa sta vivendo un involuzione del suo launch manifest. 19 lanci quest’anno e 16 il prossimo. Il 2021 sembra che andrà anche peggio.
Di questi 35 lanci , oltre il 50% dei lanci (18) sono governativi (tra USAF e NASA) e 2 non forniscono revenue (1 Starlink e 1 CREW IFACT).
I prossimi anni vedranno una riduzione del mercato e al contempo un aumento dei vettori disponibili. Brutto mix. Ed i rumors che giungono dall economia globale non sono rosei.

1 Mi Piace

Vero anche che non puoi continuare soltanto con lanci di tipo Militare (vedi ULA), sì puoi farti i prezzi alti perché il mondo militare é disposto a pagarli, ma non puoi rimanere fermo, perché la concorrenza va avanti, e se trovano un vettore con le stesse sicurezze ad un prezzo minore, in poco tempo sposteranno gran parte dei Carichi da lanciare.

Per quello che difatti ULA e altri stanno facendo vettori ex novo e SpX (in teoria) sta modificando i suoi. USAF fa i requisiti, i provider rispondono. Tra le tante cose, nei prossimi periodi, saranno proprio i lanci governativi tra NASA e USAF a tenere su la baracca.

L’ESA ha siglato un primo contratto con MT Aerospace ed ArianeGroup per lo studio dello stadio superiore in fibra di carbonio per Ariane 6: PHOEBUS (Prototype of a Highly OptimisEd Black Upper Stage). Se il progetto andasse avanti si potrebbe avere un incremento del carico utile fino a 2 tonnellate ed il debutto nel 2026. Il via definitivo potrebbe avvenire durante la ministeriale di novembre.

3 Mi Piace

Nuovo aggiornamento ESA su Ariane 6, sullo stile di quello del VEGA C dei giorni scorsi.

Nel video si vede bene l’integrazione orizzontale del primo e secondo stadio, e poi quella verticale dei booster e del fairing.

2 Mi Piace

Aggiornamento di maggio.

3 Mi Piace

Versione YouTube.

Aggiornamento di giugno.

1 Mi Piace