Atlas V - GOES-R

WorldView-4 è ancora senza una data precisa di lancio (in attesa del completo ripristino della base di Vandenberg), quindi aumentano le possibilità che il prossimo volo di ULA sia quello (da Cape Canaveral) dell’Atlas V destinato a mettere in orbita GOES-R che, come potete vedere nella nostra AstronauticAgenda, è ancora solidamente fissato per il 16 novembre.

GOES-R sta per Geostationary Operational Environmental Satellite - R Series, si tratta di una serie di avanzati satelliti per rilevazioni ambientali operati da NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) e NASA e prodotti dalla Lockheed Martin. Eccone il rendering:

GOES-R è in nome sia della serie che del primo di essa: gli altri saranno GOES-S, GOES-T e GOES-U.

Per chi fosse interessato ad approfondire, c’è un intero sito. In breve si può dire che i nuovi satelliti forniranno in near real time immagini e dati dell’emisfero occidentale per le previsioni meterelogiche, consentiranno di tenere d’occhio tempeste, uragani, incendi, ceneri vulcaniche ecc. e di mappare fulmini e attività elettrica anche tra le nubi. I GOES-R saranno dotati anche di strumenti per l’osservazione del meteo spaziale. Ecco un video di presentazione:

L’Atlas V che lancerà il primo GOES-R sarà in configurazione 541, ovvero con fairing da 5 metri e 4 booster. Il satellite, rifornito, peserà 5,2 tonnellate.

Inizialmente il lancio era previsto per l’ottobre 2015, ma, a seguito di vari problemi tecnici emersi nei primi test, è rimasto alla Lockheed Martin fino a questa estate. Eccolo nella clean room, scomposto nel modulo propulsivo (a sinistra) e nel modulo sistemi:

Ed eccolo impacchettato, il 22 agosto, pronto per partire dal Colorado alla Florida:

Video della partenza:

Qui sbarca al KSC, uscendo dal C-5M Super Galaxy dell’USAF che l’ha trasportato

Video del decollo e dell’arrivo (interessanti le riprese della cabina del C-5M):

Il 23 agosto nella clean room della Astrotech Space Operations (Titusville) si apre il container e iniziano le operazioni di preparazione.

Eccolo!

Video relativo:

Altre immagini. Altri video

Potrebbe essere il 6 Novembre alle 19.30, ma per ora l’unica fonte è questa: https://twitter.com/SpaceflightNow/status/790978611448836097

Notizia freschissima, ora anche sul sito di ULA. È bastato evocare WorldView e subito si è materializzato. :stuck_out_tongue_winking_eye:

Logo della missione

Ieri il primo stadio dell’Atlas V è stato trasferito alla Vertical Integration Facility presso SLC 41

EDIT: spero che IK1ODO apprezzerà la risoluzione delle immagini linkate: Si legge anche la targetta con il numero seriale dell’Atlas V. Si tratta indiscutibilmente di AV-069

Meraviglia! :smiley:

Altre immagini della verticalizzazione del primo stadio.

Immagini del 23 settembre che mostrano l’arrivo del secondo stadio (Centaur) dell’Atlas V all’Atlas Spaceflight Operations Center, presso SLC 41.

Nel frattempo presso l’Astrotech payload processing facility a Titusville (vicino al KSC) era in corso l’ispezione e la pulizia del fairing.

Animazione che mostra la sequenza di lancio e di rilascio/dispiegamento del satellite.

A causa di un piccolo problema con il razzo il lancio è stato rinviato. Restiamo in attesa di una nuova data.

Si tratta dello stesso “minor Atlas V booster issue” che ha portato al rinvio di WorldView-4.

Il lancio è ora pianificato per il 19 novembre con finestra dalle 16:42 alle 18:42 ora locale.

Su imposizione della FAA la finestra di lancio è stata accorciata di un’ora. Sarà dalle 17:42 alle 18:42 ora locale (più sei ore per l’Italia).

Satellite incapsulato.

Queste e altre immagini a risoluzione maggiore qui: http://www.goes-r.gov/multimedia/roadToLaunch.html

Poster della missione.

Launch kit di ULA.

Il meteo previsto è 80% GO, anche nel caso di un rinvio di 24 ore.

Il payload è stato issato in cima al razzo.

Galleria completa qui: https://www.flickr.com/photos/nasakennedy/albums/72157669721145354

Il meteo è ora 90% GO.

Il profilo di missione.

Status briefing pre-lancio.