Barbie di Samantha Cristoforetti per la giornata mondiale delle bambine

cristoforetti
#1

É fortissima!

0 Likes

#2

Molto bello il video promozionale.
Manda il messaggio giusto…

3 Likes

#3

Video promozionale? Io avevo caricato la foto, confermato anche dall’anteprima del messaggio, guarda qua:

l

0 Likes

#4

Mi ha fatto scendere una lacrima.

0 Likes

#5

@PherosNike Cavoli, non immaginavo :grinning:

0 Likes

#6

Il video dico, l’hai visto?

0 Likes

#7

E io il video, a cui mi riferivo nel mio messaggio :slight_smile:

0 Likes

#8

Ah no, il video non ho avuto tempo di guardarlo.Appena ho un attimo butto un occhio e vi dico

0 Likes

#9

Ma è in vendita? :heart_eyes:

0 Likes

#10

Non si trovano informazioni, immagino che la venderanno.

0 Likes

#11

Visto il video: toccante.

0 Likes

#12

Video fatto molto bene! Un plauso a ESA e, immagino, a Mattel.

0 Likes

#13

Non so se è in vendita ma sul sito di Jeff Bezos c’è Barbie Astronauta e Ingegnere Aerospaziale in super offerta … solo per papà appassionati dello spazio con figlie femmine! :grin: @Mark_Watney

0 Likes

#14

Perché solo per figlie femmine?

0 Likes

#15

Effettivamente anche i maschi giocano con le bambole, anche se non viene usato questo nome (es. Action man) quindi non vedo perchè un maschietto non ci possa giocare.

0 Likes

#16

Touchè.
Sono così abituato ad arrabbiarmi quando trovo giochi che propongono una divisione di genere che non mi stavo accorgendosi di aver fatto lo stesso. Per capirci qualche giorno fa avevo visto una telecamera tipo go-pro per bambini, purtroppo erano due linee e due scatole, una blu per maschi con Action-Cam, una altra tutta rosa Selfie-Cam.
Non le ho comprate. Scusate il semi OT.

1 Like

#17

Non voglio andare off-topic, ma la frase: “puoi essere tutto quello che vuoi” mi obbliga a segnalare questo articolo:

Non so chi abbia scritto il copione del video, ma Samantha sa bene (e lo dice anche nel suo libro) che il pochino di fortuna in certi casi, non è un dettaglio trascurabile.

1 Like

#18

Il pochino di fortuna lo dice anche nel video. E se si parte dicendo a un bambino che dovrà stare all’interno di certi canoni ed è statisticamente improbabile che possa fare ciò che voglia, il mood con colui affronta la vita com’è?
Tecnicamente è vero che può fare ciò che vuole. Lasciamo che si entusiasmi e che eventualmente scopra da solo e lotti per le diseguaglianze, ma lotterà con tutto un altro spirito. Se gli si mette davanti la cruda realtà delle statistiche a quell’età gli si tarpano le ali per niente. Magari quel bambino è quello che apre la strada ad un altra società.

7 Likes

#19

Scusate se continuo l’Off Topic, da esperienza in campo sportivo concordo con @astro_bob, ad un giovane è sbagliato dire “puoi diventare quello che vuoi” perché gli si fa sembrare facile e raggiungibile senza alcuno sforzo qualsiasi obiettivo. A mio giudizio è più corretto dire quali sono le regole del gioco, che per arrivare a quel livello ci vuole impegno e costanza e non è sicuro che ci si possa arrivare, ma se la cosa piace l’eventuale fatica per arrivarci sarà ampiamente compensata dalla soddisfazione al momento del raggiungimento dell’obiettivo.

5 Likes

#20

“«Successo = Talento + Fortuna; Grande successo = Un po’ di talento in più + Molta fortuna».”. Se la nostra Samantha non fosse stata accettata dall’aeronautica quando misurarono la statura …
Il fattore fortuna è determinante, però é importante insegnare ai figli a provarci,a lasciarli sbagliare,a rialzarsi, senza essere ufficiali delle SS. Mi permetto una metafora sportiva: se sono un pilota di F1 bravo con la macchina buona, certo che potrei bucare o puó venire a piovere mentre ho su le slick e finisco sulle barriere, ma corro, combatto, ci provo con tutte le mie forze.

2 Likes