Bigelow XBASE

In particolare lo Shuttle, che è stato il veicolo più grande a massiccio ad agganciarsi alla stazione.

Sarà un’ottima soluzione credo. Con la fame che c’è di stazioni spaziali anche per il settore privato.

Perciò i futuri turisti spaziali arriveranno al modulo Bigelow e poi andranno a svolazzare tra i piedi degli astronauti che costano ai contribuenti 10.000 dollari al minuto? Non capisco perché questi debbano venire collegati, la motivazione. A parte forse per l’allestimento di partenza, gonfiaggio etc. Poi se ne dovrebbe stare per conto suo

E non penso che ci saranno molti turisti disposti a pagare queste cifre per andare nello spazio.

In un articolo letto di recente, si metteva in luce come Bigelow si sia allontanato dal “turismo” per orientarsi verso la fornitura di una stazione spaziale scientifica post-ISS e per i paesi con interessi spaziali ma non coinvolti nel programma ISS.

E penso che questo sarà il futuro in effetti.

In teoria questo sarebbe il passo logico successivo dopo BEAM.
Non credo pensino a turisti…più probabile si tratti ancora di un modulo sperimentale che potrebbe anche essere affittato ad istituti di ricerca e nazioni senza accesso diretto allo spazio.

Io invece penso che l’opzione turismo sia ancora aperta, soprattutto se entrerà in gioco una certa multinazionale …

Bah!
A meno di abbassare i prezzi e raggiungere un bacino di utenza maggiore, io non vedo questa massa di multimiliardari interessati a volare nello spazio e sufficente a tenere in piedi economicamente tutta la baracca.
Altro invece,come facevano i Russi, lanciare di tanto in tanto uno di questi rari e preziosi clienti per fare cassa, accanto ai committenti principali che portano i soldi veri.

Non dimentichiamo che c’è una sola ISS a fronte di migliaia di università ed industrie (e piccoli stati) che abbisognano di laboratori in orbita. Singolarmente nessuna può accollarsi anche solo il lancio di una capsula/laboratorio, ma se qualuno mettesse in orbita altre stazioni, poi questi operatori potrebbero pagarsi un passaggio sulla dragon di turno.
La domanda non è palese fin che non c’è l’offerta. Oggi come oggi sperimentare sulla ISS costa certamente un bel pò e va tutto preparato con anticipi penso anche di anni. Se abbassiamo costi e tempi, di sicuro la domanda si allarga di un bel pò.

I turisti… c’è Virgin per loro!

Beh, rimanendo fermi mentalmente ai prezzi di un viaggio x persona in vigore fino a qualche anno fà, ovvio … ma è sotto gli occhi di tutti che per vari motivi i prezzi si stiano abbassando rapidamente, e lo faranno ancora di più entro 3-5 anni, mi sà …

Avevo visto anche io un articolo dove si spiegava come ci fosse fame di stazioni spaziali. Magari più piccole. La ISS (santa subito !!! ) Rimane cmq costosa come laboratorio e con code lunghe per poter eseguire il proprio esperimento. I tempi maturi erano legati anche alla disponibilità di lanciatori manned compliant e capsule. Ma stanno arrivando.