Calibrazione immagini dalle sonde


#1

Gli astronomi professionisti e dilettanti che riprendono immagini con sistemi digitali sono abituati ad effettuare una serie di operazioni di calibrazione: dark, bias (offset) e flat frame.

Quali di queste operazioni vengono effettuate con le immagini delle sonde automatiche? Quali vengono eventualmente svolte dai sistemi di bordo e quali a terra?

Quando sono state introdotte queste tecniche sulle sonde spaziali? Ricordo, per esempio, che alcune foto dei Voyager mostrano i classici “donut” dovuti alla presenza di polvere o impurità nei sistemi di ripresa, difetti che si potrebbero eliminare con un flat frame.

Paolo Amoroso


#2
Gli astronomi professionisti e dilettanti che riprendono immagini con sistemi digitali sono abituati ad effettuare una serie di operazioni di calibrazione: dark, bias (offset) e flat frame.

Quali di queste operazioni vengono effettuate con le immagini delle sonde automatiche? Quali vengono eventualmente svolte dai sistemi di bordo e quali a terra?

Quando sono state introdotte queste tecniche sulle sonde spaziali? Ricordo, per esempio, che alcune foto dei Voyager mostrano i classici “donut” dovuti alla presenza di polvere o impurità nei sistemi di ripresa, difetti che si potrebbero eliminare con un flat frame.

Paolo Amoroso

Confesso di saperne poco in materia di riprese digitali, ma tra le immagini dei Voyager si trovano tre tipi di immagini di calibrazione: dark frames, riprese con le lampade di calibrazione (che penso fossero una sorta di standard fotometrico montate all’interno dell’ottica della telecamera) e riprese del pannello montato sulle sode con la doppia funzione di radiatore e bersaglio di calibrazione proprio nel campo visivo delle telecamere.
Quella in allegato e’ un’immagine di calibrazione (ripresa del pannello) del Voyager 2 (bella vero?)
Ulteriori informazioni potrebbero essere in questo articolo http://cdsads.u-strasbg.fr/cgi-bin/nph-bib_query?bibcode=1977SSRv...21..103 che pero’ non ho avuto ancora il tempo di leggere.
Mi pare di avere letto qualcosa sulla calibrazione dei CCD si Spirit e Opportunity, provero’ a scavare nel mio archivio.


#3
tra le immagini dei Voyager si trovano tre tipi di immagini di calibrazione: dark frames, riprese con le lampade di calibrazione

Le riprese con lampade di calibrazione potrebbero essere qualcosa di simile a un flat field.

Paolo Amoroso


#4
Mi pare di avere letto qualcosa sulla calibrazione dei CCD si Spirit e Opportunity, provero' a scavare nel mio archivio.

Ho cercato ma non ho trovato nulla. che abbia sognato?!?


#5

Trovato in un vecchio articolo di Science (Venus: Atmospheric Motion and Structure from Mariner 10 Pictures, 29 Marzo 1974): i flat field delle due telecamere del Mariner 10


flat_m10.jpg


#6
Gli astronomi professionisti e dilettanti che riprendono immagini con sistemi digitali sono abituati ad effettuare una serie di operazioni di calibrazione: dark, bias (offset) e flat frame.

Quali di queste operazioni vengono effettuate con le immagini delle sonde automatiche?

Questo intervento su HiBlog, il blog del team HiRISE/MRO, parla della calibrazione dello strumento. Ci sono discussioni simili anche in altri interventi dello stesso blog.


#7

E gia’ che siamo in tema segnalo questo articolo apparso oggi su Arxiv
http://it.arxiv.org/abs/astro-ph/0610931


#8

Sul blog della Planetary Society ci sono informazioni sulla calibrazione delle immagini dei Voyager.

Paolo Amoroso