Cerco info su prime tute spaziali sovietiche


#1

Sono alla ricerca di documenti inerenti le tute spaziali sovietiche usate dai primi cosmonauti durante i primi voli (suborbitali ed orbitali) effettuati intorno agli anni 1959/60.
Per dare un’idea di cosa vado cercando, questa immagine puo’ esservi d’aiuto:



#2

Quì ,per 26 dollari,trovi tutto. http://www.amazon.com/gp/product/185233732X/ref=pd_rhf_p_8/103-4322042-6627064?_encoding=UTF8&v=glance&n=283155


#3

Luigi, come ti ha già indicato Carmelo, “accattati” il libro “Russian Spacesuit” trovi tutto quello che ti interessa a partire dalla prima tuta ideata da E.E. Chertovsky nel 1931 chiamata CH-1 fino alla Orlan M impiegata ora sulla ISS … Soldi assolutamente ben spesi, è un libro recentissimo e con una miriade di informazioni pressochè irreperibili sino a poco tempo fà… Facci un bel pensierino … :grinning:
Ciao


#4
...Per dare un'idea di cosa vado cercando, questa immagine puo' esservi d'aiuto:

Questa della foto ha tutta l’aria di essere una delle prime “pressure suit” sovietiche (mi pare una VKK-3 con un casco GSH-4).
Se vuoi info su queste tute e caschi il sito migliore è www.redpilot.com (sicuramente lo conoscerai già).
Ma piuttosto, la povera bestiola che si intravede in basso è davvero un cagnolino “da alta quota” ??

Ciao, Fabio


#5
Ma piuttosto, la povera bestiola che si intravede in basso è davvero un cagnolino "da alta quota" ??

Ciao, Fabio

Yes! Yes! Un vero cagnolino nella sua tutina pressurizzata … all’interno di una camera ipobarica …
Cmq queste sono tutte tute … a pressurizzazione parziale o di tipo “capstan” se rapportate a quelle americane. Potremmo chiamarle “Anti-G” se vogliamo… :wink:


#6

Si, classico abbigliamento da pilota sovietico da alta quota. Le VKK fungono sia da anti-g che da emergenza in caso di depressurizzazione del cockpit. Secondo me sono un vero capolavoro di “ingegneria tessile” (si dice così ???). Io posseggo una tuta VKK-6 ed un casco GSH-6: una volta indossati e sigillati rischi veramente di soffocare lì dentro se non hai un impianto a cui collegarti!

Ciao, Fabio


#7
Si, classico abbigliamento da pilota sovietico da alta quota. Le VKK fungono sia da anti-g che da emergenza in caso di depressurizzazione del cockpit. Secondo me sono un vero capolavoro di "ingegneria tessile" (si dice così ???). Io posseggo una tuta VKK-6 ed un casco GSH-6: una volta indossati e sigillati rischi veramente di soffocare lì dentro se non hai un impianto a cui collegarti!

Ciao, Fabio

Fabio … veramente hai una Vkk -6??? :scream:
E me lo dici così??? Mo svengo ! :scream: :scream: Ma da dove ti arriva? L’hai comprata per collezione ??? Spiega subito!!!Hai un manuale d’uso???
Mannaggia! Ma noi stiamo cercando proprio qualcuno che possegga una di queste tute pressurizzate e sbuchi fuori tu bello bello dicendo che ne hai una !!! Siamo tutt’orecchi!
Dacci subito delucidazioni!!! :grinning: :grinning: :grinning:


#8

Si, fa parte di una piccola collezione che ho iniziato trovando un casco GSH-6A in vendita a “Militalia” a Milano.
Vedendolo “dal vivo” mi ha ricordato talmente i primi caschi dei cosmo/astronauti che non ho resistito.
Per completare poi la “suit” ho cercato x un pò ed infine ho trovato su eBay una VKK-6M, praticamente nuova, con la sua borsa originale ed il libretto di consegna al reparto ed al pilota, ma purtroppo senza manuale. L’unico problema è che, pur essendo una taglia 10 (arrivano fino alla 12) mi è un pò stretta, ma le taglie + grandi sono rarissime.
Come dicevo, sia il casco che la tuta, secondo me, sono delle vere opere d’arte; si nota subito quanto i sovietici badassero “alla sostanza”.
La VKK è completamente regolabile con una miriade di lacci che corrono lungo le braccia, il corpo e le gambe. Ha due impianti “a pressione”, con due tubi di collegamento diversi, uno che funge da anti-g per l’addome e le gambe e l’altro che, in caso di depressurizzazione della cabina, “gonfia” anche i tubi posti lungo le braccia e la schiena per contrastare la bassa pressione. Su petto e schiena ha poi delle cinghie che consentono di assicurare il GSH per evitare sollecitazioni eccessive al collo.
Cmq, su eBay o nel giro del collezionismo militare, questi oggetti non sono poi così rari nè dal prezzo proibitivo.
Per adesso ho aggiunto un altro casco ZSH-3 (aperto) e sto cercando un raro GSH-4, ma qui andiamo sul difficile. Al momento non posso postare foto (lavori in casa e tutto riposto in cantina…), cmq per farsi un idea:

per il casco: www.redpilot.com/museum/helmets/gsh/gsh6a.html

per la tuta: www.redpilot.com/museum/suits/vkk/vkk-6m.html

Ciao, Fabio


#9
Quì ,per 26 dollari,trovi tutto. http://www.amazon.com/gp/product/185233732X/ref=pd_rhf_p_8/103-4322042-6627064?%5Fencoding=UTF8&v=glance&n=283155

Grazie, carissimo Carmelo… espertissimo di .

Volevo chiederti se sei in possesso di informazioni relative ai sistemi di rilevamento biomedico impiegati dai primi cosmonauti (intorno al 1959/60) durante i loro primi voli suborbitali ed orbitali.


#10
Luigi, come ti ha già indicato Carmelo, "accattati" il libro "Russian Spacesuit" trovi tutto quello che ti interessa a partire dalla prima tuta ideata da E.E. Chertovsky nel 1931 chiamata CH-1 fino alla Orlan M impiegata ora sulla ISS ... Soldi assolutamente ben spesi, è un libro recentissimo e con una miriade di informazioni pressochè irreperibili sino a poco tempo fà... Facci un bel pensierino ... :grinning: Ciao

Grazie del tuo prezioso consiglio, Spacewalker.

A proposito, hai ricevuto correttamente il file che ti ho inviato ??


#11
...Per dare un'idea di cosa vado cercando, questa immagine puo' esservi d'aiuto:

Questa della foto ha tutta l’aria di essere una delle prime “pressure suit” sovietiche (mi pare una VKK-3 con un casco GSH-4).
Se vuoi info su queste tute e caschi il sito migliore è www.redpilot.com (sicuramente lo conoscerai già).
Ma piuttosto, la povera bestiola che si intravede in basso è davvero un cagnolino “da alta quota” ??

Ciao, Fabio

Allora si tratta di una tuta anti-g simile a quelle indossate dai piloti sovietici sui loro Su-15 Flagon ??

Per quanto riguarda la … esatto si tratta proprio di un cane. Uno dei tantissimi cani inviati dai sovietici nello spazio.


#12
### Grazie del tuo prezioso consiglio, Spacewalker. A proposito, hai ricevuto correttamente il file che ti ho inviato ??

Sì, tutto ok ! Grazie! :wink:


#13
...Allora si tratta di una tuta anti-g simile a quelle indossate dai piloti sovietici sui loro Su-15 Flagon ??

Si, il Su-15 è uno degli aerei su cui poteva essere indossata, come su tutti i velivoli capaci di raggiungere alte quote. Cmq la combinazione VKK/GSH veniva consegnata ad ogni pilota, insieme a quella da bassa quota, al momento dell’entrata in servizio al reparto, indipendentemente dal tipo di velivolo a cui era assegnato.

Ciao, Fabio


#14

A riguardo delle “povere bestiole” che hanno aperto la strada, insieme ad altri animali impiegati nei voli sub-orbitali, al volo spaziale umano, vi segnalo questo libro…

Ciaus