Chang'e 4


#1

E’ stato ufficializzato l’orario del lancio del Chang’e 4 Relay Satellite: partirà con un Lunga Marcia 4C da Xichang domenica 20 maggio alle 23:00 CEST.

Il Relay Satellite sarà posizionato in L2 così da poter essere visibile sia dalla Luna che dalla Terra e sarà il ripetitore per il lander e il rover Chang’e 4 che partiranno presumibilmente a fine anno e atterreranno sul lato nascosto della Luna.

Da Gunter’s Space Page capiamo come è fatto.


change-4-relay__1.jpg


#2

L2 del sistema Terra-Luna, ovviamente. 4 metri di antenna per sostenere 2 MB/s verso Terra, e volando vicino a L2 anche il punto di atterraggio sarà sempre in vista e praticamente nella stessa direzione.
Se volete capire qualcosa di più dei punti lagrangiani c’è un bel pdf dell’ESA, https://esamultimedia.esa.int/docs/edu/HerschelPlanck/EN_13e_L_Points_EarthMoonSystem.pdf



#3

Grazie Zio, lo leggo molto volentieri, mi serve! :grin:


#4

Quello che si vede bene nel pdf è che i punti lagrangiani sono delle buche di potenziale gravitazionale, come se lì ci fosse un oggetto, che ovviamente non c’è. Ma attorno ad un oggetto virtuale puoi orbitare con orbite semi stabili, lente, appunto le orbite halo.
C’è anche tutta la derivazione matematica, che in fondo è semplice, richiede solo le quattro operazioni ed un pizzico di reminiscenze di trigonometria.


#5

Grazie IK1ODO! (ottima occasione per testare il ripasso di fisica)

Wissenschaft in die Schulen!

Materiale educational che deriva da un progetto tedesco (http://www.wissenschaft-schulen.de/), diffuso all’epoca delle missioni Herschel and Planck. C’è altro materiale (in inglese) sui lagrangiani in questa pagina:

http://www.esa.int/Education/Herschel_and_Planck_in_the_classroom2/


#6

Chiamiamolo col suo nome: Queqiao.
Più facile, no? No?

La storia del nome, come nella tradizione cinese, è molto …colorata: https://gbtimes.com/change-4-lunar-far-side-satellite-named-magpie-bridge-from-folklore-tale-of-lovers-crossing-the-milky-way


#7

Non mi torna una cosa: se il punto L2 è quello indicato la Terra non dovrebbe essere mai visibile. Per poter vedere contemporaneamente la faccia nascosta della Luna e la Terra il satellite dovrebbe stare in L4 o L5. Cosa sbaglio?


#8

Mike, L2 è circa 60-65000 km oltre la Luna. La Luna vista da L2 è ampia circa 3°. Ma C4R o Queqiao che dir si voglia non resta lì fermo, percorre un’orbita ad alone, come fa Gaia in L2 del sistema Terra/Sole. Basta che l’orbita sia sufficentemente ampia da avere sempre in vista la Terra, ed il gioco è fatto.


#9

Chiarissimo, grazie![emoji481]


#10

Ecco, in questo articolo di GBTimes c’è la traiettoria di Chang’e 4 dove si vede anche l’orbita halo, oltre ad un sacco di altre informazioni.

Fonte: Chinese Academy of Sciences


changE4-relay-satellite-profile.PNG


#11

bella, ovviamente non in scala, ma rende l’idea


#12

Pare che oltre a Queqiao ci siano due microsatelliti, Longjiang-1 e -2 secondo la nomenclatura cinese o DSLWP-A1 e A2, lanciati assieme ma che entraranno in orbita ellittica attorno alla Luna. Chiedo scusa se la cosa è già stata detta prima.
Portano l’esperimento di radioastronomia in collaborazione con gli olandesi di LOFAR, alcuine camere e, su DSLWP-A2, un esperimento di comunicazione amatoriale fatto dai sauditi.



L’esperimento di radioastronomia prevede l’ascolto della banda delle onde corte, da 1 a 30 MHz, che sulla Terra non è possibile a causa della presenza della ionosfera.

Ho trovato anche le frequenze radio ed i modi di emissione dei due, che richiederanno comunque una buona ground station per essere ascoltati: https://amsat-uk.org/tag/lunar/
Pare che il modo di emissione potrebbe essere JT65B, e se così fosse si potrebbe tentare l’ascolto. Spero rilascino informazioni più precise…


#13

300’000’000/1’000’000=300 metri di lunghezza d’onda
300’000’000/30’000’000=10 metri di lunghezza d’onda.
Sono onde corte? :thinking:


#14

Sì, per convenzione le “onde corte” corrsipondono alle “HF” (high frequencies), e vanno da 3 a 30 MHz. Sotto sono onde medie (MF, 0,3-3 MHz), sopra (30-300 MHz) sono VHF, e poi UHF.
Sono convenzioni molto spannometriche, e in qualche modo riflettono l’uso che ne viene fatto.


#15

Confermate anche voi che non sono previsti streaming nonostante l’importanza dell’evento?

Edit: c’è una specie di live feed qui, anche se non è il massimo: http://www.ru.nl/astrophysics/research-0/radboud-radio-lab-0/launch-netherlands-chinese-low-frequency-explorer/


#16

Partito alle 23:28, ecco una foto in rampa da un cellulare https://twitter.com/AJ_FI/status/998310123155189760


#17

Non è che ci tenessero molto a farcelo vedere :point_up:, comunque questi sono video del lancio


#18

C’è chi ipotizza una motivazione wper questo silenzio (sono più tweet).


#19

Poco pubblicizzato anche il landing del primo stadio, ma abbiamo trovato un video.


#20

stavolta gli è andata bene :frowning: