Come ti porto Endeavour al museo

Qualche tempo fa di discuteva riguardo le difficoltà logistiche che si dovranno affrontare per trasportare i 4 orbiter nelle loro nuove sedi museali.

Per Atlantis il gioco è semplice, è già sul posto.
Discovery arriverà senza grosse difficoltà nella esposizione dello Steven F. Udvar-Hazy Center, che non è altro che un hangar limitrofo all’Aeroporto Internazionale di Washington-Dulles.
Le cose sono più complicate per Endeavour, che dovrà percorrere 22 km per le strade di Los Angeles (dall’aeroporto al museo), ed Enterprise, che in qualche maniera dovrà arrivare sull’ Intrepid Sea-Air Space Museum di New York (che ricordiamo è una portaerei ormeggiata sul fiume Hudson).

Per Endeavour il trasferimento dovrebbe avvenire tra un annetto circa, ed è noto anche qualche dettaglio. Vediamo innanzi tutto un po’ di cifre.

  • Smantellamento e trasporto dell’orbiter - 28 milioni di dollari
  • Costruizione una nuova ala del museo per l’esposizione - 170 milioni di dollari
  • Possedere un tale cimelio spaziale - Non ha prezzo :smiley:

Per quel che rigarda il tragitto vero e proprio, se ne conosce solo una parte, infatti si preferisce non essere troppo precisi per motivi di sicurezza.
Una cosa è certa, il passaggio di Endevour per le strade della città, sarà senz’altro una parata festosa.

Vi lascio ad un video con qualche dettaglio in più.

http://www.kaltura.com/index.php/kwidget/wid/0_e5yhycba/uiconf_id/2983742
[size=4pt]© KCET Online.[/size]

Fra un paio di anni dovro’ tornare a trovare mio fratello…

… ed io il mio …

Se me li presentate, vengo anche io a trovarli…

Beh, possono sempre chiedere aiuto a quelli del museo della Scienza di Milano ed al Genio militare… se hanno problemi loro con quelle strade larghissime, noi con le nostre forse ne abbiamo avuti di più… :slight_smile:

Ares, il fatto e’ che NON LO VOGLIONO SMONTARE piu’ di tanto, cosa che con il Toti invece hanno fatto senza problemi…

Beh, al Toti hanno solo tolto la torretta, ma i cavi dei mezzi publici, dei telefoni e della corrente li hanno dovuti togliere lo stesso.
Mica potevano tagliarlo in due.

Invece la navetta con la sua apertura alare dovrebbe radere al suolo bar e flora a bordo strada… nonostante la larghezza delle strade. Eppure l’Enterprise ne ha fatti di chilometri su strada all’inizio, quindi dovrebbero sapere come si fà a spostare un simile trasporto speciale.

Anche diverse centinaia di tonnellate di zavorra, batterie, ecc…

E’ indubbio che il Toti sia stato alleggerito il più possibile ma ricordo lo spettacolo che il trasferimento ha generato per le vie di Milano interessate al suo passaggio, e posso confermare che al sommergibile mancasse solamente la torretta.

Ci mancava che lo trasportavano anche con i siluri… magari per tirar giù qualche muro di troppo… o qualche auto in doppia fila… :slight_smile:

Anche la protuberanza sopra la prua, se non ricordo male.

…l’Intrepid!!! Bellissimo museooooo…che ricordi!

Già: http://www.museoscienza.org/toti/pagine/contenitore.asp?sez=imm&pag=copertina

Che spettacolo dev’essere da vedere. Sarebbe da pianificare un viaggietto a LA…

NASA signs over shuttle Enterprise to New York City’s Intrepid museum.

Bello il concept dell’esposizione!

Sulla scia: New York City’s Intrepid museum celebrates ownership of space shuttle Enterprise.

Altro concept per l’esposizione di Enterprise


Enterprise.jpg